keystone-sda.ch / STF (Carolyn Kaster)
STATI UNITI
15.10.2020 - 18:560

Twitter ha bloccato un articolo contro Biden che non era fake news

Ed era stato pubblicato dal New York Post, la scelta ha suscitato molte polemiche: «I social oggi fanno propaganda»

NEW YORK - Ha generato molto scalpore negli States la decisione di Twitter di bloccare un articolo del New York Post che prendeva di mira la famiglia Biden, partendo da una serie di email del figlio Hunter con la Cina, trafugate dal suo computer.

La scelta, che è stata criticata anche dal boss del social Jack Dorsey, è senza precedenti perché prende posizione sulle fonti piuttosto sul contenuto del pezzo. Non si tratta, infatti, di “fake news” – come quelle che, da qualche tempo, il social blocca o invita a contestualizzare – sebbene le email siano state ottenute in maniera criticabile, la loro veridicità non è mai stata messa in questione, nemmeno dai Biden.

Per i repubblicani (Trump compreso) si tratta di una mossa chiaramente profilata e dal sapore di censura, diverse le condanne anche da parte di personalità non conservatrici. Forte l'indignazione del quotidiano: «Facebook e Twitter, ormai non sono più piattaforme mediali, ma macchine di propaganda».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-19 09:30:12 | 91.208.130.87