Cerca e trova immobili
Multe, quanti flash stranieri

CANTONEMulte, quanti flash stranieri

16.08.23 - 06:30
Violazioni di velocità: due terzi delle infrazioni sono commesse da stranieri o cittadini di altri cantoni.
Ti-Press
Multe, quanti flash stranieri
Violazioni di velocità: due terzi delle infrazioni sono commesse da stranieri o cittadini di altri cantoni.

BELLINZONA - Quasi la metà. È molto alta la percentuale di violazioni di velocità commesse da cittadini stranieri sul territorio ticinese. Secondo i dati forniti a Tio/20min dal Servizio comunicazione, media e prevenzione (SCMP) della Polizia cantonale, nel 2022 la cifra è superiore al 45%. Circa il 20% delle infrazioni rilevate, invece, è stata compiuta da persone residenti in altri cantoni. Di conseguenza, la quota di sanzioni a carico dei ticinesi è minoritaria: circa un terzo. «Il dato - commenta da noi contattato il SCMP - si spiega anche tenendo conto della specificità del cantone come via di transito e di passaggio centrale sull’asse nord-sud». Inoltre, verosimilmente, è decisiva pure l’alta percentuale di frontalieri che, ogni giorno, si recano in Ticino per lavoro.

Sul piano statistico non è possibile delineare in modo puntuale luoghi e strade dove si riscontrano maggiori infrazioni per velocità. «Tuttavia - continua il SCMP - dal punto di vista di chi si occupa della prevenzione stradale, si osserva che nei controlli nelle zone 30 le percentuali di infrazione sono tendenzialmente più alte rispetto ad altri posti». Per quanto riguarda il pagamento, pur non avendo «dati precisi in merito a tutte le infrazioni per velocità risolte con il pagamento della contravvenzione», è possibile dire che «quasi l’80% delle multe disciplinari per eccesso di velocità viene pagato. In caso di mancato pagamento, viene avviata, come da prassi, la procedura di riscossione attraverso l’Ufficio giuridico della Sezione della circolazione».

Circa le misure possibili da mettere in campo per ridurre le violazioni, da diversi anni la Polizia cantonale «chiede ai Comuni di informare qualora vi fossero, in base alle loro statistiche, delle strade ritenute particolarmente pericolose». Inoltre, «accogliamo e valutiamo le segnalazioni puntuali dei cittadini». Sul piano della prevenzione, oltre alle segnalazioni e alle campagne di sensibilizzazione sul comportamento corretto da tenere alla guida, «vi è anche la sorveglianza delle strade tramite dei dispositivi statistici, ad esempio i cosiddetti “radar amico».

In generale, fa sapere il Consiglio di Stato in risposta a un’interrogazione firmata da Marco Passalia e Fiorenzo Dadò (deputati del Centro), la Polizia cantonale ha a disposizione quattro radar semistazionari, un radar fisso, da marzo 2023, e due radar mobili. Le pattuglie dispongono inoltre di tre pistole laser, per constatare infrazioni gravi alle norme della circolazione stradale (come ad esempio i pirati della strada). «Occorre inoltre aggiungere - scrive il Consiglio di Stato - che, oltre agli apparecchi citati, le polizie comunali operanti sul territorio cantonale dispongono di una quindicina di apparecchi per il rilevamento della velocità».

Nel 2022, dalla Polizia cantonale sono stati effettuati 447 controlli con radar mobili e 240 con radar laser, per un totale di 687. Invece, per quanto riguarda le polizie comunali, i controlli totali sono stati 1783. Sugli incassi annui (il riferimento vale solo per la cantonale), si parla di 13’449’00 franchi (di cui 11’362’00 provenienti da radar fissi e semistazionari) nel 2022. Il preventivo, nel 2023, è fissato a 14’750’000.

«Gli apparecchi di rilevamento della velocità - precisa il Governo - vengono impiegati allo scopo di garantire la sicurezza della circolazione stradale e per disciplinare il traffico. Si contesta fermamente che vi siano delle ragioni finanziarie nelle decisioni della Polizia cantonale sui luoghi in cui effettuare i controlli radar, come pure la gratuita illazione che vi siano degli obiettivi di budget (e men che meno dei relativi premi) da raggiungere per gli agenti».

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

resiga 11 mesi fa su tio
Le leggi sono leggi ... le regole sono regole ... le velocità vanno RISPETTATE E BASTA ! È inutile e assurdo prendere scuse ! E poi andate a vedere o a chiedere a chi ha subito l'incidente mortale in casa e che ti ha portato via una persona cara ! Andate piano e di multe da radar non ne prenderete ! Se la prendete per pochissimi chilometri in più può di certo passare per una quasi innocua distrazione ... ma se la prendete con oltre 10 km orari in più del consentito quella é criminalità bella e buona !

F/A-19 11 mesi fa su tio
Risposta a resiga
Uella, 10 km in più e siamo criminali! Cioè se in autostrada da 120 vado a 130 sono un criminale ? Ma tu hai qualche problema? E se da 80 vado a 90 cambia qualcosa ? Ma non facciamo ridere dai....

Emib5 11 mesi fa su tio
Risposta a F/A-19
Fa19 Ancora più ridicolo se uno pensa che le nostre autostrade sono state progettate quando fuori località non c'erano limiti e per le auto degli anni 60. È davvero difficile capire quale sia il pericolo quelle poche volte in cui non c'è nessuno ad andare un po' oltre il limite.

F/A-19 11 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
Ed il 30 dove fino a ieri si andava a 50? È che adesso se vai a 50 sul 30 ti salta la patente, vuol dire che fino a ieri eravamo tutti dei disgraziati.

Emib5 11 mesi fa su tio
Risposta a F/A-19
È la quasi totale deresponsabilizzazione che è in atto da molto. Tra l'altro io sono l'esempio di chi ha potuto legalmente fare anche la tirata di Cadenazzo, allora a due corsie, a quasi 200, così come spingere l'auto ancora oltre sull'autostrada (i limiti ci sono solo dal 1977), il tutto senza alcun incidente, nemmeno piccolo e senza aver messo altri in pericolo.

F/A-19 11 mesi fa su tio
Risposta a Emib5
C’è comunque da dire una cosa, noi da giovani appunto avevamo più responsabilità e come dici bene anche tu ne abbiamo approfittato, io personalmente più che in auto in moto e non mi metto a fare esempi. Devo dire che avevamo mezzi meno veloci rapportati ad ora ma anche meno sicuri e di incidenti gravi con morti ne erano piene le cronache, ho perso amici morti in incidenti in moto come in auto, la strada del cenerò vecchio è stata teatro ai miei tempi ( anni 80 ) di vere tragedie, idem la strada del lago tra Figino ed Agno, la valle Maggia, la valle di Blenio, la strada per Isone, il Vallone tra Agno e Magliaso, la Piodella, la Crespera, e poi a pensarci bene un po’ dappertutto. Quindi a parte la severità che viene adottata al giorno d’oggi io penso che questi controlli servano anche per la nostra sicurezza infatti di incidenti con morti rapportati poi al numero di auto oggigiorno in circolazione sono rari, a parte qualche bradipo che va contro ad un muro per distrazione, giovane o vecchio che sia.

Emib5 11 mesi fa su tio
Risposta a F/A-19
Il mio commento non era contro i limiti attuali in sè, la forte diminuzione del numero di incidenti e di feriti/morti dice che è giusto così, ma contro l'applicazione troppo severa e senza margine di apprezzamento del contesto che è lasciato a chi giudica. Sembra talmente ovvio che 160 km/ora di notte su un'autostrada vuota sia altra cosa che di giorno con traffico intenso, no?

Fan 11 mesi fa su tio
Non prendiamoci in giro, la prevenzione è mettere il radar vicino a scuole, asili, ospedali.. ma che mi mettete il radar in un rettilineo circondato da pianure in vallemaggia dove il limite è 80.. o addirittura che comprate quello mimetico da infilare tra i cespugli.. che prevenzione è? quella delle tredicesime probabilmente

Don Quijote 11 mesi fa su tio
Mi viene in mente quel episodio del radar piazzato a Giubiasco nel 50 e 20 metri prima del limite 80, dopo la rotonda all'altezza della Fust e della Socar, nel rettilineo che porta allo svincolo autostradale, un lampo dietro all'altro dovuto al fatto che l'automobilista inizia ad accelerare, va detto che nella maggior parte dei casi non si riesce andare oltre i 60 km/h. La polemica è uscita puntuale e giustanente nei media, tuttavia il Generale delle forze dell'ordine invece di tenere la bocca chiusa ha giustificato la posizione del radar dicendo "se superano il limite di 2 o 3 km 20 metri prima del 80 chissà di quanto lo superano dopo" ! Evidentemente non c'era più niente da spremere in quel cervello. Niente da dire se gli spiccioli racimolati fossero donati alle vittime della strada invece di calcolarli nel budget.

Don Quijote 11 mesi fa su tio
14 milioni per la cantonale con 687 controlli e almeno altri 30 milioni ottenuti con i 1783 controlli delle comunali. Quello che non si capisce è come mai la sicurezza stradale in Svizzera ( rapporto tra incidenti, feriti e deceduti) si trova nella media europea che fanno uso dei radar 10 molte meno! Anomalia Svizzera in nome della sicurezza? Non nascondete le vostre grosse chiappe sedentarie dietro a un dito.

Hammer 11 mesi fa su tio
Scusate, intendevo comunque che viaggio in moto in quel momento...

Hammer 11 mesi fa su tio
Con centinaia di migliaia di km percorsi in EU, posso permettermi di affermare con sicurezza che più aumenta il traffico, più aumentano le infrazioni anche gravi. Quindi la soluzione migliore, ma drastica, è diminuire il traffico. Ma comunque mancano diversi controlli per la vera sicurezza, come ad esempio il rispetto delle distanze di sicurezza. Se ad esempio in autostrada tampono un'auto a 120, colpa mia e probabilmente sono morto, se invece è il contrario e mi ritrovo un'auto a 3 mt dietro la ruota e devo frenare, magari bruscamente, sono morto comunque...

centauro 11 mesi fa su tio
La Svizzera è un paese dove vige un regime di tirannia stradale, chi guida è una facile preda da dissanguare, anche volendo guidare con prudenza e attenzione si potrebbe cadere nella trappola.

Bregnoi 11 mesi fa su tio
Ma lo sanno anche i paletti in autosttrada che la maggior parte delle infrazioni alla velocità la fanno gli stranieri e quelli che arrivano da oltre Gottardo. Quando passano il tunnel pensano di essere in pista e quando sono sulle altre strade hanno ancora il retaggio di essere balivi. Io, in autostrada metterei un radar ogni chilometro perché non se ne può più di tutta questa arroganza.

curiuus 11 mesi fa su tio
Ueiiii ticinesi, ci facciamo battere dagli stranieri ? Diamoci dentro, che ce li mangiamo prima della prossima statistica ... 🤣🤣🤣

ElleElle64 11 mesi fa su tio
Risposta a curiuus
Ai ticinesi e ai frontalieri dovrebbero assegnare il bradipo d’ oro. Mai vista gente cotanto imbranata al volante

UnoQualunque1 11 mesi fa su tio
Scusate scusate?? Il preventivo? Cioè mi state dicendo che a fine anno la polizia preventiva nel loro budget quante multe incassare? Se questa non è cassetta, ecco perché a fine anno i controlli aumentano, chiaro devono arrivare al budget questi parassiti

ElleElle64 11 mesi fa su tio
Risposta a UnoQualunque1
👏👏👏👏

Hannoveraner 11 mesi fa su tio
In Ticino totale di 1164 agenti divisi tra cantonale e comunale . Al 5 posto a livello svizzero . Direi non pochi

Marking 11 mesi fa su tio
Risposta a Hannoveraner
Quindi 1 agente ogni 303 abitanti ca. E' poco.

franco1951 11 mesi fa su tio
È una legge fisica: ad ogni azione corrisponde una reazione! Vai troppo veloce? Multa. Rispetti i limiti? Nessuna multa. Molto semplice. Troppo comodo lamentarsi alla ricerca di consensi di altri multati.

centauro 11 mesi fa su tio
Risposta a franco1951
Devi sapere che il problema sono le tolleranze, se vado a 55 sul 50 mi va sempre bene, se vado a 57 sono spacciato, e ti garantisco che se andassi a 60 non sono un pericoloso pirata della strada pertanto aumentare la tolleranza non sarebbe un problema, avere gli occhi fissi sul tachimetro potrebbe anche diventare pericoloso, si distoglie la vista dalla strada nel caso non ci fosse il cruise control. Chiaramente il controllo eccessivo è fatto per incassare in modo facile.

Fan 11 mesi fa su tio
Risposta a franco1951
Ah certo, ti pare corretto che a livello di sistema giudiziario uno che supera il limite è considerato peggio di un assassino? le regole vanno rispettate è vero.. ma in 10km di autostrada il limite cambia 5 volte.. non credi che una svista può succedere? beh prova a passare a 120 sull'80 che non noti il cartello poi mi dici cosa ti fa il radar.. dai non facciamoci prendere in giro

vulpus 11 mesi fa su tio
È evidente che c'è necessità di cassetta. Troppa polizia costa troppo per cui bisogna incassare.Che da da pensare sono i 13 milioni che incassa il cantone, ma non osano indicare quanto incacassano i comuni. Ma veramente il ticino è una terra di delinquenti? Oppure sarebbe più utile ed opportuno rivedere la segnaletica stradale che si dimostra oltremodo inadeguata? Vengono imposti dei 30 all'ora dove è quasi impossibile mantenere questa velocità. Se si adeguassero ad un 40.- all'ora come intante altre città europee, sicuramente il pericolo non sarebbe maggiore e certe oppressini diminuirebbero.

Claude55 11 mesi fa su tio
Una mia parente transitando a 51 Km/h a Santa Maria in Val Monastero GR dove vi è il limite di Km/h 30, dedotti i 5 di tolleranza si è vista infliggere una multa di ben €740.- Capisco l’infrazione ma mi sembra un tantino esagerata. Magari qualcuno può illuminarmi? Grazie

UnoQualunque1 11 mesi fa su tio
Risposta a Claude55
16 km/h in eccesso. Di alla tua parente di ringraziare il cielo che non si è vista portar via le patenti. Comunque le tabelle dei limiti con le rispettive multe sono pubbliche online

Petzi171 11 mesi fa su tio
Risposta a Claude55
Le tabelle delle multe sono cantonale... poiavuto fortuna perchè sui 30 a l ora normal.ente dovevano togliere solo 3 non 5 e sarebbero 18 in più, sapendo che zone 30 le multe sono esponenziali

F/A-19 11 mesi fa su tio
Comunque un bel regalo per i nostri turisti, avranno un bel ricordo e l’anno prossimo tireranno dritti.

Cocaus 11 mesi fa su tio
Vi rimetto qui l'ultima frase dell'articolo. "Si contesta fermamente che vi siano delle ragioni finanziarie nelle decisioni della Polizia cantonale sui luoghi in cui effettuare i controlli radar, come pure la gratuita illazione che vi siano degli obiettivi di budget (e men che meno dei relativi premi) da raggiungere per gli agenti». Vince il premio della bugia più grande del mese.

F/A-19 11 mesi fa su tio
Risposta a Cocaus
Pinocchi, perdono in credibilità, non sono coerenti perché se preventivano un tot di entrate come obiettivo lo devono poi anche raggiungere. La gente non è tonta, possono tanto raccontarcela su che non ci crede nessuno.

L.T. 11 mesi fa su tio
Risposta a Cocaus
Che sia messo a preventivo è ovvio e anche palesemente chiaro. Per contro dubito altamente che vi siano dei tornaconti per i singoli agenti....

F/A-19 11 mesi fa su tio
Risposta a L.T.
Il tornaconto è che garantiscono loro il posto di lavoro!

pegis 11 mesi fa su tio
Finalmente una bella notizia, tartassateli ancora di più visto che ci impestano solo l'aria.

Brissago 11 mesi fa su tio
Risposta a pegis
Che vita triste

ElleElle64 11 mesi fa su tio
Risposta a pegis
E successivamente si scoprì che il polemicone circola a bordo di un naftone

Cocaus 11 mesi fa su tio
Giornalista, gli errori grammaticali magari capitano a tutti, ma almeno i numeri, scriveteli giusti.

Heinz 11 mesi fa su tio
Normale, i locali sanno bene dove sono i radar fissi e dove tipicamente mettono quelli mobili.

blitz65 11 mesi fa su tio
usate l'incasso x cassa malati

Brissago 11 mesi fa su tio
Percentuale più alta stranieri....ecco adesso il Ticinese medio non si lamenta più che transitano i vacanzieri! I Ticinesi ne prendono di più in Francia Germania Italia Spagna!

Sciguetto 11 mesi fa su tio
Se io non si rispettano i limiti (calcolando che ci sono pure 5km/h di tolleranza) è colpa dei radar?

centauro 11 mesi fa su tio
Risposta a Sciguetto
Con una tolleranza di soli 5 km/h prendere la multa se vai 6 oltre ti girano parecchio le p a l l e, la dimostrazione che servono solamente per fare incasso.

Clo62 11 mesi fa su tio
Risposta a Sciguetto
La maggioranza dei radar hanno una tolleranza di 3km/h!!!

Manang1404 11 mesi fa su tio
Risposta a Clo62
Dipende dal radar e dal suo posizionamento

ElleElle64 11 mesi fa su tio
Risposta a centauro
Incasso zero se i limiti vengono rispettati. Pertanto la teoria dell’ incasso decade miseramente

Karl176 11 mesi fa su tio
Prevenzione? Scusate, ma sono finito sotto la scrivania dal tanto ridere….

Ilcacciatoredifrustrati 11 mesi fa su tio
Fin qua tutto bene, finché il cantone riesce a farsi saldare le multe.

Gus 11 mesi fa su tio
Gobbi fa cassetta! Votate Lega!

Pagno 11 mesi fa su tio
Risposta a Gus
Ne metti un altro stessa cosa.

Gio65 11 mesi fa su tio
Francamente non ci conto molto sull'ultima affermazione. L'ultimo radar risale forse a 8 anni fa (40chf), piene troppo severe in ogni caso, assurde salvo casi molto gravi.

navy 11 mesi fa su tio
Inserire questa voce a preventivo è assolutamente normale ed è dinamica basic contabile. Pertanto i commenti a tal proposito sono aria fritta. Per quanto è della percentuale di incasso pari al 80%, ci credo poco. Questo sulla base dei dati forniti. È sicuramente del 100% per tutti i veicoli immatricolati in CH. Gli altri dubito FORTEMENTE!

Peter Parker 11 mesi fa su tio
Risposta a navy
ovvio che se c’è un incasso (in questo caso) deve essere contabilizzato. Quello che mi fa specie e‘ la quota, il fatto che viene indicata. Il numero di controlli Radar e‘ quindi in base al preventivo di incasso? E minor incasso che significa…più strade sicure ed automobilisti responsabili oppure controlli radar nei posti sbagliati?

Johari 11 mesi fa su tio
Risposta a navy
Certo, più elegante sarebbe porre a preventivo l'importo di consuntivo dell'esercizio precedente. Mettere a preventivo un importo superiore a quanto incassato l'anno precedente? Ovvio che l'impressione è quella di voler "fare cassetta"

Peter Parker 11 mesi fa su tio
Risposta a Johari
Johari. Ancora più giusto sarebbe mettere in preventivo un importo minore rispetto all’anno precedente. Così a dimostrazione che la sensibilizzazione, prevenzione e la sicurezza delle nostre strade sta andando verso la direzione giusta.

F/A-19 11 mesi fa su tio
Risposta a Johari
Ma è perché ogni comune compera nuovi radar perché rendono e quindi automaticamente vogliono il tornaconto, da qui l’affermazione giusta ed ovvia che fanno cassetta.

navy 11 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Le dinamiche contabili legate ad un preventivo (di qualsivoglia natura) sono molteplici e flessibili a seconda della voce contabile. Nel caso specifico IMMAGINO ci si basi su più fattori, non da ultimo su di una media. Dubito fortemente che, a consuntivo, si stia a discutere più di tanto sulle differenze. Questo perché non è una voce “gestita ad hoc” da pochi ma legata ai transiti, ai cantieri, al numero di controlli, ecc. ecc. Concludo da semplice concittadino non aver informazioni dirette ma basandomi sulla mia più che decennale attività quale contabile. Buona continuazione e occhio ai radar!

Peter Parker 11 mesi fa su tio
Preventivo di 14.75 milioni…..lo mettono in preventivo!!! Poi quando nn raggiungono la quota che fanno, si scusano per non aver raggiunto l’obiettivo?

tormar 11 mesi fa su tio
Con questi radar mobili, hanno capito che si è quadruplicata la cassa. Giusto per i pirati della strada, ma quando ti ritrovi un radar mobile sugli 80 , alle 23:00 di sera , strade deserte, sulle rampe di Lugano nord e lo prendi a 86, ti girono poco i c……

Perilgiusto 11 mesi fa su tio
Perforza,ad Ambrì è rimasto piazzato fisso per un mese visto che il traffico usciva a Varenzo per non fare la colonna in autostrada.Ma si parla sempre di prevenzione non di cassetta 🙈🙈pori noi e per fortuna che il prossimo anno aumenta ancora la cassa malati (10%) avanti così politici scalda cadrega

blitz65 11 mesi fa su tio
ma.pagheranno ?

Heinz 11 mesi fa su tio
Risposta a blitz65
Dalle statistiche del comune di Lugano le percentuali di multe non pagate da stranieri è sotto il 10% mentre a Como il 55% circa delle multe ad elvetici non viene pagato !!!!!!

pag 11 mesi fa su tio
Risposta a blitz65
se fanno come i ticinesi in Italia la risposta e' NO
NOTIZIE PIÙ LETTE