lettore
+ 25
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
6 ore
Renzetti "flashato" a 177 km/h: «Ero arrabbiato con l'arbitro»
Il presidente dei bianconeri ha calcato un po' troppo il piede sulla A13 rientrando da una partita fuori casa: «Non pensavo la mia Golf fosse così potente»
CANTONE
7 ore
Merlini: «C'è desiderio di cambiamento, e va rispettato»
Dopo l'odierna sconfitta, il candidato PLR intende ritirarsi dalla politica: «Ora ho più tempo per la mia attività professionale»
CANTONE
9 ore
La bucalettere strabocca: «Avrei potuto rubare diverse schede»
Molte persone aspettano l’ultimo momento per imbucare la busta del voto per corrispondenza. Un’abitudine che però può creare qualche problema...
CANTONE
9 ore
Carobbio: «La mia elezione? Un segnale per l’uguaglianza di genere»
Per la prima volta una donna rappresenterà il Ticino al Consiglio degli Stati
BELLINZONA
10 ore
Un furgoncino "social" nella capitale
Obiettivo del Social Truck: creare legami tra i giovani e favorire la creazione di ponti nei rapporti dei giovani con gli abitanti.
STABIO
10 ore
Esame superato, ecco i nuovo cavalieri
Si sono svolti con successo gli esami di equitazione alla Scuderia Happy Hours di Stabio
CANTONE
10 ore
«Nessuna guerra con la Carobbio, troveremo accordi»
Un esponente dell’UDC e una del PS andranno d’accordo insieme al Consiglio degli Stati? Marco Chiesa: «Certamente sull’aumento dei premi casse malati troveremo soluzioni convergenti»
CANTONE
11 ore
Neve sull'A2, «lunghi ritardi» verso nord
Spazzaneve in azione sul posto. Disagi alla circolazione in entrambe le direzioni
LOSTALLO (GR)
11 ore
Un nuovo Municipio per Lostallo
A partire dall'anno prossimo nell'esecutivo siederanno due volti nuovi: Moreno Monticelli e Filipe Ferreira Carneiro
BREGGIA
02.05.2018 - 14:020
Aggiornamento : 17:23

Orrore in Valle di Muggio, un cimitero di animali nei pressi della Breggia

Emanuele Besomi della Spab: «Bisogna scongiurare il pericolo di un inquinamento della falda acquifera»

BREGGIA - Verde incontaminato, acque che scorrono libere e selvagge e… ossa di animali morti. Non è un film di Indiana Jones, ma un luogo decisamente meno esotico, nella Valle di Muggio, scovato da un semplice escursionista che voleva fare una passeggiata nei pressi della Breggia.

«Volevo raggiungere il mio "posto di pace", una parte del fiume che si trova nella valle della Crotta. Sono sceso al fiume, in un punto molto bello, ma impervio. È qui che ho trovato una specie di cimitero di animali, capre perlopiù», spiega l’escursionista che chiede di rimanere anonimo.

Ossa? Non una novità - L’uomo, quel posto lo conosce da anni. Lì afferma di aver trovato sovente ossa di animali, ma di non averci badato troppo, convinto che fossero portate dal fiume: «C’è anche chi si diverte ad appendere i teschi in giro».

Il ritrovamento - Quest’ultima volta, però, qualcosa attira la sua attenzione. «Sento un odore di cadavere forte, nauseante. Poco più avanti trovo il corpo di una capra bianca, proprio sotto il burrone a lato di una fattoria. Il cadavere era incastrato tra dei rami».

Per la prima volta l’escursionista di interroga: «Sarà  semplicemente un'altra capra precipitata per errore o, questa volta, il lancio del contadino non è andato a segno»?

Il "cimitero" - L’escursionista a questo punto si fa investigatore. Torna sul posto dopo due giorni per scattare delle foto. «Trovo due nuove piccole capre incastrate e noto quello che ho soprannominato lo "scivolo della morte" (nel video in allegato)».

Nascosto tra alcuni veicoli parcheggiati sulla strada, si fa notare uno scivolo che, secondo il nostro lettore, verrebbe utilizzato per “lanciare” gli animali direttamente dentro al fiume e che sarebbe proprio sopra il mucchio di capre morte. Più sotto il mucchio di carcasse si fa ancora più evidente. Alcune sono recenti, altre lì da tempo.

L’escursionista a questo punto si domanda: «A parte lo schifo, c’è un acquedotto a pochi metri. È legale liberarsi di animali ammalati o morti, buttandoli nel fiume?».

Centri di smaltimento - La risposta la fornisce l’ordinanza sull’eliminazione dei rifiuti di origine animale (OERA), secondo cui le carcasse di animali fino al peso di 200 kg (capre, pecore, suini, piccoli animali domestici o selvaggina) devono essere obbligatoriamente consegnate ai centri di raccolta regionali. Nel Mendrisiotto il centro si trova in via Laveggio a Mendrisio.

«Rischio di inquinamento della falda» - Contattata, la Protezione animali ammette di essere a conoscenza del caso. E assicura di avere avvertito le autorità. «Che ci sia qualcosa che non funzioni è evidente. Trattandosi di animali da reddito abbiamo informato l’ufficio del veterinario cantonale. Qui, non è tanto una questione di possibili maltrattamenti quanto il rischio di inquinamento della falda acquifera».

Nessuna notizia in più si riesce ad avere, invece, dall’ufficio del Veterinario cantonale che riferisce solo di indagini in corso. A una settimana e mezza dal ritrovamento, però, ancora non sembra essere cambiato molto. «Le carcasse sono sempre dentro al fiume e piano piano stanno finendo a valle», assicura l'escursionista.

lettore
Guarda tutte le 27 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 03:53:15 | 91.208.130.89