Keystone (foto d'archivio)
MODENA
24.10.2020 - 12:040
Aggiornamento : 21:14

Rapina in casa, presenti anche i figli

«Sono stati brutti momenti».

I malviventi hanno agito a volto coperto.

MODENA - Una normalissima sera a casa in famiglia? No, quella trascorsa giovedì da Luca Toni è stata tutt’altro che ordinaria. Tutt’altro che serena. Mentre stava trascorrendo ore tranquille insieme con i figli, l’ex campione italiano ha infatti subito una rapina.

Dei malviventi hanno fatto irruzione nell’abitazione e, armi in pugno, hanno minacciato il 43enne (non coinvolgendo però i bambini) intimandogli di consegnare denaro e oggetti preziosi. Chiusa la bruttissima esperienza, l’ex calciatore ha chiamato le forze dell’ordine le quali, nonostante i rapinatori fossero tutti a volto coperto, hanno cominciato un’indagine basandosi sulle numerose telecamere presenti nella zona. Visibilmente provato, Toni ha provato ad archiviare la vicenda con un poco rilassante: «Sono stati brutti momenti».

CALCIO: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-01 13:12:11 | 91.208.130.87