TiPress - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
6 min
Oggi 750mila dosi di Moderna, lunedì arriverà anche Pfizer
Le nuove forniture permetteranno di mantenere alto il ritmo delle vaccinazioni.
FRIBURGO
34 min
L'esercito sta disturbando gli animali selvatici friburghesi?
Un'esercitazione ha avuto luogo in un'area in cui ci sono severe restrizioni anche per gli escursionisti.
GINEVRA / BASILEA
2 ore
Solidarietà con i palestinesi, in 500 a manifestare
300 persone si sono ritrovate a Ginevra, altre 200 a Basilea.
ZERMATT
2 ore
Precipita 25 metri nel crepaccio, muore un 31enne
L'escursionista è stato colto di sorpresa dal cedimento di un ponte di neve. Con lui c'erano altre sei persone.
NEUCHÂTEL
2 ore
A Neuchâtel un nuovo salone internazionale di orologeria
Si chiama "Imagination" e dall'1 al 6 settembre dovrebbe ospitare un centinaio di espositori.
PORTOGALLO / SVIZZERA
3 ore
Il Portogallo apre al turismo, anche alla Svizzera
Tutti i viaggiatori dovranno però presentare un test PCR negativo effettuato nelle 72 ore precedenti l'ingresso
SVIZZERA
4 ore
Future pandemie: i Cantoni chiedono un comitato specializzato
L'idea è di creare un organo composto in modo paritetico da rappresentanti dei Cantoni e della Confederazione.
FOTO
SVIZZERA
5 ore
1000 persone in marcia a Urnäsch
Il corteo era in programma a Zurigo ma all'ultimo momento è stato spostato nella località appenzellese.
NEUCHÂTEL 
6 ore
Contagiato il 23% degli allievi di una scuola
Un secondo test di massa sarà effettuato martedì tra le persone in quarantena che sono risultate negative
ZURIGO
20.06.2017 - 15:260

Il rumore del traffico favorisce malattie cardiovascolari e diabete

Dallo studio emerge ad esempio che il rischio di morire di infarto aumenta del 4% ogni 10 decibel in più

ZURIGO - Il rumore del traffico motorizzato aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e di diabete. Lo dicono i primi risultati dello studio SiRENE, presentato oggi a Zurigo ad un congresso sul tema.

Gli influssi negativi del rumore del traffico sulla salute degli esseri umani sono ancora poco studiati. Dal 2014 sono in corso nella Confederazione ricerche interdisciplinari nell'ambito di un studio del Fondo nazionale svizzero per la ricerca (FNS).

I risultati sinora noti mostrano che il rumore del traffico aereo, ferroviario e stradale può avere ripercussioni indesiderabili sulla salute. Le emissioni sonore provenienti dalle strade sono quelle che hanno il più grande impatto sull'insorgere di malattie cardiovascolari.

Dallo studio emerge ad esempio che il rischio di morire di infarto aumenta del 4% ogni 10 decibel in più. Il rumore del traffico motorizzato amplifica inoltre il rischio di ipertensione e di insufficienza cardiaca.

«Particolarmente critici sono i rumori notturni che disturbano il sonno», afferma in proposito Martin Röösli, direttore dello studio SiRENE e professore all'istituto tropicale e di sanità pubblica svizzera (Swiss TPH) di Basilea.

«Anche emissioni sonore inferiori ai livelli attualmente considerati accettabili possono avere ripercussioni negative sulla salute», dichiara lo specialista, citato in una nota di Swiss TPH.

Rumore e diabete - Il rumore del traffico stradale aumenta pure il rischio di diabete, secondo i risultati di un'inchiesta che ha tenuto conto di oltre 2600 persone esposte a diversi livelli di inquinamento fonico.

«Sono due i meccanismi all'origine di questo fenomeno. Da una parte, la secrezione cronica degli ormoni dello stress che influenzano il metabolismo dell'insulina. Dall'altra, gli effetti sul metabolismo in generale provocato dai disturbi del sonno», dichiara Nicole Probst-Hensch, direttrice del dipartimento di epidemiologia e sanità pubblica presso lo Swiss TPH.

I risultati dello studio SiRENE forniscono alle autorità informazioni importanti per adattare le soglie di tolleranza fissate nell'ordinanza sulla protezione contro i rumori (OPR), scrivono i due ricercatori.

Costi esterni - In Svizzera si calcola che il rumore della circolazione ha ripercussioni sulla salute che generano costi esterni per circa 1,8 miliardi di franchi. Altri fattori, come l'assenza di attività fisica o il fumo possono comunque avere effetti ancora più gravi, sottolinea il professor Röösli.

I risultati dello studio sono stati presentati oggi a Zurigo nel corso del 12esimo congresso della Commissione internazionale sugli effetti biologici del rumore (ICEBAN), che si tiene ogni tre anni.

Lo studio SiRENE (sugli effetti a corto e a lungo termine dell'esposizione al rumore stradale) è un progetto multidisciplinare che combina i risultati di esperimenti effettuati nel laboratorio del sonno, con studi epidemiologici, sondaggi e modelli di inquinamento acustico. Vi partecipano, oltre a Swiss TPH, ricercatori dell'Empa, di n-Sphere SA, delle Cliniche psichiatriche universitarie di Basilea e dell'Ufficio federale dell'ambiente.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-15 19:39:05 | 91.208.130.85