Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
9 min
Inflazione in aumento, anche in Svizzera
A novembre nel nostro paese è salita all'1,5%
SVIZZERA
25 min
Omicron in Svizzera, ecco il terzo caso
La persona contagiata si trova in isolamento. I primi due casi erano stati confermati ieri sera
SVIZZERA
1 ora
Affitti, il tasso di riferimento resta all'1,25%
È il livello più basso di sempre, in vigore dal marzo del 2020
Friborgo
10 ore
Abusava della figlia sin dalla sua nascita, condannato a 15 anni
Le violenze sono andate avanti per sette anni. L'uomo aveva dichiarato al suo arresto che grazie a lui «sa masturbarsi»
SVIZZERA
12 ore
Il termine “Afghanistan” blocca il versamento Twint
Un termine “sbagliato” impedisce la transazione attraverso l'app elvetica per i pagamenti. Ecco il motivo
SVIZZERA
14 ore
Omicron è ufficialmente sbarcata in Svizzera
Le due persone contagiate, che sono legate tra loro, si trovano in isolamento.
SVIZZERA
14 ore
Gli scettici vogliono creare una «società parallela»
Sfiducia nei media, rabbia verso le autorità. E ora la delusione alle urne. Gli ideologi no Vax progettano la secessione
SVIZZERA
14 ore
«Misure che equivalgono a un divieto di vita notturna»
Le decisioni del Governo sono state giudicate adeguate alla gran parte dei partiti, non da alcune associazioni.
GIURA
15 ore
Il Canton Giura chiede l'aiuto dell'esercito
Obiettivo: aumentare le capacità in vista della somministrazione del booster. C'è infatti carenza di personale formato.
GRIGIONI
16 ore
Si ribalta dopo un tamponamento
L'incidente è avvenuto nei pressi dello svincolo di Coira Nord. Lievemente feriti i protagonisti.
SVIZZERA
16 ore
Misure già rafforzate in diversi cantoni
Basilea (Città e Campagna), Soletta, Zugo e Svitto hanno reso obbligatorie le mascherine nei luoghi pubblici.
SVIZZERA
14.11.2021 - 12:160

Cop26, il video-messaggio di Sommaruga: «Non siamo soddisfatti»

La Consigliera federale esprime tutta la propria delusione per il risultato ottenuto a Glasgow.

«Il risultato non è veramente soddisfacente, anche se in alcuni punti si è fatto dei passi in avanti».

BERNA - «Date le aspettative, non possiamo essere davvero soddisfatti del risultato. Ma abbiamo ottenuto qualcosa su alcuni punti». Così la consigliera federale Simonetta Sommaruga commenta l'esito della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici Cop26.

«Le attese in merito alla conferenza sul clima di Glasgow erano molto elevate ed è normale perché dobbiamo rapidamente ridurre massicciamente le emissioni di CO2», afferma la ministra dell'ambiente in un video-messaggio pubblicato stamane su Twitter poco prima delle 08.00.

Per Sommaruga la Cop26 «non può essere definita un successo»: c'è stato disaccordo su molti punti e il risultato «non è veramente soddisfacente». Cionondimeno, in alcuni punti "si è fatto dei passi avanti». È ad esempio la prima volta che un testo afferma la volontà di uscire dal carbone e rinunciare alle sovvenzioni per carbone, petrolio e gas, sottolinea la consigliera federale, affermando come «questo è importante e va nella giusta direzione».

Tra i successi della COP26 c'è anche l'adozione di diverse norme per l'attuazione dell'Accordo di Parigi. È stato approvato un calendario comune: dal 2030, dal 2025 per gli Stati che saranno in grado di farlo, tutti i Paesi dovranno annunciare ogni cinque anni i «contributi nazionali» per il decennio seguente. Sommaruga era stata incaricata di trovare una soluzione accettabile per tutti, insieme alla sua controparte ruandese.

La Svizzera è poi riuscita a preservare uno dei suoi principali obiettivi, ossia la rinuncia al doppio conteggio delle riduzioni delle emissioni di gas a effetto serra effettuate all'estero. «Siamo stati in grado di evitare il peggio», ha detto Sommaruga a Glasgow. Anche se la decisione finale contiene ancora una scappatoia.

Ieri sera al termine della Cop26, parlando a nome del gruppo di sei Paesi che rappresenta nei negoziati - oltre alla Svizzera anche Messico, Liechtenstein, Monaco, Georgia e Corea del Sud -, Sommaruga aveva denunciato «l'inaccettabile manovra dell'ultimo minuto». La consigliera federale faceva riferimento alla richiesta, accettata, dell'India di sostituire il termine "phase out" (uscita) dal carbone per la produzione energetica con il termine "phase down" (diminuzione).

Ai media elvetici presenti a Glasgow Sommaruga non ha nascosto il disappunto del suo gruppo di negoziazione per l'annacquamento del documento finale, che è comunque stato votato dalla Svizzera. «Era difficile dire» se India e Cina avrebbero fatto cadere l'intero testo se non fossero state soddisfatte.

Sommaruga ha anche criticato la mancanza di «trasparenza» da parte della presidenza britannica della COP. «Questo non è positivo per la credibilità del processo». Il responsabile della delegazione svizzera, l'ambasciatore Franz Perrez, ha sottolineato che la presidenza ha cercato di controllare i negoziati più che nelle COP precedenti.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 2 sett fa su tio
E chi se ne frega…. Basta con questo ecoisterismo…
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 10:02:33 | 91.208.130.87