MENDRISIO
18.06.2015 - 16:560
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

Exten, nessun passo indietro, l’astensione continua

Unia sostiene i lavoratori

MENDRISIO - Gli operai della Exten continuano la loro protesta dopo il licenziamento di martedì di un loro collega. È intervenuta anche Unia che ha sottolineato come  “la reazione non poteva essere diversa. In pieno contesto conciliativo, con una trattativa complessa in corso che vede confrontarsi da un lato una azienda con difficoltà finanziarie e dall’altro lavoratori che si vedrebbero tagliati in modo radicale gli stipendi, la direzione non trova nulla di meglio da fare che licenziare in tronco il capo della delegazione sindacale”. La richiesta è il reintegro imemdiato.

Il sindacato ha sostenuto che l’attuale situazione mina fortemente gli sforzi intrapresi durante gli ultimi quattro mesi. “A nulla sono valsi gli incontri con la direzione nel tentativo di rivedere la posizione, calmare gli animi e destinare le forze in modo comune agli incontri di trattativa: sarebbe bastato un semplice gesto e la situazione attuale, che mina fortemente gli sforzi intrapresi durante gli ultimi quattro mesi, sarebbe rientrata”.

“Si è voluto colpire scientificamente e duramente un singolo per lanciare un messaggio chiaro a tutti i lavoratori, e si è riusciti a distogliere l’attenzione dalla situazione di grave emergenza che le parti dovrebbero provare a risolvere”. Il sindacato ritiene che la posizione dell’azienda sia di non non discutere la situazione e mandare un segnale chiaro ai lavoratori. “In assenza di un passo indietro della direzione i lavoratori hanno deciso di continuare l’astensione dal lavoro”.

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-22 11:44:56 | 91.208.130.85