Cerca e trova immobili

QATARGATEIl racconto di Eva Kaili sull'origine dei soldi

15.12.22 - 17:38
La ex vicepresidente avrebbe scoperto i soldi nelle ore precedenti all'arresto
keystone-sda.ch / STF (STEPHANIE LECOCQ)
Fonte Ats ans
Il racconto di Eva Kaili sull'origine dei soldi
La ex vicepresidente avrebbe scoperto i soldi nelle ore precedenti all'arresto

BRUXELLES - «Non diventerò Ifigenia». Eva Kaili, l'ex vicepresidente del Parlamento europeo indagata nello scandalo che sta terremotando le istituzioni europee, torna a rivendicare la sua innocenza e assicura, tramite il suo avvocato, che non farà la fine della figlia di Agamennone e di Clitemnestra che nel mito greco viene sacrificata.

«Kaili non ha alcun coinvolgimento con i soldi che sono stati trovati, tranne che lei stessa era nella casa in cui è stato trovato il denaro», ha detto oggi Michalis Dimitrakopoulos, avvocato di Eva Kaili e dei suoi familiari, alla tv greca ANT1.

«Tutte le azioni e le iniziative della signora Kaili sono state approvate dal Parlamento europeo. Non c'era un'agenda personale della signora Kaili, tutto era una decisione politica del Consiglio europeo e della Commissione e non solo del Parlamento europeo e della signora Metsola», ha spiegato Dimitrakopoulos.

Quanto al compagno Francesco Giorgi, l'avvocato dell'ex vicepresidente del Pe sostiene che «il marito conferma ciò che la signora Kaili dice sui soldi: tutto è successo in quelle ore, quando Kaili ha visto i soldi, non ha avuto una risposta convincente sulla loro origine e ha subito chiesto che i soldi uscissero di casa. Suo padre si è preso la responsabilità di essere il corriere, perché non c'era nessun altro».

Kaili, attraverso il suo avvocato, mostra infine comprensione sulla sua destituzione dalla carica di vicepresidente del Parlamento europeo: «Se fossi presidente, farei lo stesso fino a quando il caso non sarà chiarito».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

seo56 1 anno fa su tio
🤡🤡🤐🤐

Meiroslnaschebiancarlengua 1 anno fa su tio
Com'era già quella storia del burattino al quale s'allungava il naso?

Johnnybravo 1 anno fa su tio
si vabbè , ovvio che ora cerca di arrampicarsi sul vetri... sennò come si piegano tutti quei bei discorsi sul Qatar, da lei elogiato come esempio per i diritti dei lavoratori??? Solo ricevendo soldi puoi fare un discorso cosi mistificatore della realtà, patetica e ridicola. Poi in casa sua i soldi sono entrati da soli vero? e se fosse stata vera tutta questa storiella, come mai il padre, invece di chiamare la polizia (trovando soldi non di sua figlia in casa) prende il malloppo e cerca di svignarsela alla chetichella? Avrebbe dovuto far intervenire le forze dell'ordine, cosi avrebbe potuto dimostrare che era in buona fede... Ma per favore, quante storielle ridicole racconta questa.... non vuole fare la fine della figlia di Agamennone? Farà la fine di Icaro... ma fatemi il piacere.
NOTIZIE PIÙ LETTE