I dipendenti della Kering a S. Antonino.
ULTIME NOTIZIE Ticino
ASCONA
1 ora
«Traffico ticinese paralizzato ovunque, non ci si muove più»
Lo sfogo della deputata Michela Ris, che invita i cittadini a ricorrere al car sharing e al telelavoro: «Nel 2020 con Alptransit le cose miglioreranno? Dipende da dove si abita»
CANTONE
2 ore
Fino a 60 centimetri di neve in Vallemaggia
Allerta a nord. Ma da domenica il tempo migliora e la prossima settimana torna il sole
BIASCA
3 ore
Allarme su Fb: «Rapitori di bimbi in paese». La scuola: «È un fake»
Un post su Facebook mette in ansia i genitori. All’origine ci sarebbe un fatto reale, un automobilista che ha avvicinato una bimba chiedendole il nome e poi è ripartito
CANTONE
5 ore
Solo un distretto risparmiato dai radar
La prossima settimana niente controlli mobili a Blenio. Ben 15 le località controllate nel Luganese
CANTONE
5 ore
DFE e "responsabilità sociale delle imprese": «La tragicommedia continua»
L'MpS, critico, interroga il Governo su livelli salariali e condizioni di lavoro
BIOGGIO
6 ore
Il Municipio festeggia i 18enni
Dopo la celebrazione per l'importante passaggio alla maggiore età, la serata è proseguita con uno show e una cena
CANTONE
6 ore
Nasce il Ginnasio Liberalconservatore GLC
«In questo modo AreaLiberale e l’UDC Ticino portano i cittadini in Parlamento e il Parlamento tra i cittadini»
LOCARNO
6 ore
Lettere anonime a Dadò: «È la 150esima. Un'ossessione»
Da anni uno stalker l'avrebbe preso di mira. «Invito questa persona a dedicare il suo tempo ad altro e a sé stesso. Probabilmente ne ha bisogno»
CANTONE
6 ore
La musica contro la violenza sulle donne
In occasione della Giornata mondiale, Radio Ticino presenta un palinsesto musicale per riflettere sul tema
CANTONE
6 ore
Incendio alla Farera, condannati ed espulsi dall'Europa
I due ladri seriali hanno ricevuto condanne severe e il foglio di via con inserimento dei loro dati nel Sistema d'informazione di Schengen
S.ANTONINO
23.05.2019 - 06:030
Aggiornamento : 09:26

I dipendenti Kering impauriti: «Ci hanno detto di non parlare»

Il personale disorientato dalle notizie, e tranquillizzato dall'azienda. Trasferirsi a Novara? «Un'opzione per pochi»

S.ANTONINO - I magazzinieri della Lgi sono stati convocati a scaglioni, oggi alle 11. Poi sono usciti a gruppi a fumare in cortile: una pausa sigaretta, per digerire la notizia. Nei prossimi tre anni verranno tagliati 300-400 impieghi. Il gruppo lo ha ufficializzato oggi. 

Ma con i giornalisti le bocche restano (quasi) cucite. Il colosso del lusso Kering ha iniziato ieri sera a informare i dirigenti. Poi è toccato alla commissione del personale, e ai quadri. Poi giù a cascata, fino all'ultimo degli 800 dipendenti impiegati in Ticino dal gruppo. La parola d'ordine è: riservatezza. I colloqui informativi proseguiranno fino a domani mattina.

«Qui nessuno ha voglia di parlare» chiarisce a tio.ch/20minuti un magazziniere seduto tra una ventina di colleghi, a Sant'Antonino. Il silenzio è di rigore: non parlano neanche tra loro. Ma la discussione si accende spostandosi sul calcio. «Siamo preoccupati perché Mourinho forse andrà alla Juve» allude qualcuno. «Anche Icardi dicono che se ne andrà» aggiunge un altro. «E' un fuggi fuggi. Se ne vanno tutti». 

L'ironia aiuta, ma l'umore resta ai minimi. Fuor di metafora, i "trasferimenti" come li chiama Kering inizieranno dal 2020. Verso Trecate vicino a Novara: qui la holding francese - finora il primo contribuente in Ticino - ha in progetto di realizzare un centro logistico grande fino a sei volte quello di Sant'Antonino. Il sindacato Ocst ha confermato oggi che «a tutti i dipendenti il gruppo offrirà la possibilità di trasferirsi» ma i licenziamenti ci saranno in ogni caso. 

Ad essere colpita sarà soprattutto la logistica, ha spiegato in conferenza stampa il sindacalista Giovanni Scolari. Kering progetta di esternalizzare il settore affidandolo alla multinazionale Xpo Logistics, dove i dipendenti di S.Antonino verrebbero reintegrati. Chi vorrà. Altro contratto, altra azienda, altro paese. E soprattutto altro stipendio.

Attualmente i salari applicati da Kering in Ticino partono da 3200 franchi al mese, nella logistica. Arrivano a 3700 franchi (lordi) per un capoturno. Cento franchi in più rispetto i minimi di Ticino Moda. «Anche in Italia esiste un contratto collettivo ma gli importi sono molto inferiori» precisa Scolari. «È probabile che la grande maggioranza dei lavoratori, frontalieri residenti a Varese e Como, rimarranno a casa». 

Nel cortile dello stabilimento, a Sant'Antonino, finora sono arrivati echi confusi. Kering si è limitata a parlare di un «ridimensionamento» dovuto a una riorganizzazione «per far fronte alle nuove sfide del futuro». Nessun accenno al mega-risarcimento concordato a inizio mese con il fisco italiano: coincidenza curiosa. «Non ci hanno spiegato granché. L'unica cosa certa è che ci hanno dato i turni per i prossimi giorni» si sbottona un dipendente. Altri svicolano confessando: «Ci hanno detto di non parlare». Il gruppo si disperde e arrivano due addetti alla security. Le domande non sono gradite alla Kering, almeno in questa fase. 

tipress
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 22:56:15 | 91.208.130.87