Ti Press
CANTONE
07.03.2018 - 18:270
Aggiornamento 21:07

Abrogazione Lia, Ppd: «Ora restituite i soldi!»

Il Ppd chiederà la restituzione sia delle tasse incassate per l’iscrizione all’Albo sia delle multe legate alle procedure di iscrizione. Anche la Confartigianato imprese Varese prende posizione

BELLINZONA - Il Gruppo PPD+GG ha preso atto della decisione di principio del Consiglio di Stato di presentare un messaggio con cui propone l’abrogazione della Legge sulle Imprese Artigianali (LIA). Tale decisione, oltre ad essere ritenuta «inevitabile» a fronte delle note sentenze del TRAM, non deve tuttavia costituire «una rinuncia a tutelare gli artigiani locali dalla concorrenza sleale dei padroncini».

Il PPD+GG si aspetta ora che nel Messaggio siano proposte misure concrete e conformi al diritto federale e presenterà inoltre una mozione con cui chiederà la rapida restituzione agli artigiani residenti sia delle tasse incassate per l’iscrizione all’Albo sia delle multe legate alle procedure di iscrizione.

«No a ulteriore irrigidimento» - Sull’abrogazione della LIA ha preso posizione anche la Confartigianato imprese Varese. Oltre a sottolineare anch’essa «la necessità di rimborso dovuto a coloro i quali hanno già versato l’importo per l’anno in corso», viene specificato come le incognite siano ancora molte. Il presidente Davide Galli: «Auspichiamo che questa decisione non porti a un ulteriore irrigidimento nei confronti dell’imprenditorialità italiana operante oltreconfine, nel rispetto dei principi di concorrenza leale e apertura del mercato che da sempre contraddistinguono economie sane e mature».

3 mesi fa Il Consiglio di Stato ha deciso: «Via la Lia»
Commenti
 
Max73 3 mesi fa su tio
Caro "ugobos", se non ti va bene così vai a vivere al tuo paese. Tu lavori in Ticino? Prendi la paga in base al costo della vita qui da noi. Non puntare il dito verso le imprese perché tu non sai cosa vuol dire mandare avanti una ditta. La LIA ci vuole, è essenziale per la nostra economia, ma verso le ditte estere e non le nostrane. Cominciamo a pensare un po' a noi...
cecch 3 mesi fa su tio
Io è da 2 anni continuo a ripeterelo! Ma perchè questo benedetto albo degli artigiani non lo si rende obbligatorio per le ditte estere che vengono da noi, con i dovuti requisiti per limitarne la concorrenza? No eh, l'importante è penalizzare le ditte nostrane facendole chiudere o multarle!
ugobos 3 mesi fa su tio
@cecch ma non puoi. i cinesi quando comprano i nostri prodotti li pagano a pieno non hanno sconti. volete la botte piena e moglie ubriaca. non si puo. e poi con i prezzi che girano chi si puo permettere sti artigiani? 100 fr l ora un idraulico ma siamo fuori di matto? 160 garagisti ma dai qua ce qualcosa che non va.
Potrebbe interessarti anche
Tags
lia
iscrizione
abrogazione
abrogazione lia
decisione
imprese
ppd
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-06-22 10:55:14 | 91.208.130.86