Archivio Keystone
BERNA
21.10.2020 - 12:050

Dal primo gennaio 2021, congedo paternità di 2 settimane

Per finanziare il congedo di paternità, il primo gennaio 2021 il tasso di contribuzione IPG passerà dallo 0,45 allo 0,5%

BERNA - Il congedo di paternità di due settimane, votato da oltre il 60% degli svizzeri lo scorso 27 settembre, entrerà in vigore dal prossimo primo gennaio. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale adottando anche le modifiche necessarie di alcune ordinanze

Per introdurre il congedo di paternità di due settimane è stato necessario rivedere anche l'ordinanza sulle indennità di perdita di guadagno (OIPG). In particolare sono state estese anche ai padri le disposizioni che attualmente si applicano soltanto alle madri. Visto che i neo papà avranno la possibilità di prendere il congedo in modo flessibile nei sei mesi successivi alla nascita del figlio, l'indennità di paternità non si estinguerà con la ripresa dell'attività lucrativa.

Per lo stesso motivo, la disposizione che consente alle madri di rinviare l'inizio del versamento dell'indennità di maternità se il neonato è ricoverato in ospedale per almeno tre settimane non si applicherà ai padri.

L'indennità spetterà anche ai padri disoccupati. La prestazione potrà essere richiesta una volta che il congedo sarà stato preso nella sua integralità e le indennità saranno allora pagate con un unico versamento.

Per finanziare il congedo di paternità, dal prossimo primo gennaio i contributi per le Indennità di perdita di guadagno (IPG) passeranno dallo 0,45 allo 0,5%. Le spese complessive per l'indennità di paternità ammonteranno a circa 230 milioni di franchi per il 2021.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-05 15:46:24 | 91.208.130.85