Immobili
Veicoli

STATI UNITIOstaggi in una sinagoga in Texas

15.01.22 - 21:39
Sul posto sono intervenuti gli specialisti della SWAT e dell'FBI
Keystone
Ostaggi in una sinagoga in Texas
Sul posto sono intervenuti gli specialisti della SWAT e dell'FBI
L'uomo, armato, chiede di poter parlare con la sorella, ora in carcere

TEXAS - Un uomo con un accento britannico tiene in ostaggio un rabbino e la sua congregazione in una sinagoga a Colleyville in Texas, vicino Dallas. Le autorità sono sul posto insieme al corpo speciale degli SWAT e all'Fbi. Facebook ha interrotto la diretta della cerimonia.

La Casa Bianca è stata informata sull'emergenza alla sinagoga in e monitora l'evolversi della situazione.

«Fatemi parlare con mia sorella». Sono alcune delle parole dell'uomo che sta tenendo in ostaggio i fedeli.

Parlando con le autorità fuori dalla sinagoga, il sequestratore con un forte accento britannico fa riferimento al tempo trascorso in Gran Bretagna e si chiede «cosa c'è di sbagliato in America». L'uomo ha inoltre detto: «Non piangete per me, io morirò».

Il sequestratore della sinagoga afferma di essere armato e dice di essere il fratello di Aafia Siddiqui. Lo riporta Abc citando alcune fonti.

La pachistana Siddiqui è considerata una terrorista ed è in carcere con l'accusa di aver cercato di uccidere soldati americani e agenti dell'Fbi durante l'interrogatorio dopo il suo arresto nel 2008 nella provincia afghana di Ghanzi. La donna sarebbe legata ad Al Qaida.

Sarebbero quattro gli ostaggi: il rabbino e altri tre. Lo riportano i media americani. «Se qualcuno cercherà di entrare nell'edificio, vi dico che moriranno tutti», ha detto il sequestratore secondo quanto riportato dai media.

Articolo in aggiornamento

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO