Tio.ch/20 minuti
Da sinistra verso destra: Stefano Caligari, Werner Nussbaumer e Giorgio Giacomazzi
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
10 ore
«Mascherine gratis sui mezzi pubblici»
Lo chiede il Partito socialista in una lettera aperta indirizzata al Governo ticinese
VIDEO
LOCARNO
10 ore
I dinosauri sono sbarcati nella Rotonda di Locarno
Ecco Dinosaurs Park, la mostra evento che apre i battenti domani in Piazza Castello
CANTONE
10 ore
Vacanze negate: «C'è chi l'ha presa male»
Italia, Spagna. Ma anche la Serbia, con qualche escamotage. I vacanzieri si preparano a lasciare il Ticino. Come?
GRAVESANO
13 ore
Medio Vedeggio, si vota il 18 ottobre
Il Consiglio di Stato ha fissato la data della votazione sul progetto aggregativo tra Bedano e Gravesano.
LUGANO
13 ore
Troppi incivili: il Municipio chiude la Foce
Nel weekend lo sbocco del Cassarate non sarà accessibile dalle 20.00. Colpa dei vandalismi, e dei rifiuti
CANTONE
13 ore
Orari nei licei: consegnata la petizione
Il sindacato degli studenti ha recapitato oggi 730 firme alla cancelleria dello Stato
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
«Poca voglia di far spesa in Italia»
Secondo Migros gli svizzeri sono tornati in massa a far spesa oltre confine dalla riapertura delle frontiere.
CANTONE
14 ore
Il Ticino rialza il livello d'allerta
L'aumento dei contagi ha fatto passare dal blu all'arancione la campagna cantonale di sensibilizzazione.
CANTONE
15 ore
Diplomi per giovani talenti dello sport e dell'arte
Si è svolta il 26 giugno la cerimonia di consegna degli attestati federali presso la Scuola professionale per sportivi.
FOTO
CANTONE
15 ore
Luce verde (e milioni) alla mobilità della Capitale
Il Consiglio di Stato ha dato via libera ai crediti per la progettazione e la realizzazione del PAB3.
LUGANO
17 ore
«Una coppia di giovani insospettabili»
Arrestate due persone ieri in via Trevano. Durante l'intervento, un agente ha esploso per errore un colpo di pistola
FOTO
CANTONE
18 ore
Letteratura e territorio si fondono sul web
Creata una mappa interattiva delle citazioni e dei luoghi legati agli autori che hanno vissuto o soggiornato nel cantone
LUGANO
14.12.2018 - 12:010
Aggiornamento : 13:52

«Troppi impiegati statali, i ticinesi non lavorano più»

L'aeroporto di Agno? Chiuso per creare un centro di ricerca sulla canapa. Stop agli albi professionali. E mezzi pubblici gratuiti. È il futuro sognato dalla neonata Lega Verde di Werner Nussbaumer

LUGANO – Werner Nussbaumer torna in pista. A 70 anni suonati il medico di Gravesano lancia un nuovo movimento, la Lega Verde, in vista delle prossime elezioni cantonali. L'ennesima sfida di un uomo capace di fare discutere, sempre e comunque. «Mi candido per un posto in Consiglio di Stato – conferma –. Ho fatto politica per tanti anni. Sono sempre lo stesso. Le mie idee sono sempre uguali anche se cambiano i nomi dei partiti». 

Tre amici al bar – Il "dottor cannabis", così ribattezzato negli anni per la sua lotta in favore della canapa terapeutica, si presenta con un maglione variopinto e col sorriso stampato in volto. Siamo in una saletta del Canvetto di Lugano. Accanto a lui, i suoi due compagni di avventura. Da una parte Stefano Caligari, segretario politico, ex direttore dell'Agricoltore Ticinese, e già direttore di Ticinowine. Dall'altra, Giorgio Giacomazzi, un neofita della politica, esperto di consulenze aziendali. 

Faremo la fine delle api – «Mi rimetto in gioco per un motivo chiaro – sostiene Nussbaumer –. Purtroppo la situazione ambientale peggiora di giorno in giorno. In passato ho sbagliato a essere troppo molle su questi aspetti. Credevo che la situazione con cui ci troviamo confrontati oggi, non si presentasse prima del 2050. I bambini nascono già malati. Vedete la fine che stanno facendo le api? Faremo anche noi la stessa fine, se non interveniamo. La Svizzera è al centro dell'Europa. Fino a qualche anno fa eravamo leader in questo ambito. Ora non più. Non vogliamo neanche i parchi nazionali».

Nemici degli USA – Nussbaumer è categorico. Nei Verdi "tradizionali" non si identifica più da tempo. E lo ribadisce. La sua linea sarà, comunque, quella della difesa dell'ambiente e della salute dell'essere umano. «Non capisco la battaglia dell'UDC per staccarsi dall'Unione Europea. Abbiamo bisogno dei bilaterali. Dovremmo piuttosto combattere gli Stati Uniti, che hanno distrutto il nostro sistema bancario e che non hanno sensibilità ambientale». 

Giudici più equi – Qualche parola anche sul tema della giustizia. «La giustizia da noi non funziona perché non c'è la separazione dei poteri. I giudici devono essere eletti dal consiglio della magistratura. Quando ci sono 4-5 candidati validi, bisognerebbe tirare a sorte. Così non ci sarebbero favoritismi». 

Troppi statali – Tema lavoro. Nussbaumer attacca il Cantone. «I ticinesi non lavorano più. Ci sono tantissimi impiegati statali, il doppio rispetto ad altri Cantoni di pari dimensioni. I ticinesi fanno gli statali o i para statali. E poco altro. C'è una sorta di parassitismo. Bisogna fare qualcosa».  

Creatività imprenditoriale – Giacomazzi aggiunge: «Il Ticino ha creato "bravi soldati", bravi impiegati. Ma non è stata sviluppata la creatività imprenditoriale. Molta cattiveria che oggi si nota in Ticino forse è dovuta a questo. La mancanza di fiducia in sé stessi forse porta al razzismo. Ci siamo chiusi, non riusciamo più a generare persone faro». E specifica: «L'obiettivo per le prossime elezioni sarebbe almeno quello di creare un gruppo in Gran Consiglio». 

Agricoltura etica – Prende la parola anche Caligari: «Siamo per un'agricoltura etica. E vorremmo puntare anche su un turismo del territorio. La piazza finanziaria? L'abbiamo vista crescere e regredire. Vorremmo un'economia verde. La scuola? Potrebbe fare di più nel promuovere stili di vita ecologici».   

Cinque iniziative – La palla torna a Nussbaumer. «Tanti media sono legati a partiti ed è logico che non ci diano spazio. Peccato. Da anni denuncio il fatto che i partiti minori in televisione non hanno lo stesso spazio dei partiti grossi. Spero di ricredermi. Proprio per farci sentire lanceremo alcune iniziative nei prossimi mesi: l'abolizione degli albi professionali, l'introduzione di mezzi pubblici gratuiti, la chiusura dell'aeroporto di Agno e la sua sostituzione con un centro di ricerca sulla canapa, un premio di massimo 150 franchi al mese per la cassa malati, con franchigia variabile per i ricchi. Infine vorremmo obbligare gli uffici regionali di collocamento a trovare posti di lavoro ai disoccupati».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-10 05:34:16 | 91.208.130.86