Nel 2019 uno svizzero su tre ha lavorato da casa
Keystone
ULTIME NOTIZIE Ticino
LOCARNO
46 sec
Il Grand Hotel rivive con le luci di Artioli
L'imprenditore ha regalato ai locarnesi uno spettacolo di illuminazione sulla facciata dello storico palazzo
CANTONE
55 min
«In estate 50 telefonate al giorno, adesso le riceviamo in meno di un'ora»
L’hotline cantonale è sommersa dalle telefonate. Ne arrivano a raffica e per i motivi più disparati.
LIGORNETTO
2 ore
Mascherine a scuola, quanto lavoro per Timask
Quella momò è una delle poche aziende in Svizzera autorizzate a produrre mascherine per bambini
LAMONE
2 ore
Botox-bar per una notte? La versione del gerente dopo il blitz
Il gerente si difende: «Era solo una presentazione di prodotti. I trattamenti, semmai, si sarebbero tenuti in Italia»
FOTO
LUGANO
12 ore
Due auto si scontrano sulla Crespera
L'incidente è avvenuto questa sera a Breganzona: i due conducenti se la sono cavata con leggere escoriazioni.
LUGANO
12 ore
Don Tamagni, oltre 600mila franchi sottratti ai genitori
Il parroco di Cadro era il curatore della coppia di anziani, ed era esente da controlli.
BELLINZONA
12 ore
Addio a Luca Buzzi
Ex docente di fisica e consigliere comunale, il 74enne si è spento dopo aver combattuto contro una brutta malattia.
FOTO
CANTONE
14 ore
Norman Gobbi è tornato a visitare i Comuni
Il Direttore del DI ha incontrato i Municipi di Brusino Arsizio, Riva San Vitale e Arogno.
CONFINE
14 ore
Covid, più controlli tra Svizzera e Piemonte
Il Verbano Cusio Ossola aumenta la sorveglianza sul confine, con l'introduzione del super Green Pass
RIVERA
15 ore
La Lega si riorganizza, ma c'è di mezzo la variante
L'appuntamento doveva tenersi questa domenica al Centro istruzione della Protezione civile
POSCHIAVO (GR) / SVIZZERA
16 ore
Valposchiavo fra i migliori borghi turistici del mondo
L'Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT) ha accolto tutte le tre candidature presentate dalla Svizzera.
LUGANO
17 ore
Niente fondue in piazza
La causa è il peggioramento della situazione epidemiologica.
CANTONE
20 ore
«Nebiopoli non sottovaluta la situazione»
Il presidente Alessandro Gazzani informa che il comitato è in osservazione, ma non intende ancora gettare la spugna.
SVIZZERA
17.04.2020 - 16:360
Aggiornamento : 17:30

Nel 2019 uno svizzero su tre ha lavorato da casa

Come cambia il lavoro: uno su due ha un orario flessibile. Gli uomini meglio delle donne

BERNA - Ormai lavoriamo da casa da oltre un mese. Realizziamo il sito e il giornale direttamente dalle nostre stanze. Per noi si tratta della prima volta. E come noi tante altre aziende si sono dovute confrontare con l'home working. Se per noi è una novità, non lo è per molte altre realtà aziendali. L'home office non è dunque una novità conosciuta solo con la diffusione del coronavirus. Lo scorso anno ad esempio, circa un terzo dei dipendenti svizzeri ha lavorato da casa.  Stando ai dati fornito oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST) nel 2019  il 33,7% dei dipendenti ha dichiarato di lavorava da casa;  il 4,9% ha detto di farlo sempre, il 14% lo fa regolarmente e il 14,8% occasionalmente.

Inoltre l'anno scorso quasi un collaboratore su due (46,2%) beneficiava di un orario flessibile: il 18,9% lavorava principalmente o regolarmente a domicilio e il 5,1% su chiamata. La percentuale di coloro che hanno deciso autonomamente l'orario di inizio e fine della giornata lavorativa è aumentata di 5,3 punti percentuali rispetto al 2010 (40,9%).  Un po' più a misura del dipendente è diventato anche il lavoro nel fine settimana: nel 2019 quasi una persona attiva su cinque (18,9%) lavorava regolarmente il sabato e quasi una su dieci (9,8%) la domenica. Dal 2010 si registra un calo rispettivamente di 3,6 e di 1,5 punti percentuali, precisa l'UST, che promette di presentare a settembre i dati relativi al primo semestre di quest'anno caratterizzato dal lockdown.

Gli uomini meglio delle donne - Per quanto riguarda l'orario di lavoro flessibile, si nota un evidente squilibrio tra i sessi: gli uomini sono stati l'anno scorso più spesso liberi di organizzare il loro orario di lavoro rispetto alle donne. A godere di questo privilegio erano il 51,5% dei collaboratori e solo il 40,5% delle collaboratrici.

Attività finanziarie flessibili, ristorazione no

La grande opportunità di avere un orario di lavoro flessibile l'avevano le persone impiegate nei rami attività finanziarie e assicurative (77,0%) e informazione e comunicazione (76,4%). L'orario flessibile era invece poco diffuso nei rami servizi di alloggio e ristorazione (18,4%), sanità e assistenza sociale (23,8%) ed edilizia (24,4%). A lavorare la sera (tra le 19.00 e mezzanotte) nel 2019 sono state maggiormente le donne (17,8%) rispetto agli uomini (15,4%). Complessivamente - secondo i dati dell'UST - a svolgere abitualmente un'attività serale l'anno scorso è stato il 16,5% delle persone occupate, in calo di 0,7 punti percentuali rispetto al 2010 (17,2%). Per quanto riguarda invece il lavoro notturno (tra mezzanotte e le 6.00 del mattino) - svolto dal 4,6% delle persone occupate - il tasso degli uomini (5,2%) superava quello delle donne (3,9%). Tale orario era prevalentemente diffuso nei rami trasporto e magazzinaggio e servizi di alloggio e ristorazione.

Lavoro su chiamata - Nel 2019 ha lavorato su chiamata il 5,1% delle persone dipendenti, contro il 5,6% del 2010. Questa forma di attività riguardava maggiormente le donne rispetto agli uomini (6,3% contro 4,0%). Il lavoro su chiamata era più frequente tra i giovani (15-24 anni: 9,5% delle persone dipendenti) e tra gli over 65 (21,6%), precisa l'UST.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
miba 1 anno fa su tio
....e poi magari hai un lavoro da consegnare e sei tirato con i tempi ma subentrano le sempre più frequenti panne di Swisscom... :):):)
Canis Majoris 1 anno fa su tio
Io del home Office sono felicissimo! Niente traffico 4 volte al giorno (circa 2 ore di tempo libero in più) nessun problema per il posteggio, nessun fiato sul collo.. una figata pazzesca e mi sembra addirittura di essere più produttivo! Non vorrei più tornare al classico sistema
Fran 1 anno fa su tio
Io ho gestito una cassa malati da casa al.50%. Io ADORO lavorare da casa. E lavoro bene se non di più é consegno un lavoro qualitativamente equivalente se non migliore lavorando da casa. Ho cercato per anni (!) telelavoro: senza successo. In Ticino i datori di lavoro hanno l'assoluta necessità a vedere (..) la segretaria. Peccato. Il telelavoro funziona solo ora. Vedrete, appena rientrerà l'allarme covid è saremo di nuovo tutti imbottigliati nelle interminabili code. Assurdo. Ma...scommettiamo?
Canis Majoris 1 anno fa su tio
@Fran Quanto spero di no! Il telelavoro funziona benissimo!
Fran 1 anno fa su tio
@Canis Majoris Già. Io rendo non il doppio ma quasi, da casa. Senza distrazioni tra colleghi e telefonate e pause caffè ??
Mag 1 anno fa su tio
Se una attività lavorativa dipendente può essere svolta completamente tramite telelavoro, allora è una attività lavorativa indipendente; chi fosse contrario a questo concetto, non lo assumerei mai (non scaldatevi ... è solo un opinione).
Fran 1 anno fa su tio
@Mag Concordo.
Fran 1 anno fa su tio
@Mag Concordo. Indipendente ma salariato da dipendente??
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-03 08:56:24 | 91.208.130.86