Immobili
Veicoli

IL SORPASSO... A 4 RUOTELa forza di Senna: comunicare con la gente anche adesso che non c'è più

28.04.21 - 10:45
Ci sono piloti come Charles Leclerc, nati dopo la sua morte, che raccontano come Ayrton sia stato il loro idolo
Imago
La forza di Senna: comunicare con la gente anche adesso che non c'è più
Ci sono piloti come Charles Leclerc, nati dopo la sua morte, che raccontano come Ayrton sia stato il loro idolo
SPORT: Risultati e classifiche

PORTIMAO - Sono passati 27 anni, ma ogni volta che si avvicina il primo maggio, il pensiero va dove lo porta il cuore: da Ayrton Senna che in quella domenica maledetta se ne è andato per sempre, neppure 24 ore dopo Roland Ratzenberger, il ragazzo che stava cominciando la sua avventura con una scuderia piena di guai.

Nonostante i record di Ayrton siano stati ormai abbondantemente superati da Lewis Hamilton, Senna resta nel cuore degli appassionati di Formula 1, anche di quelli che non lo hanno mai visto correre. Ci sono piloti come Charles Leclerc, nati dopo la sua morte, che raccontano come Ayrton sia stato il loro idolo, la loro ispirazione. Ragazzi che lo hanno conosciuto su youtube, sui libri, attraverso le fotografie, lo hanno eletto a loro modello, ne sono stati ispirati. La forza di Senna è questa: riesce a parlare con la gente anche adesso che non c’è più. È la forza di chi è diventato un mito, di chi è riuscito a lasciare un’eredità incancellabile. Senna in Formula 1 è un modello per i giovani e il termine di paragone per chi è diventato un campione. È quello che fu Nuvolari all’inizio della storia, quello che è diventato Fangio agli inizi della Formula 1. Quando un ragazzo diventa una promessa e un progetto di campione, scatta immediatamente il paragone con Senna nonostante ormai sia passato più di un quarto di secolo dalle sue ultime gare. “Ma chi ti credi di essere, Senna?”. Se vi capitasse di essere fermati per un eccesso di velocità, state certi che vi verrebbe posta una domanda di questo tipo.

Perché dopo così tanti anni Senna è ancora così vivo? A giustificarlo non bastano le sue cifre in pista, i tre Mondiali, le sue 41 vittorie, le sue 65 pole position. Senna ha conquistato la gente con il suo modo di intendere le corse e la vita. È stato un pilota che non si risparmiava mai, un egoista assoluto come tutti i grandi campioni, ma poi lontano dalla pista è stato di una generosità e di un altruismo eccezionali, con donazioni e progetti svelati solo quando non c’era più. Aveva uno sguardo triste, ma profondo, un legame assoluto con Dio di cui parlava con misticismo e il suo non essere banale gli ha permesso di restare nel cuore di chi lo ha conosciuto e di continuare ad affascinare chi non ne ha avuto la fortuna. Immortale. Come tutte le leggende. "…ho capito che la gente amava me", gli faceva dire Lucio Dalla nella sua
Ayrton.

COMMENTI
 
Aka05 1 anno fa su tio
Ognuno ha una sua opinione, c’è chi le corse le segue alla tv, chi ha la fortuna di andare sui circuiti, e chi invece guarda la classifica il giorno dopo sul giornale. Ripeto, alla fine sono opinioni. Ma c’è un video su YouTube “F1 - 1990 Ayrton Senna vs 2019 Lewis Hamilton “ praticamente il giro delle qualifiche a Monaco, visto dall’abitacolo dei piloti . Forse, e ripeto forse, lí capirete il pilota.
cle72 1 anno fa su tio
Prima di tutto era un signore. Basta vedere cosa ha fatto fuori dal mondo della F1. Io lo paragonerei a Niki Lauda entrambi grandi piloti, attenti a tutto e miticolosi nel fare il loro lavoro e al volante unici. Freddi calcolatori e non avevano paura di portarsi oltre al limite loro e delle macchine. I migliori piloti degli ultimi anni. Ora solo tecnologia e macchine praticamente guidate dai box con l'aiuto dell'elettronica. F1 moderna un bluff! Solo business!
F/A-19 1 anno fa su tio
Concordo, tra poco le auto saranno radiocomandate, le gare si vincono a suon di milioni investiti, sono i computer che calcolano ed elaborano una quantità enorme di parametri, dati, situazioni, variabili, ipotesi eccc.... La tecnologia avanza anche nelle auto di tutti i giorni, il pilota automatico è alle porte. Il pilota di formula non si fa più male se sbatte ad alta velocità, i controlli elettronici non lo fanno quasi più uscire di pista, le loro gare sono pilotate elettronicamente dai box, da qui chi ha un minimo di cervello capisce l’importanza del pilota al giorno d’oggi rispetto al passato, chi non lo capisce direi che si qualifica da solo.
biker 64 1 anno fa su tio
Senna pilota unico sia sul Bagnato che sull'asciutto . Luis a confronto a Senna non e NESSUNO....
F/A-19 1 anno fa su tio
Cito che ul Luis ad Imola è uscito di pista superando un doppiato, per non parlare della partenza dove si è fatto superare alla grande. Luis, ritirati ora che Mercedes ti ha permesso i 7 titoli, ora la concorrenza incalza, al contrario mostreresti le tue debolezze anche ai tuoi più fervidi sostenitori.
Heinz 1 anno fa su tio
Esatto, le capacità e la sensibilità alla guida di Senna Hamilton non ce l'ha. Questo sul bagnato esce in maniera lampante
F/A-19 1 anno fa su tio
Senna è un mito, punto.
Aka05 1 anno fa su tio
Semplicemente il migliore!
seo56 1 anno fa su tio
Grande pilota ma Hamilton è una spanna sopra!!
F/A-19 1 anno fa su tio
😂sempre voglia di scherzare...🤣🤣🤣
Swissabroad 1 anno fa su tio
Chissà chi è il suo pusher ...?
Swissabroad 1 anno fa su tio
Senna pilota uomo campione dentro e fuori. Umanità e simpatia. Lontano anni luce dal presunto leader (vince un Russell chiunque con la sua macchina) tatuato che più che emergere come uomo lo fa come oggetto di marketing. Vuoto, il nulla.
egi47 1 anno fa su tio
Bravissimo pilota, lo ricordo benissimo e ricordo anche quella maledetta domenica ma non era molto simpatico a tutti , non bisogna dimenticare che ai suoi box e a tanti suoi colleghi non era molto simpatico, con Prost poi, erano come cane e gatto. Paragonandolo oggi a Hamilton é totalmente diverso, Hamilton lo supera sia come pilota che di simpatia.
Swissabroad 1 anno fa su tio
Hamilton lo supera ah ah certo come tatuaggi
F/A-19 1 anno fa su tio
Esatto, è bastato un Russel che nemmeno ci stava dentro a quell’abito colo e con un’auto mai guidata prima per fare meraviglie, sembrava un marziano, questa è stata la prova di quanto vale Hamilton.
NOTIZIE PIÙ LETTE