RIVERA
11.07.2019 - 16:480
Aggiornamento : 19:44

Treno nuovo di zecca preso d’assalto dai graffitari

Scatta la denuncia conto ignoti da parte delle FFS. Il Giruno, fresco di fabbrica, entrerà in servizio a dicembre 2019. I vandali lo hanno “pasticciato” durante un corso di formazione del personale

RIVERA – Un treno nuovo di zecca, vandalizzato da ignoti graffitari. È accaduto a Rivera, negli scorsi giorni. A raccontarlo, sul suo profilo Facebook, è don Emanuele Di Marco, giovane sacerdote luganese, appassionato di treni. «Non è arte – dice don Emanuele – ciò che distrugge il bene comune. A Rivera ho visto un treno Giruno, nuovo di fabbrica, che entrerà in servizio nel dicembre 2019, completamente vandalizzato. Vergogna per chi rovina le cose di tutti. Quanto è necessaria una educazione al bello, al buono, al giusto».

Altri casi oltre Gottardo – Patrick Walser, portavoce delle Ferrovie Federali Svizzere (FFS) non può fare altro che ammettere l’accaduto. «La notizia – sottolinea – purtroppo corrisponde al vero. Alcuni vandali hanno danneggiato un treno Giruno fermo a Rivera. In casi come questi le FFS sporgono sempre denuncia e lavorano a stretto contatto con le autorità competenti. Non mancheranno di farlo anche stavolta. Nei primi mesi del 2019, oltre Gottardo, numerosi gruppi di graffitari sono già stati identificati».

Ecco perché quel treno era lì – Ma che ci faceva quel treno nuovo fiammante “parcheggiato” proprio lì? «Nel caso specifico – puntualizza Walser –, il Giruno sosta a Rivera perché gli assistenti alla clientela della Regione Sud stanno svolgendo proprio da quelle parti la formazione in merito a quel nuovo veicolo ferroviario».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-23 22:20:15 | 91.208.130.87