Keystone (archivio)
SVZZERA
25.05.2020 - 14:440

Arma da fuoco sequestrata in casa della vittima

Sviluppi nell'indagine sull'uccisione dell'uomo che giovedì minacciava di suicidarsi

La polizia bernese aveva fatto fuoco sentendosi in pericolo

ADELBODEN (BE) - Un'arma da fuoco è stata sequestrata nella casa dell'uomo ucciso lo scorso giovedì sera durante un intervento di polizia ad Adelboden. Lo hanno comunicato oggi il Ministero pubblico cantonale per compiti speciali e la polizia cantonale bernese, precisando che la vittima è uno svizzero di 44 anni e che le indagini sull'operazione delle forze dell'ordine vengono condotte dalla polizia cantonale zurighese.

La polizia bernese è intervenuta giovedì scorso poco dopo le 16 in un condominio dove era stato segnalato il comportamento potenzialmente pericoloso di un uomo. Questi minacciava di suicidarsi. Le forze dell'ordine sono partite dal presupposto che l'individuo potesse essere armato. Dopo un tentativo di contatto infruttuoso, gli agenti hanno individuato l'uomo in uno dei locali dietro una porta chiusa e sono entrati nell'appartamento.

A quel punto "è stata constatata una situazione che presentava una minaccia imminente", aveva dichiarato la polizia bernese. L'uomo è stato colpito da un proiettile sparato da un'arma di servizio. Nonostante i soccorsi immediati, la vittima è deceduta sul posto.
 


 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-20 00:58:28 | 91.208.130.87