Immobili
Veicoli
Chiasso, la palla passa alla pretura

CHIASSOChiasso, la palla passa alla pretura

16.11.22 - 13:18
In casa rossoblù, dopo l'Assemblea Generale Straordinaria degli azionisti, la situazione resta complicatissima.
Ti-press (Davide Agosta)
Chiasso, la palla passa alla pretura
In casa rossoblù, dopo l'Assemblea Generale Straordinaria degli azionisti, la situazione resta complicatissima.
Il club momò, sull'orlo del precipizio, potrebbe avere le ore contate.
CALCIO: Risultati e classifiche

CHIASSO - Volti scuri e poca voglia di parlare in casa Chiasso, in quello che potrebbe diventare il giorno della verità e allo stesso tempo il più nefasto per la storia del glorioso club.

Resta infatti in bilico il futuro della società, dal momento che dopo quasi due ore di Assemblea Generale Straordinaria degli azionisti - convocata dal dimissionario Davide Miozzari (assente) - non sono state trovate soluzioni definitive.

Al club momò, in grosse difficoltà economiche, serve innanzitutto liquidità e un piano di sostenibilità finanziaria per evitare che, con un colpo di spugna, vengano cancellati 117 anni di storia.

In giornata, stando a quanto anticipato dalla “Rsi”, il revisore esterno presente all’Assemblea depositerà i libri contabili in pretura a Mendrisio, cui passerà la “palla”. Toccherà infatti alla pretura, in tempi piuttosto brevi (ore o verosimilmente giorni), stabilire se le garanzie fornite dalla “FC Chiasso 2005 SA” sono sufficienti per proseguire l’attività, o se dovrà chiudere i battenti.

COMMENTI
 
vulpus 2 sett fa su tio
Ma per chi ancora è rimasto, un colpo di orgoglio, e ripartire seppur dal basso , ma a testa alta. In questa situazione anche se arrivasse qualche finanziamento vorrebbe dire solo prolungare l'agonia.Quante persone seguono le partite? Solo i tifosi della vecchia guardia , che magari avevano anche giocato in tempi passati.
Boss 3 sett fa su tio
normale che finisse così … ma avete visto in questi anni che era al potere ….
Elveg 3 sett fa su tio
A fà i da pü, la finis isci!! Chiamasi malgestione e zero controllo!!!
antonio.bernasconi 3 sett fa su tio
Che tristezza!!! Dopo anni di sbandamento totale con un club senza un minimo di struttura sociale lasciato nella mani di una sola persona tale Bignotti è arrivato il momento di chiudere con un club che per tanti anni è stato un fiore all'occhiello del calcio ticinese. Ora con il magone in gola credo proprio che la parole fine si già stata scritta. Se sarà così non c'è altro da dire se non: "Addio vecchio diavolo d'un Chiasso".
Alex 3 sett fa su tio
società di pagliacci!nessuno sentirà la mancanza!
dan007 3 sett fa su tio
Chiasso lasciate Stare concentratevi sui centri asilantie smistamento merci e gestione doganale
Boh! 3 sett fa su tio
Dispiace dirlo, ma trattasi di selezione naturale…
NOTIZIE PIÙ LETTE