Depositphotos (Gorilla)
LUGANO
06.09.2019 - 12:550

Il Luganese (e il Ticino) fra i paradisi dei bikers

La regione è stata inserita in un percorso che dalla Valle d’Aosta al Süd Tirol unirà idealmente alcune delle più interessanti destinazioni per gli amanti del mountain bike

LUGANO - Grazie al progetto Interreg E-Bike, il Luganese e il Ticino saranno inseriti in un percorso che dalla Valle d’Aosta al Süd Tirol unirà idealmente alcune delle più interessanti destinazioni per gli amanti del mountain bike (MTB) sia nella versione «classica» sia in quella con la pedalata assistita (e-bike).

Tra gli obiettivi del progetto c’è una promozione coordinata (ed anche la commercializzazione) a livello europeo e internazionale delle offerte di percorsi e servizi che le regioni coinvolte propongono ai turisti (e agli abitanti locali) che con la MTB sono alla ricerca di emozioni ed esperienze uniche ed autentiche.

I prossimi 11 e 12 settembre, la Capriasca ospiterà la riunione del Comitato di pilotaggio del progetto con la presenza dei rappresentanti delle regioni coinvolte: la Valle d’Aosta (Forte Bard), il Piemonte, la Lombardia e Livigno.

Nel corso delle riunioni della prossima settimana, il Comitato di pilotaggio dovrà in particolare discutere e approvare la strategia e le attività di comunicazione per il progetto e per le offerte delle regioni coinvolte.

Nel Luganese, le attività del progetto prevedono la realizzazione di una rete di postazioni di ricarica per le E-Bike e una serie di incontri con gli attori interessati (bike hotel, ristori e capanne, guide di escursioni, venditori/noleggiatori) per favorire collaborazioni e nuovi progetti con l’obiettivo di aumentare l’indotto anche economico di un settore del turismo in forte crescita. Un primo incontro tra un gruppo di interessati è in programma già giovedì pomeriggio (12 settembre) a Tesserete.

ALCUNI DATI:

Capofila italiano: Regione Lombardia (direzione Sport e Politiche per i giovani)

Capofila svizzero: ERS Luganese

Partner svizzeri: Lugano Turismo e Polo Poschiavo

Partner italiani: Regione Piemonte (direzione promozione della Cultura, del Turismo e dello Sport); Associazione Forte di Bard (Valle d’Aosta); Azienda di promozione turistica di Livigno; ERSAF Lombardia (ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste); Università degli studi di Milano (Dipartimento scienze e politiche ambientali)

Budget italiano: € 2'000'000 interamente finanziato da contributi pubblici (FESR)

Budget svizzero: CHF 381'024 di cui CHF 190'512 finanziato con i fondi federali e cantonali (TI e GR) della politica economica regionale

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 13:22:28 | 91.208.130.85