Tipress (archivio)
ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO E VIDEO
CANTONE/SVIZZERA
4 ore
A Lugano l'eccellenza della gastronomia svizzera
Sono oggi 122 i ristoranti stellati proposti dalla Guida Michelin Svizzera
FOTO E VIDEO
LOSONE
4 ore
Principio d'incendio in un appartamento
I pompieri hanno potuto spegnere rapidamente le fiamme
CONFINE
5 ore
Coronavirus: deceduto il 62enne ricoverato a Como
Il 62enne di Castiglione d’Adda era stato trasferito nel reparto malattie infettive
LOCARNO
5 ore
Licenziamento illegittimo: «Il Municipio chieda scusa e reintegri l’operaio»
Per il TRAM il licenziamento di un dipendente è ingiustificato. Sirica: «Scandaloso da parte di un ente pubblico!»
BELLINZONA
7 ore
«Sostegno all'acqua potabile cubana»
Un'interrogazione di Alessandro Lucchini chiede di prelevare un contributo di solidarietà
CANTONE
8 ore
Gruppo Cadei, scarcerate le quattro persone indagate
Non c'erano più i presupposti per la detenzione preventiva. L'inchiesta nel frattempo prosegue
CANTONE
8 ore
Coronavirus: arriva il test in Ticino
Nei prossimi giorni sarà possibile fare un esame specifico "in loco". «Prima o poi ci saranno casi anche da noi».
MENDRISIO
9 ore
Il giallo della biblioteca Torriani
La sinistra del Magnifico Borgo chiede lumi su una convenzione stipulata nel 1990 con un privato cittadino
FOTO E VIDEO
CAMPIONE D'ITALIA
9 ore
Coronavirus, anche nell'enclave la scuola è chiusa
Si tratta di una delle misure preventive messe in atto dalla Regione Lombardia
CANTONE
10 ore
Coronavirus, mascherine e disinfettanti introvabili anche in Ticino
Diverse farmacie del Luganese li avevano finiti già questa mattina. E non è dato sapere quando arriveranno nuove scorte
LUGANO
10 ore
Incentivi per le e-bike: tutte le informazioni
Ecco come effettuare la richiesta di contributo e chi ne può usufruire
LOCARNO
21.01.2020 - 17:100

Il PLR sui progetti di Monte Brè e Cinque Vie: «Teniamo alto il livello di guardia»

La sezione di Locarno del Partito liberale osserva l'evoluzione della situazione e solleva perplessità e critiche puntuali

di Redazione

LOCARNO - Il resort sul Monte Brè s’ha da fare? La domanda, ormai da mesi, torna ciclicamente a tenere banco a Locarno a pari passo con l’evolversi dell’iter pianificatorio avviato a seguito dell’iniziativa popolare promossa per modificare i parametri edificatori del quartiere. «La sostenibilità ambientale è sempre una priorità», precisa la sezione di Locarno del Partito liberale radicale. «Per questo sosteniamo il lavoro dei nostri rappresentanti in Municipio e Consiglio comunale a favore della preservazione e della valorizzazione del territorio comunale».

In questo senso - precisa la sezione PLR - la Città ha fatto i passi necessari: «La proposta di una zona di pianificazione limita le possibilità d'intervento, quindi il Monte Brè è tutelato, indipendentemente dai contenuti del progetto proposto dagli investitori, che dovrà inserirsi nel contesto armonioso del quartiere e rispettare quelle che saranno le nuove indicazioni pianificatorie». Il PLR - viene precisato nella nota -  monitora costantemente e con grande attenzione la situazione, affinché siano rispettati gli interessi di tutte le parti in causa, popolazione locarnese in primis.

Nelle ultime settimane è tornata però in auge anche la questione Cinque Vie. Tre anni dopo la domanda di costruzione, poi ritirata, per il centro La Campagna nel sopracitato comparto, i promotori del progetto immobiliare hanno inoltrato una seconda pubblicazione, di poco differente dalla prima. Il nuovo centro polifunzionale – che nell’idea dei promotori comporterebbe anche la demolizione di una villa formalmente ancora sulla lista degli edifici da proteggere – comprenderebbe un’unità residenziale, una amministrativa,
un supermercato e altre superfici commerciali, oltre a una nuova stazione di servizio che andrebbe a sostituire quella già esistente. «Ma la recente iniziativa - continua il PLR - non scioglie i dubbi che avevano portato all’opposizione al precedente progetto. Auspichiamo che in futuro l’attuale PR, ormai obsoleto, venga aggiornato, promuovendo un piano strategico al passo con le esigenze di popolazione e mercato. Siamo altresì consci del fatto che i promotori hanno tutto il diritto di muoversi a loro discrezione entro i termini permessi dal Piano regolatore e che la palla è anzitutto nelle mani degli Uffici cantonali, ma riteniamo che anche il nuovo progetto sollevi delle
criticità che non vanno sottovalutate».

«Un piano viario funzionale – viene precisato - favorito anche da un «potenziamento del trasporto pubblico, una migliore
vivibilità dei quartieri e il sostengo ai commerci locali sono aspetti molto cari alla nostra sezione e il progetto nel comparto Cinque Vie sembrerebbe cozzare con questi interessi». Per la sezione PLR il centro polifunzionale (con
l’annesso parcheggio) porterebbe infatti a «un importante aumento del traffico in una zona già pesantemente toccata dal problema. Inoltre, l’apertura di un supermercato andrebbe in concorrenza con i commerci della Città Vecchia. Un quartiere vivo e dinamico che soffrirebbe sicuramente la presenza di una tale struttura nelle immediate vicinanze».

La Città Vecchia - precisa la sezione in conclusione - è patrimonio e importante motore della nostra Locarno e il lavoro svolto negli anni – nonché l’impegno che si sta attualmente profondendo per rendere sempre più attrattivo e vivibile il quartiere – «va difeso e valorizzato, non messo a repentaglio».

Commenti
 
Mattiatr 1 mese fa su tio
Alla mia regione lo stetto PLR ha fatto per due elezioni cantonali la stessa promessa. Dopo sei anni non sono ancora riusciti ad esser coerenti, né con le ideologie liberali, né con se stessi. Un partito liberale che propone restrizioni ai provati, ridicoli!
4cerchi 1 mese fa su tio
Il circo.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-25 01:27:55 | 91.208.130.87