Tipress
Si chiama "passeggiata" non corsa
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
46 min
Ecco dove potrebbe spuntare un radar
La polizia cantonale comunica i controlli previsti tra il 25 e il 31 gennaio 2021
CANTONE
1 ora
Pensioni dei consiglieri di Stato, non luogo a procedere
Per il pc Andrea Pagani non si ravvisa il reato di abuso di autorità
COMANO
1 ora
Le molestie in RSI si scontrano con un primo scoglio
La direzione vuole un pool di avvocati in maggioranza uomini. Il sindacato SSM: «Non possiamo accettarlo»
BELLINZONA
2 ore
Scuole elementari e Covid: «Ce la raccontate giusta?»
Interpellanza della Lega dei ticinesi, che segnala «una situazione impegnativa» nella zona Nord della capitale
BELLINZONA
3 ore
Al via le vaccinazioni: seicento 80enni in quattro giorni
La prima giornata si è svolta senza intoppi né ritardi
BELLINZONA
3 ore
Nuova direttrice operativa per Castellinaria
Cristiana Giaccardi è stata nominata dai vertici del Festival del cinema giovane
CANTONE
3 ore
Spese personali con i crediti Covid: due arresti
I due hanno percepito - fornendo, si sospetta, informazioni false - oltre un milione e mezzo di franchi
CANTONE
5 ore
Bus strapieni: il Cantone interviene (in parte)
Sono molte le richieste e le lamentele inoltrate al Dipartimento del territorio
CONFINE
6 ore
Sciopero dei treni in Italia, anche TILO
Coinvolte le linee TILO RE10, S10, S30 e S50 dalle 03.00 di domenica alle 02.00 di lunedì
FOTO
LOCARNO
7 ore
Ecco la prima vaccinata del Fevi
La campagna vaccinale anti-Covid è scattata ieri: la prima a ricevere il preparato è stata la signora Silene Fasnacht.
CANTONE
7 ore
«La scuola considera le paure delle famiglie?»
Interpellanza dell'MPS al Consiglio di Stato
CANTONE
7 ore
Chi guida non beve: oltre 600 persone sensibilizzate
La campagna lanciata da DI ha impegnato numerose pattuglie della polizia cantonale tra dicembre e gennaio.
CANTONE
8 ore
74 nuovi casi di coronavirus, quattro i decessi
I letti occupati da pazienti Covid-19 sono oggi 215 (28 in terapia intensiva). Due settimane fa erano 366
MENDRISIO
8 ore
Un pezzo di via San Martino è sbarrata al traffico
Il cantiere consentirà la posa di sottostrutture e della pavimentazione, a seguito di un danno alle canalizzazioni.
CANTONE
8 ore
I genitori non affidatari raccolgono firme contro la donazione di sperma alle lesbiche
"Essere per il progresso non vuol dire accettare tutto quello che la scienza consente"
MONTE CARASSO
8 ore
Fermato con oltre mille chili di generi alimentari non dichiarati
Tutta merce non dichiarata per rifornire un ristorante nel Liechtenstein.
AGNO
12.08.2020 - 06:010

Il Municipio chiede dossi, il Cantone: «Non si può»

La convivenza sulla frequentata passeggiata "Bill Arigoni" è messa a rischio dalla velocità dei ciclisti

Le limitazioni sul tracciato proposte dall'Esecutivo di Agno non trovano però il via libera degli uffici cantonali. La legislazione concede possibilità d'intervento «molto limitate»

AGNO - Vanno vengono, ogni tanto si fermano. Ma più che altro sfrecciano. E quando incrociano un passante spesso sono scintille. Una tensione quasi elettrica, come il motorino che sospinge le due ruote. Parliamo dei margini di convivenza sempre più stretti e tesi tra pedoni e velocipedi sulle ciclopedonali. 

Tensioni quasi quotidiane - Un problema che risulta particolarmente sentito sulla popolare passeggiata che costeggia il golfo tra Agno e Magliaso. «Quotidianamente, in particolare all’inizio della stagione turistica, riceviamo email di persone che si lamentano per l’eccessiva velocità dei ciclisti» confermano dalla Cancelleria di Agno. La “Passeggiata” intitolata al compianto granconsigliere Bill Arigoni è infatti molto amata da chi si sposta a piedi, in particolare dalle famiglie con piccoli e passeggini al seguito. Ma il suo tracciato fuori dal traffico ha vieppiù attirato i ciclisti. Non sono rari i gruppi di cicloamatori che così bypassano la strada cantonale al Vallone, ma numerosi sono anche gli e-biker che apprezzano la via sgombra di ostacoli. Tanto da sfrecciare a velocità spesso eccessiva, incrociandosi pericolosamente con chi passeggia.

Il Municipio propone - Spinto ad intervenire dai malumori montanti, il Municipio di Agno ha chiesto al Cantone immediati interventi a protezione degli utenti. Non solo chiesto, ma ha anche suggerito la strada da seguire: vietando, ad esempio, l’uso della passeggiata a determinate categorie di ciclisti (leggasi e-biker) oppure introducendo un limite di velocità o degli ostacoli fisici - cunette - nei punti di scarsa visibilità (ad esempio, la curva di fronte al circolo velico).

Il Cantone: pochi margini - Proposte che però non hanno trovato luce verde da Bellinzona. Le possibilità di intervento sono «molto limitate» ha spiegato Giovanni Simona, capo dell’Ufficio dei servizi di manutenzione. Questione di legge, «non si può impedire alle biciclette l’uso di una ciclopista». Altrettanto arduo comminare multe per velocità, dal momento che il ciclista non è obbligato ad avere un tachimetro sul proprio mezzo.

«Ma anche i pedoni...» - La stessa posa di eventuali dossi potrebbe acuire in realtà i rischi: «Non si può moderare le biciclette con gli stessi provvedimenti, che si usano per i veicoli a motore, perché potrebbero essere la causa di incidenti con conseguenze anche gravi per i ciclisti» rileva Simona, secondo il quale: «Non esistono, a mia conoscenza, provvedimenti di moderazione normalizzati per le biciclette». In difesa di queste ultime, il capoufficio evidenzia che «anche i pedoni dovrebbero prestare attenzione alle biciclette avendo particolare riguardo a non ostacolare il loro passaggio. Il tema a mio parere è piuttosto da ricondurre all'educazione e alla sensibilità di tutti gli utenti». 

Buonsenso di marcia - Morale? Come nelle convivenze difficili il Cantone fa appello al «buonsenso di tutti i protagonisti». E promette di aggiungere sulla cartellonistica di propria competenza un invito a circolare lentamente. Basterà? Ci permettiamo di dubitarne.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
skorpio 5 mesi fa su tio
Era nata come "pedonale" non per niente si chiama Passeggiata....per cui la soliuzione è facile: ciclisti devono andare sulla cantonale,punto.
lollo68 5 mesi fa su tio
Chi ha il mezzo più veloce deve fare attenzione a chi va più piano. Se chi cammina tiene la destra dovrebbe esserci spazio sufficiente per il sorpasso con cautela.
tip75 5 mesi fa su tio
le bici e i pedoni non si possono mescolare eppure i nostri pianificatori continuano a farlo anche sui tracciati nuovi...la domanda è quale parte della materia grigia gli manca???
sedelin 5 mesi fa su tio
delimitare la pista ciclabile da quella pedonale con una striscia gialla, come si fa per i bambini.
mmoroni 5 mesi fa su tio
Basterebbe usare i freni.......e munirsi di campanelli non irritanti.
Giovanii 5 mesi fa su tio
Tutti a cavallo.
F/A-18 5 mesi fa su tio
@Giovanii Siamo alla frutta, consiglio un buon libro di come si viveva anche solo 100 anni fa, il nostro vivere è parecchio malato, urgono medicine......., il virus purtroppo non ci ha migliorato, forse qualcosa di più pesante?
cle72 5 mesi fa su tio
Purtroppo l'educazione è alla base di tutto. Oggi molti non sanno cosa sia. Non l ho mai fatta e dunque non so se sono demarcatee corsie per pedoni e ciclisti. Basterebbe questo ognuno nella sua corsia. Ovviamente ciclisti a velocità moderata e pedoni nella propria corsia. Niente di complicato.
Evry 5 mesi fa su tio
Una grande parte dei ciclist iNON rispettono i pedoni e gli altri utenti delle strade ma si sentono PADRONI delle strade e dei MARCIAPIEDI !
comp61 5 mesi fa su tio
@Evry Sicuro, come i pedoni che camminano in mezzo alla ciclopista, bambini che scorazzano liberi ecc. difficile convivenza. In altri posti dove c’è veramente la cultura del muoversi in bici, tutti hanno la propria pista.
Shion 5 mesi fa su tio
@Evry Stesso discorso riguardo ai pedoni (non sono ciclista)
ctu67 5 mesi fa su tio
Tranquilli io sono un ciclista. Ma prima di intervenire ci deve scappare il ferito grave.!!! Dopo Tutti sapevano che sono pericolosi gli e-ciclisti inesperti(70% dei possessori di ebike e minkiamonopattini!!!,)
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-22 18:14:25 | 91.208.130.85