Ti Press (archivio)
CANTONE
13.12.2019 - 21:450

Congedo paternità, libertà di adesione per i membri dell'Udc

Il comitato cantonale dei democentristi si è riunito oggi per la prima volta dopo il successo delle elezioni federali

di Redazione

RIVERA - Per la prima volta dopo le federali, il comitato cantonale dell’UDC Ticino si è riunito oggi a Rivera.

Il presidente Piero Marchesi ha innanzitutto ringraziato i presenti (una sessantina) per l'impegno che ha permesso al partito di raccogliere oltre 40mila adesioni alle urne e di mandare Marco Chiesa agli Stati. Marco Chiesa dal canto suo, oltre a ringraziare i presenti per il sostegno ricevuto, ha dichiarato «che il successo è un punto di partenza nella strategia di crescita dell’UDC in Ticino».

Eccezionalmente, il comitato ha voluto prendere posizione su un referendum ancora in corso, ossia quello contro il congedo di paternità. Eros Mellini ha spiegato brevemente le posizioni contrastanti all’interno del partito svizzero: mentre l’UDC della Svizzera tedesca sostiene il referendum, la parte romanda si è dichiarata a favore del congedo paternità ridotto di due settimane, che nel frattempo è stato votato dall’Assemblea federale.

Dopo una breve discussione rivelando delle visioni anche molto divergenti dei presenti, il comitato cantonale ha deciso quasi all’unanimità (con due astensioni) di lasciare ai membri del partito la libertà di sostenere o no la raccolta di firme.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-29 06:41:25 | 91.208.130.86