archivio TiPress
RIVERA
13.07.2017 - 15:150

syndicom ribadisce: «Interrompete lo smantellamento»

L'assemblea del personale di RetePostale ha approvato una risoluzione invitando i comuni ad opporsi alla chiusura degli uffici postali

RIVERA - L’assemblea del personale di RetePostale ha approvato una risoluzione in cui viene ribadito con forza l’invito a tutti i comuni ad opporsi alla chiusura degli uffici postali per rallentare il processo di smantellamento. I dipendenti hanno inoltre chiesto alla Posta di interrompere immediatamente tutti i piani di ristrutturazione che mirano a licenziare il personale o peggiorare le condizioni lavorative e ribadisce la necessità di sospendere la chiusura degli uffici postali rispettando il volere dei cittadini, le esigenze dei comuni e i segnali che arrivano dal Consiglio nazionale.

Marco Forte, responsabile cantonale syndicom Ticino, ha aperto l’Assemblea ringraziando i numerosi partecipanti e ripercorrendo le tappe finora intraprese a livello regionale, sollecitando i colleghi a continuare la lotta: «Il passo indietro della Posta, che ha diminuito il numero di chiusure degli uffici postali in Ticino, non basta e non garantisce il mantenimento dei posti di lavoro».

Daniel Münger, responsabile nazionale syndicom per il settore Posta e logistica, ha sottolineato che il sindacato è pronto a tutto. Münger si dice comunque fiducioso che nella prossima sessione autunnale il Consiglio degli Stati voterà per frenare la chiusura degli uffici postali, intervenendo sulla loro raggiungibilità.

La proposta di moratoria, anch’essa in discussione nella sessione autunnale, consentirebbe di sospendere le chiusure degli uffici postali. Davanti a una chiara presa di posizione politica - sottolinea syndicom - la Posta non avrà alternativa e dovrà immediatamente sospendere il suo progetto di smantellamento. In caso contrario i lavoratori dovranno mobilitarsi ed essere pronti a tutto per difendere il proprio posto di lavoro.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Nicklugano 3 anni fa su tio
Assemblea del personale ? Il gigante giallo sta già tremando...

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-11 15:36:27 | 91.208.130.89