Immobili
Veicoli

LUGANOIl Premio Diritti Umani per l'autore 2022 a Neary Adeline Hay

14.09.22 - 16:00
La regista franco-cambogiana sarà a Lugano per ritirare il riconoscimento del FFDUL e presentare due film
FFDUL
Il Premio Diritti Umani per l'autore 2022 a Neary Adeline Hay
La regista franco-cambogiana sarà a Lugano per ritirare il riconoscimento del FFDUL e presentare due film

LUGANO - La regista franco-cambogiana Neary Adeline Hay riceverà il Premio Diritti Umani per l'Autore della nona edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano (FFDUL). Si tratta dell'appuntamento più importante dell'intera rassegna, spiegano gli organizzatori, aggiungendo che Hay sarà presente a Lugano per ritirare il premio e presentare due dei suoi film.

La motivazione - Antonio Prata, direttore del FFDUL, spiega la motivazione del premio. «L’opera di questa autrice si dimostra un coraggioso e intenso atto di trasmissione, in particolare nel rapporto tra lei e i suoi genitori fino a sviscerare una storia ben più grande. Attraverso i suoi film emerge tutta l’importanza che il nostro festival riconosce al cinema. Neary Adeline Hay che ha consacrato fino a oggi gran parte del suo lavoro al genocidio cambogiano, alla ricostruzione difficile della sua identità personale e a quella di un intero popolo profondamente segnato da quei tragici eventi. In particolare, con i suoi film "Angkar" ed "Eskape", esprime la fragilità di una vicenda familiare intima, affidandoci, con estrema delicatezza, il doveroso testimone di una memoria storica da tenere in vita e da cui non possiamo sottrarci».

Le proiezioni - Due, come detto, gli incontri di Hay con il pubblico ticinese: dopo la consegna del riconoscimento, venerdì 21 ottobre alle 20.30 al Cinema Corso, seguirà la proiezione di "Eskape" - film del 2021 che sarà sottotitolato in italiano - e un dibattito. Sarà possibile dialogare con la regista anche dopo la visione di "Angkar" (2018, ugualmente sottotitolato in italiano) sabato 22 ottobre alle 15.30 al Cinema Iride.

Gli appuntamenti intermedi - Il cammino verso l'inizio del festival sarà contrassegnato da alcuni appuntamenti intermedi. Il primo sarà sabato 24 settembre, quando si festeggerà la 19° edizione de Il Mondo al Parco 2022, la Giornata di solidarietà internazionale e locale organizzata dalla FOSIT Federazione delle ONG della Svizzera Italiana Città di Lugano-Divisione Socialità. Il FFDUL sarà presente con uno stand condiviso con la Fondazione Diritti Umani dalle 11 alle 17 al Parco Ciani di Lugano.

Il 16 ottobre invece, al Museo Vincenzo Vela di Ligornetto, in occasione del 90esimo dalla nascita del regista russo Andrej Tarkovskij (1932-1986) verrà presentato "Il cinema come preghiera" (2019) documentario realizzato da Andrej A. Tarkovskij, il secondogenito del regista, che sarà presente in sala. Il film racconta la vita e l’opera dell’autore, attraverso rarissimi documenti, anche inediti, in cui il regista condivide i suoi ricordi, le riflessioni sul destino dell’artista, il senso dell’arte e dell’esistenza umana.

Biglietti e abbonamenti - È già possibile acquistare gli abbonamenti, e nel corso delle prossime settimane anche i primi film che verranno annunciati, in prevendita su Biglietteria.ch. Tutti i film in programmazione dell’edizione 2022, saranno disponibili in prevendita dal 29 settembre (data della presentazione del programma completo).

NOTIZIE PIÙ LETTE