STATI UNITI
12.04.2014 - 11:460
Aggiornamento : 25.11.2014 - 03:48

Robert Pattinson e Kristen Stewart strapagati per Twilight

Secondo la Goldcrest Film Distribution, i due attori avrebbero ricevuto bonus milionari per recitare nei cinque episodi della celebre saga

LOS ANGELES - Robert Pattinson e Kristen Stewart sono stati citati in giudizio mercoledì scorso per dei presunti pagamenti extra del valore complessivo di 3,6 milioni di euro ricevuti sul set del primo episodio di Twilight.

A presentare la causa alla Corte di Los Angeles è stata la compagnia finanziaria Goldcrest Film Distribution secondo cui lo studio cinematografico Summit Entertainment avrebbe corrisposto circa 1,8 milioni in più del cachet pattuito a ciascuno dei due protagonisti della serie, sottraendo così risorse all'intera produzione.

Secondo l’accusa - come riporta TMZ - Pattinson avrebbe ricevuto subito un bonus di 216mila euro per il primo episodio di Twilight, pagamento calcolato sull'incasso colossale di 253 milioni di euro registrato dal film.

Per convincere l'attore e la sua co-star Kristen Stewart a recitare anche nel secondo episodio, «The Twilight Saga: New Moon», i produttori della fortunata serie avrebbero elargito in un secondo momento circa 1,8 milioni di euro ad entrambi i vip.

Secondo quanto riportato da The Wrap la Goldcrest Film Distribution sostiene che parte del bonus corrisposto ai due prestigiosi attori sarebbe spettato all'azienda, che nel 2008 ha firmato un contratto di appalto del valore di 7,2 milioni di euro con la Summit per la distribuzione di 4 episodi della saga.

I cinque film tratti dai romanzi vampireschi di Stephenie Meyer, forti anche della partecipazione di attori di prim'ordine come Pattinson, la Stewart e Taylor Lautner, hanno incassato ad oggi nel mondo la colossale cifra di 1.800 milioni di euro.

Sempre secondo il sito, la Goldcrest Film Distribution ha fatto causa alla Summit a seguito di un'indagine finanziaria condotta da una società esterna che ha messo in luce forti discrepanze tra i costi dichiarati e gli incassi effettivi dello studio cinematografico.

La Summit è accusata di mancata cooperazione e di aver ostacolato una revisione dei conti completa.

© Cover Media

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-01 20:59:36 | 91.208.130.85