Tipress (archivio)
CANTONE
07.06.2019 - 17:070

Da Airolo a Chiasso: tutto il Ticino sotto l'occhio dei radar

Ogni distretto del cantone avrà almeno un controllo della velocità mobile. Quelli semi-stazionari saranno invece a Polmengo, Vezia e Iragna

BELLINZONA - Come ogni venerdì la Polizia cantonale e le polizie comunali comunicano dove, in ottica di prevenzione della circolazione stradale, saranno effettuati i controlli della velocità mobili e semi-stazionari dal 10 al 16 giugno.

La prossima settimana i radar mobili saranno piazzati in tutti i distretti ticinesi. Sono inoltre previsti anche tre i controlli della velocità semi-stazionari a Polmengo, Vezia e Iragna.

Qui di seguito la lista di tutte le località interessate:

Distretto di Blenio:

• Camperio
• Acquacalda

Distretto di Leventina:

• Bedretto
• Polmengo
• Airolo
• Piotta

Distretto di Riviera:

• Biasca
• Iragna

Distretto di Bellinzona:

• Cadenazzo
• Sant’Antonino
• Lumino
• Bellinzona
• Castione
• Gorduno
• Gudo

Distretto di Locarno:

• Gerra Gambarogno
• Minusio
• Losone
• Gerra Piano
• Locarno
• Orselina
• Brissago
• Ascona
• Golino

Distretto di Vallemaggia:

• Bignasco

Distretto di Lugano:

• Gentilino
• Agra
• Molino Nuovo
• Cadro
• Morcote
• Pazzallo
• Pambio Noranco
• Barbengo
• Manno
• Gravesano
• Agno
• Lugano
• Castagnola

Distretto di Mendrisio:

• Stabio
• Novazzano
• Chiasso
• Balerna
• Morbio Inferiore
• Arzo
• Pedrinate

Controlli della velocità semi-stazionari:

• Polmengo
• Vezia
• Iragna 

La Polizia Cantonale ricorda pure che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause di incidenti con esiti gravi e a volte pure letali», e rinnova l’invito ai conducenti «di rispettare i limiti a tutela della propria incolumità e di quella degli altri utenti della strada».

Le forze dell'ordine poi specificano che da questa lista sono esclusi i rilevamenti con le vetture civetta e i controlli con pistola laser, che «devono essere utilizzati esclusivamente per contrastare infrazioni gravi alla Legge federale sulla circolazione stradale». Inoltre, la misura non si applica ai controlli mobili sulla rete autostradale come da parere negativo espresso dall’Ufficio federale delle strade (USTRA).

La Polizia Cantonale conclude evidenziando «di avere la facoltà di svolgere, straordinariamente, dei controlli non annunciati allo scopo di reprimere infrazioni gravi e garantire la sicurezza degli utenti della strada». I controlli preannunciati possono pure non aver luogo a causa di esigenze di servizio o problemi tecnici.

Commenti
 
vulpus 4 mesi fa su tio
In Ticino tutti delinquenti gli automobilisti. Ci vuole una sana e continua repressione. Non sarebbe ora di volgere l'attenzione ai pericolosissimi ciclisti che oramai fanno il bello e il buono che piace a loro dappertutto? Finora solo Lugano si è reso conto della situazione critica che si è creata.
Glasmen 4 mesi fa su tio
Se noi tutti conducenti fossimo corretti che paga il salario ai tutori della legge?
miba 4 mesi fa su tio
Per fare ulteriormente cassetta suggerisco che oltre ai radar vengano dispiegati agenti vestiti da chierichetti con il cestino per le libere offerte....
piopio 4 mesi fa su tio
@miba Che do ????con sta storia da la cassetta!! Nagot d'altro da pensa e scriv!!!!
gigipippa 4 mesi fa su tio
@miba In un certo senso, ogni multa pagata potrebbe essere un'opera di carità.
miba 4 mesi fa su tio
@piopio La storia da la cassetta ormai i la sa anca i paracar... meno chi a g'ha amò i fett da salam (anzi da mortadèla taiada grossa) süi öcc
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-14 04:06:53 | 91.208.130.89