Immobili
Veicoli
Ti-Press (Francesca Agosta)
+2
ULTIME NOTIZIE Ticino
PARADISO
35 min
Più gente in Paradiso
I residenti nel Comune luganese sono aumentati di 190, arrivando a toccare quota 4'531.
CANTONE
1 ora
Salgono i contagi, ma calano i ricoveri
Si registra anche una ulteriore vittima del virus, per un totale di 1'090 da inizio pandemia.
CANTONE
5 ore
Pochi decessi, ma «il numero dei contagi resta rilevante»
L'Ufficio del medico cantonale sulla situazione pandemica: «Molto dipenderà dalla variante circolante in futuro»
CANTONE
5 ore
La pandemia del narcisismo
Vivono sui social. Raccontano qualsiasi cosa della propria vita. Un bisogno che nasconde diversi problemi.
BELLINZONA
13 ore
Una mozione per il rifacimento della parte alta del viale Stazione
Il settore del famoso viale si presenta oggi come «anonimo e poco curato» secondo il Gruppo PLR in Consiglio Comunale
CONFINE
18 ore
Frontalieri italiani, l'accordo avanza
La commissione economia e tributi del Nazionale promuove la riforma fiscale (quasi) all'unanimità
CANTONE
20 ore
La marcia di chiusura dei Centri vaccinali: «Affrettatevi ad iscrivervi»
Il rallentamento delle richieste ha portato le autorità a ridimensionare progressivamente il dispositivo
CANTONE
21 ore
Lanciata una petizione a sostegno dei driver di Divoora
Le richieste: riconoscimento del tempo di lavoro e remunerazione di ogni ora lavorata
MENDRISIO
23 ore
A.A.A, asini cercansi
Servono a mantenere viva la tradizione del Palio che quest'anno festeggia i quarant'anni.
CANTONE
23 ore
Identikit dell'astensionista ticinese
Chi è, che lavoro fa, cosa ha votato e perché non vuole votare più. Lo studio dell'Università di Losanna
BELLINZONA
1 gior
La capitale è ancora più grande
A fine 2021 sotto l'ombra dei Castelli abitavano 44'530 persone, ovvero 474 in più rispetto a un anno prima.
LUGANO
20.06.2020 - 15:350
Aggiornamento : 21.06.2020 - 09:15

Con l'estate torna la chiusura del lungolago

Senza traffico le persone hanno più spazio per passeggiare in sicurezza tra le bancarelle.

L'apertura del bar Mojito passa da "no" a "forse". E il lungolago potrebbe chiudersi anche in altri momenti.

LUGANO - L'estate si è fatta attendere e l'emergenza coronavirus ha reso tutto un po' più "strano". Ma abbiamo superato la metà di giugno e gli eventi estivi sono già iniziati. In particolare LongLake Festival in versione "trasformata". E a Lugano "estate" fa rima con "lungolago chiuso".

Venerdì e sabato - Il periodo interessato dalle chiusure estive - fa sapere la polizia della Città - sarà compreso tra venerdì 19 giugno e sabato 29 agosto, tutti i venerdì (20.00-00.30) e sabato sera (19.30-00.30), dalla rotonda LAC a Piazza Castello. A causa della presenza del cantiere su via Adamini, l'asse di deviazione per il traffico in entrata a Lugano da sud sarà via Mazzini.

Addio alle limitazioni "strette" - Ma come vive la Città questa estate "particolare"? Ieri il Consiglio federale ha deciso di revocare quasi tutte le misure post lockdown: manifestazioni fino a 1'000 partecipanti, vita notturna oltre la mezzanotte, distanza sociale di 1 metro e mezzo, gente in piedi al bar. «Per noi non cambierà molto, in piazza aumenteremo un po’ le sedie ma non arriveremo a 1’000 persone - ci spiega Roberto Badaracco, del Dicastero Cultura, sport ed eventi -. Avere dei settori con 300 persone "tracciabili" diventa difficile».

Distanze sociali - Il lungolago, invece, è un'area pubblica e non si applicano le regole delle manifestazioni. «Chiudere la strada al traffico permette di avere più spazio per le persone e di passeggiare con più agio e sicurezza». Inoltre la Città ha «evitato di proporre animazioni e offerte che creino troppo afflusso». L’importante è che «non ci siano più di 30 persone in assembramenti spontanei» aggiunge Badaracco. Ai mercatini attualmente (norme valide a livello federale) ci sono otto metri di distanza tra una postazione e l'altra, solo da un lato della strada.

Sensibilizzazione e responsabilità - La Città ha elaborato un concetto di sicurezza che applica i piani di protezione alla realtà locale specifica. «Sul posto saranno presenti collaboratori della Divisione eventi pronti a intervenire in caso di problematiche, secondo accordi con la polizia». Ci si affida inoltre alla responsabilità personale e alle buone abitudini che ormai dovrebbero far parte della quotidianità: niente strette di mano, evitare baci e abbracci, igienizzare spesso le mani.

Mojito in forse? - Già lo scorso mese era stato detto: il bar Mojito non aprirà anche per non penalizzare gli altri esercizi pubblici nella fase post lockdown. Ma ora al bar si potrà stare anche in piedi e gli altri commerci della città sembrano essere ripartiti alla grande. Quindi, forse, c'è qualche possibilità. «A livello concreto si potrebbe prevedere qualcosa in più - risponde il responsabile del Dicastero eventi -. Ma pensiamo di non cambiare idea, nei confronti degli altri bar privati. Non è comunque possibile dirlo ora, magari decideremo di aprire il Mojito più in là e solo per un mese».

Si passeggia anche giovedì e domenica? - L’estate 2020, insomma, è decisamente "work in progress". «Tutto è in continuo cambiamento, sempre in divenire - conclude Badaracco -. Regole e disposizioni vengono applicate in modo da dare sicurezza e tranquillità alla gente», che sente il bisogno di riappropriarsi degli spazi pubblici. Proprio in quest'ottica, «potrebbe emergere qualche possibilità in più sulla chiusura del lungolago», magari il giovedì sera con i negozi aperti fino a tardi o la domenica. Staremo a vedere.

Ti-Press (Francesca Agosta)
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-26 11:52:46 | 91.208.130.89