Keystone
UNGHERIA
11.11.2020 - 07:530

L'Ungheria verso una stretta costituzionale sulla comunità Lgbt

Una bozza di emendamento propone la definizione "la madre è una donna, il padre è un uomo"

BUDAPEST - L'Ungheria procede a passo spedito verso una stretta costituzionale sulla comunità di lesbiche, gay, bisessuali e transgender (Lgbt): una bozza di emendamento della Costituzione inviata al parlamento dal ministro della giustizia Judir Varga propone di introdurre la definizione "la madre è una donna, il padre è un uomo" e di definire il genere alla nascita.

«L'Ungheria - è scritto nel testo costituzionale - protegge il diritto dei bambini all'identità personale in base al loro genere. Assicura l'istruzione secondo i valori basati sull'identità costituzionale dell'Ungheria e sulla cultura cristiana».

La Costituzione ungherese è stata riscritta subito dopo l'ascesa al potere del premier Viktor Orban nel 2010.

Nel maggio scorso è entrato in vigore il divieto di cambiare legalmente il proprio genere, rendendo impossibile per i transgender che i loro documenti ufficiali contengano il loro genere e nome in conformità con la loro identità di genere. Dal 2018 nelle università del paese è anche vietato tenere corsi di studi di genere.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 19:08:51 | 91.208.130.85