tipress
LUGANO
10.01.2019 - 18:280

Il bancario arrestato vuota il sacco

Nuovi dettagli dagli interrogatori svoltisi oggi. Il 31enne del Mendrisiotto voleva farsi «una nuova vita» e acquistare una nuova identità

LUGANO - Messo sotto torchio, ha raccontato tutto agli inquirenti. Il suo piano per fuggire a Panama, e godersi i 15 milioni di franchi sottratti ai suoi clienti presso la Raiffeisen di Lugano.

Sono emersi nuovi dettagli dall'interrogatorio-fiume a cui è stato sottoposto, questa mattina, il bancario 31enne del Mendrisiotto arrestato durante le Feste. Come riferito da Teleticino, il piano del giovane era quello di «farsi una nuova vita» ai Caraibi, con falsi documenti d'identità che aveva cercato di acquistare su internet. Aveva acquistato un volo di sola andata e, una volta giunto sul posto, si è però accorto che qualcosa era andato storto.

I soldi trasferiti tramite bonifico dal 31enne sono stati bloccati su richiesta della banca, avvisata a sua volta da uno dei clienti derubati. Il tutto, ha riferito la Rsi, si è svolto nell'arco di pochi giorni: tra giovedì 20 dicembre e lunedì 24. Il bancario sperava di approfittare della “guardia abbassata” durante le Feste, ha confessato al Procuratore Andrea Balerna. Ma gli è andata male. 

Tags
31enne
arrestato
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-21 03:04:36 | 91.208.130.87