Cerca e trova immobili

CONSIGLIO FEDERALEPS polemico su Amherd: «Non capiamo perché non si sia assunta le sue responsabilità»

11.12.22 - 10:41
Evidente malcontento all'interno del Partito Socialista, specie dopo l'attribuzione del Dipartimento lasciato libero da Simonetta Sommaruga
Imago
Fonte Ats
PS polemico su Amherd: «Non capiamo perché non si sia assunta le sue responsabilità»
Evidente malcontento all'interno del Partito Socialista, specie dopo l'attribuzione del Dipartimento lasciato libero da Simonetta Sommaruga

BERNA - C'è disappunto in seno al Partito socialista per la mancanza di ambizione di Viola Amherd: «Non capiamo perché non si sia assunta le sue responsabilità e non abbia reclamato il DATEC per sé», afferma la co-presidente del PS Mattea Meyer alla "SonntagsZeitung".

L'attribuzione del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni, lasciato libero da Simonetta Sommaruga (PS), ad Albert Rösti (UDC) e del Dipartimento federale delle finanze a Karin Keller-Sutter (PLR), che ha invece ceduto il Dipartimento federale di giustizia e polizia nelle mani della neo eletta Elisabeth Baume-Schneider (PS), è stato un «gioco truccato» della maggioranza democentrista-liberale radicale, sostiene la Meyer in un'intervista al domenicale. «PLR e UDC si sono spartiti i dipartimenti ambiti tra di loro. Ciò mette in dubbio - afferma - l'unità e il buon funzionamento del governo».

Commentando poi il cattivo risultato ottenuto dal suo consigliere federale Alain Berset nell'elezione a presidente della Confederazione ("solo" 140 voti su 181 schede valide), la Meyer ritiene sia dovuto al risentimento della destra in governo: «È evidente che nel campo borghese abbiano voluto giocare un brutto tiro ad Alain Berset».

Egli ha ottenuto successi e in molti sondaggi è il consigliere federale più amato tra la popolazione, sottolinea la co-presidente del PS. «Il suo successo non piace però ai politici del centro-destra in parlamento». Tuttavia, Berset non ha intenzione di dimettersi: "non c'è alcun segnale che indichi che è stanco del suo incarico. Al contrario"

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Mattiatr 1 anno fa su tio
Quindi il sunto è che un banale fenomeno politico sia ingiusto perché non li favorisce e una specie di lamentela per i voti che Berset non ha ottenuto dati dei i risultati di alcuni sondaggi?

gruzi 1 anno fa su tio
Non capiamo .... sarebbe sorprendente il contrario

RV50 1 anno fa su tio
Cosa pretendete PS non siete stati in grado di designare un successore alla dimissionaria no a un successore maschile e poi che direttive avevate preso ci son volute tre votazioni per eleggere una vostra candidata per poi eleggere quella che nessuno se lo aspettava nemmeno lei ; vista la sua reazione di stupore .... guardatevi bene per le prossime elezioni federali perché così il 2 seggio é a rischio ..... e ora prendetevi le vostre responsabilità e non criticare prima ancora di vedere all'opera il nuovo Consigliere nel DATEC

tartux 1 anno fa su tio
Risposta a RV50
Per una volta vorrei dire una cosa. Il PS non rischia il secpndo seggio, volenti o nolenti è il secondo partito svizzero. Ponderando i seggi anche agli stati l'unico partiro che potrebbe rischiare il seggio è il PLR. Vedremo l'anno prossimo, resta che avere l'UDC che da anni ostacola i tentativi di rinnovo energetico perchè climatoscetti o semplicemente perchè del clima non gliene frega nulla è un po' ironico. Considerate che avere l'UDC in quel seggio potrebbe rimobilitare molto attivismo e attenzione sull'emergenza climatica facendo andar bene i partiti verdi.

Muntin 1 anno fa su tio
Speriamo sia la fine di tasse ecologiche create da PS e Verdi che servono a niente

Güglielmo 1 anno fa su tio
le letture della sinistra, se il tutto è a loro favore allora tutto bene, se non va come vogliono/dicono loro, apriti cielo... complotti, nn andrà bene, nn funzionerà... ma per piacere.. ormai sappiamo come agite...
NOTIZIE PIÙ LETTE