INTERVISTA
10.02.2014 - 07:340
Aggiornamento : 13.11.2014 - 11:32

A 140 km/h in autostrada? L’iniziativa nasce su Facebook

Ed è subito un successo! Abbiamo intervistato il suo creatore, Marco Schläpfer, che ora vuole fare sul serio: "presto una raccolta firme!"

Proprio nel bel mezzo di una settimana particolarmente calda per le votazioni, conclusasi domenica, è spuntata un'altra proposta sulla quale, forse, un giorno saremo chiamati ad esprimerci alle urne. Il tutto è iniziato sul più frequentato dei social network (facebook) ed ha ottenuto un successo davvero sorprendente. Trattasi di una pagina che in pochissimi giorni (quattro per la precisione) è riuscita ad ottenere qualcosa come oltre 100'000 “mi piace”. Il suo obiettivo? Poter introdurre il limite di velocità a 140 km/h in determinati tratti autostradali. E ora il suo iniziatore, Marco Schläpfer, un 29enne zurighese laureato all’HSG di S. Gallo, vuole fare sul serio iniziando la raccolta firme.

“Il tutto è iniziato spontaneamente: io e molti altri automobilisti non ci sentivamo più a nostro agio sulle strade, con sempre più limiti e restrizioni, oltretutto pagando sempre più tasse. Ci sentivamo oppressi. Era giunto il momento di cambiare qualcosa!”

Ve lo aspettavate un successo così enorme in così poco tempo?

“Essendo un imprenditore attivo in rete sapevo che Facebook ha un grande potenziale politico, tuttavia pensavo che ci volesse almeno una settimana per superare i 100'000 “mi piace”, e non solo quattro giorni!”

Tra queste 100'000 adesioni v’è stato anche qualche politico ad offrire il proprio supporto?

“Certamente! A livello nazionale sono stati in particolare Lukas Reimann (UDC) e Mauro Zeier (Giovani PLR) ad aver offerto il loro sostegno. Ma anche molti giovani politici locali sono disposti ad aiutarci, senza contare le centinaia di offerte da parte di normali cittadini che vogliono contribuire alla buona riuscita dell’iniziativa. Ogni aiuto conta, ma non si sa bene per quale motivo quando bisogna difendere gli automobilisti molti politici prendono paura e temono per la loro rielezione, infilando la testa nella sabbia.”

Quale sarà quindi il vostro prossimo passo?

“Attualmente sto redigendo il testo da consegnare alla Cancelleria Federale, dopodiché si inizierà con la raccolta firme.”

Volete unicamente poter aumentare il limite di velocità su determinati tratti autostradali o avete in mente anche qualche altro progetto?

“L’obiettivo principale dell’iniziativa è che il governo inizi finalmente a lavorare in modo concreto negli interessi del cittadino (e non del proprio portafoglio) quando si tratta di affrontare questioni legate alla circolazione stradale. Li invitiamo a pensare fuori dagli schemi - per esempio ad introdurre il sorpasso da destra, risolvere il problema dei lentissimi sorpassi tra autocarri, e via dicendo. Non escludo che in tal senso, qualora non vedessimo progressi, ci riattiveremmo nuovamente con altre iniziative.”

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 15:27:38 | 91.208.130.89