Immobili
Veicoli
«La corsia CUPRA sia aperta tutto l'anno»

CANTONE / SVIZZERA«La corsia CUPRA sia aperta tutto l'anno»

20.09.22 - 15:57
Il consigliere nazionale Lorenzo Quadri chiede al Governo una gestione «più flessibile» della corsia preferenziale.
USTRA
«La corsia CUPRA sia aperta tutto l'anno»
Il consigliere nazionale Lorenzo Quadri chiede al Governo una gestione «più flessibile» della corsia preferenziale.
Il deputato leghista chiede inoltre che venga anticipato l'inizio dei lavori per la creazione di una bretella definitiva.

BERNA - CUPRA, la corsia di uscita preferenziale creata prima del tunnel del San Gottardo sull'A2 per facilitare l'accesso ai passi, è stata molto apprezzata (e utilizzata) durante i weekend dei mesi estivi.  Il corridoio di scorrimento di sette chilometri che porta le auto dalla galleria artificiale di Quinto all'uscita di Airolo ha quindi raggiunto il proprio obiettivo: quello di preservare la strada cantonale e i nuclei dell'Alta Leventina da un traffico sempre più insostenibile. 

Ed è proprio per questi motivi che il consigliere nazionale Lorenzo Quadri ha deciso d'inviare una mozione a Berna affinché la corsia CUPRA venga «gestita in modo più elastico» e possa essere utilizzata «durante tutto l’anno e sette giorni alla settimana». Il deputato leghista chiede inoltre a Berna di velocizzare i lavori per la variante definitiva del progetto, anticipando la data d'inizio del cantiere (della durata di due anni) che è attualmente prevista nel 2024. «In considerazione dei buoni risultati ottenuti dalla sperimentazione di CUPRA e dall’aggravarsi della situazione delle code al San Gottardo che si formano anche in giorni e orari insoliti - si legge nel testo della mozione di Quadri - si chiede di gestire il corridoio di scorrimento in modo più elastico, permettendone l’apertura sull’arco di tutto l’anno e di tutta la settimana, secondo la necessità».

La forma definitiva - Il progetto “CUPRA” nella sua forma definitiva prevede l’aggiramento dell’area di servizio di Stalvedro mediante una bretella apposita e la posa di una segnaletica specifica e automatizzata. L’obiettivo di questa corsia preferenziale è di ridurre il travaso di traffico sulla strada cantonale in direzione nord, causa di disagi e pericoli per la popolazione residente. Attualmente il progetto – pubblicato lo scorso anno – è in consultazione presso gli uffici cantonali e federali.

COMMENTI
 
Pippo70 2 sett fa su tio
Ma poi la spala Quadri la neve sui passi? 🤣🤣🤣
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO