Cerca e trova immobili

CANTONEDopo la Lugano Card, una Ticino Card?

27.04.20 - 16:16
Una carta sconto cantonale, a sostegno dell'economia locale. La chiedono 24 deputati in una mozione
tipress
La Lugano Card.
La Lugano Card.
Dopo la Lugano Card, una Ticino Card?
Una carta sconto cantonale, a sostegno dell'economia locale. La chiedono 24 deputati in una mozione

BELLINZONA - Dalla Lugano Card alla Ticino Card. Creare una carta sconto cantonale, sul modello di quella già in funzione nella Grande Lugano. Per dare benzina ai consumi a km zero e sostenere l'economia locale, in un momento difficilissimo.

È la proposta avanzata oggi da una mozione interpartitica presentata da Maristella Patuzzi (Più Donne, prima firmataria) e sottoscritta da 24 deputati, da destra a sinistra.

«In questo periodo in cui la maggior parte delle attività sono sospese, ci rendiamo conto in maniera ancora più evidente dell’importanza di valorizzare le realtà economiche, culturali e ricreative presenti sul nostro territorio» si legge nella mozione.

L’idea - spiega Patuzzi - è di creare una nuova tessera ad uso di tutti i residenti in Ticino, la quale «offra numerosi vantaggi e sconti per negozi, musei, teatri, concerti, ristoranti e bar, corsi e seminari, attività sportive, eventi, trasporti pubblici, funivie, centri benessere e tutte le strutture che desiderano aggiungersi a queste convenzioni».

Altra particolarità: l’accessibilità a tutta la popolazione, senza discriminazioni d’età. Uno strumento «per incoraggiare le famiglie a esplorare e conoscere il nostro territorio» nella speranza che, nel prossimo futuro, «il nostro territorio verrà sicuramente valorizzato maggiormente da un turismo “interno” alla Svizzera». Ora la palla passa al Consiglio di Stato, chiamato a dare un giudizio sull'idea - ed eventualmente a realizzarla. 

Le proposte al governo: 

- Valutare la reale possibilità di concretizzare questa Ticino Card tenendo anche in considerazione che sul territorio ticinese ve ne sono parecchie segmentate nelle varie Regioni.

- La possibilità eventuale di raggrupparle tutte in un'unica offerta (Ticino Card) per soli residenti comprovati tramite i rispettivi comuni di domicilio (uffici controllo abitanti)

- I finanziamenti per la realizzazione potrebbero provenire direttamente dal budget che ogni anno il Cantone versa agli enti turistici OTR e/o all’ATT.

- La distribuzione verrebbe organizzata nei rispettivi comuni di residenza. Questo per non creare ulteriore carico all’Amministrazione cantonale e permetterebbe di avere un controllo anagrafe di coloro che la richiederanno.

- Una promozione su tutto il territorio con la partecipazione libera dei privati (attività commerciali di tutti i settori) a voler sottoscrivere una convenzione a beneficio degli utenti e dei commerci stessi.  

Firmatari:

Maristella Patuzzi (prima firmataria), Eolo Alberti, Sabrina Aldi, Massimiliano Ay, Omar Balli, Henrik Bang, Boris Bignasca, Daniele Caverzasio, Andrea Censi, Claudia Crivelli Barella, Maddalena Ermotti-Lepori, Tiziano Galeazzi, Cristina Gardenghi, Sabrina Gendotti, Raoul Ghisletta, Nadia Ghisolfi, Fabio Käppeli, Tamara Merlo, Marco Noi, Paolo Ortelli, Matteo Quadranti, Nicola Contenere, Andrea Stephani, Omar Terraneo.

NOTIZIE PIÙ LETTE