Ti Press
MENDRISIO
28.05.2020 - 13:450

Un nuovo deposito per le scorte di materiali sanitari

Con la fine della crisi migratoria, il Centro provvisorio di Rancate cambierà destinazione.

Da ottobre diventerà il deposito del materiale sanitario di protezione

MENDRISIO - Il materiale sanitario di protezione sarà depositato, da ottobre 2020, nell’attuale Centro unico temporaneo in procedura di riammissione semplificata di Rancate. La struttura continuerà a ospitare i migranti in procedura di riammissione semplificata fino ad agosto 2020.

Grazie alla collaborazione delle Autorità comunali di Mendrisio e del proprietario della struttura di Rancate a partire da ottobre 2020 si potrà assicurare un luogo pratico e sicuro per immagazzinare il materiale sanitario gestito dal Farmacista cantonale.

Prima dell’inizio della crisi, le scorte erano dislocate in diversi depositi, inadatti però a garantire una certa praticità in una situazione mutevole come quella propria dell’attuale pandemia. Dopo la prima fase di diffusione della malattia e il relativo utilizzo degli stock, le riserve sono state pian piano ristabilite grazie agli acquisti effettuati dalla Farmacia cantonale sulla base anche dell’esperienza maturata in queste settimane. Le scorte sono state depositate provvisoriamente presso il Centro Cantonale d’istruzione della PCi a Rivera.

Allo scopo di facilitare la loro gestione logistica durante i prossimi mesi ancora incerti dal punto di vista dell’evoluzione della situazione sanitaria, a partire da ottobre queste scorte saranno trasferite nella struttura di Rancate. Per lo SMCC si tratta di una pianificazione più razionale, nell’ottica di un’eventuale seconda ondata di contagi legata al COVID-19.

Il Centro cambia quindi abito ma mantiene uno scopo emergenziale. Dalla sua apertura nel 2016 a seguito della crisi migratoria ha infatti ospitato quasi 15’000 migranti. Nel corso del mese di settembre lo stabile sarà adeguato alle esigenze di stoccaggio e rimarrà operativo sino al 31 dicembre 2021.

Il 30 settembre 2020 il Consiglio di Stato revocherà lo Stato di necessità legato alla crisi migratoria, in virtù del fatto che il numero di persone straniere ospitate a Rancate è progressivamente diminuito. A partire da settembre, le persone in procedura di riammissione semplificata saranno accolte, in accordo con le Autorità comunali, nella struttura protetta della Protezione Civile di Stabio, in precedenza utilizzata dalla Segreteria di Stato della migrazione (SEM) per la gestione di richiedenti l’asilo e messa a disposizione dal Consorzio di Protezione Civile del Mendrisiotto.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-05 03:59:27 | 91.208.130.86