Immobili
Veicoli

CANTONEL'Ustra pensa a un pedaggio nel tunnel del Gottardo

14.07.22 - 10:17
Per il direttore dell'Ustra «bisogna evitare d'intasare le regioni di Basilea e Lucerna». Però non cita mai il Ticino.
Archivio Tipress
Fonte ats
L'Ustra pensa a un pedaggio nel tunnel del Gottardo
Per il direttore dell'Ustra «bisogna evitare d'intasare le regioni di Basilea e Lucerna». Però non cita mai il Ticino.

AIROLO - L'Ustra pensa a un altro cambiamento. Qualche giorno fa ha dichiarato di voler introdurre i 60km/h in autostrada e ora pensa a un pedaggio nel tunnel del Gottardo.

Quest'anno «gli automobilisti sull'asse nord-sud dovranno contare sulle solite code e tempi di attesa». In difficoltà non sono però solo le vetture. «Ogni modalità di trasporto presenta dei problemi. Ci sono anche lunghi tempi di attesa negli aeroporti e i treni sono pieni nelle ore di punta. Possiamo solo informare affinché i viaggiatori siano consapevoli di ciò a cui vanno incontro, ma sulle strade non vi sarà il caos». È quanto afferma il direttore dell'Ufficio federale delle strade (Ustra) Jürg Röthlisberger, in un'intervista pubblicata oggi dalla Neue Zürcher Zeitung (NZZ).

L'ingegnere consiglia di mettersi in viaggio nei momenti più favorevoli e invita i conducenti a rimanere sulle autostrade anche durante gli ingorghi. «Il traffico evasivo sulle strade locali è negativo per le persone che vivono nei paesi lungo le strade nazionali. Chi esce dalle autostrade ostacola il trasporto pubblico e il traffico non motorizzato, aumenta il rischio d'incidenti e in generale ha bisogno di più tempo. La funzione delle autostrade di convogliare il traffico viene così a cessare». Quali regioni toccate da questo fenomeno l'intervistato cita ad esempio i Grigioni (A13) e il canton Uri (A2).

Ipotesi di pedaggio - «Se le generazioni future volessero aumentare la capacità del tunnel del Gottardo, sarebbero necessarie misure di accompagnamento, se non altro per evitare d'inondare le regioni di Basilea e Lucerna, già molto congestionate», aggiunge lo specialista, che né qui né in nessun altro punto dell'intervista fa riferimento al Ticino. «Forse un pedaggio in galleria?», si chiede.

Röthlisberger constata anche che l'aumento del prezzo del carburante non ha avuto un impatto decisivo - l'auto non viene usata meno - e prende posizione sui 60 km/h in autostrada che tanto hanno fatto discutere negli scorsi giorni. «Oggi, spesso limitiamo la velocità a 80 chilometri orari nelle ore di punta, e non solo quando il traffico è già intasato o congestionato, ma anche come misura preventiva. Questo è ormai ampiamente accettato e anche utile. Ora vogliamo testare i limiti di questo sistema e scoprire se l'armonizzazione della velocità funziona anche a 60 o 70 chilometri orari. È solo questo che vogliamo valutare: non è che la ministra dei trasporti Simonetta Sommaruga ci ha ordinato di ridurre il traffico autostradale a 60 chilometri all'ora».

Le future imposte - Riguardo alle imposte che, nelle intenzioni del governo, dovranno in futuro pagare i conducenti di auto elettriche, per contribuire ai costi dell'infrastruttura stradale, Röthlisberger ammette che fino al 2030 il conducente al volante di una Subaru in campagna rimarrà svantaggiato nei confronti di chi guida una Tesla. «Questo punto di vista non è certamente sbagliato», riconosce.

«Ma la società vuole allontanarsi dalle energie fossili», prosegue. «Ecco perché attualmente al centro dell'attenzione figura la promozione della mobilità elettrica e non tanto la parità di trattamento. Inoltre il conducente di Tesla non è la massa. La maggior parte delle persone utilizzerà auto più piccole, che non dovrebbero costare più di 5000-20'000 franchi», si dice convinto l'intervistato. «C'è ancora troppo poca offerta nel settore elettrico, soprattutto nel segmento delle auto d'occasione: ma questo cambierà nei prossimi anni», conclude.

COMMENTI
 
centauro 2 mesi fa su tio
Non c'è mai fine all'idiozia per certe proposte, assurdo vedere come altrettanti rimba commentano positivamente le stesse e poi si lamentano se rincara la cassa malati o altro.
Gimmi 2 mesi fa su tio
Avanti ,a spremere!!!!!
Meiroslnaschebiancarlengua 2 mesi fa su tio
Non mi dà fastidio che si pensi di mettere pedaggi sull'autostrada (Losanna-Ginevra; Chiasso-Lugano e chi più ne ha più ne metta; o allora tutte le autostrade) e le gallerie (Gottardo, Seelisberg, quelle della Verzasca). Poi vedrete che non se ne farà niente. A me fa paura l'idea di quello che pensano di fare con questi soldi. Tutti i fuchi e parasiti statali, parastatali, privati, amici di e altri assistiti federali faranno a botte pur di ciucciare la questa mammella (appaltare lavori per rifare l'asfato tre volte al mese, per colorare arcobaleno le gallerie, per mettere barriere sparti-traffico con LED di nuova generazioneper non vedenti).
EspirituSantu 2 mesi fa su tio
👍👍😁
Don Quijote 2 mesi fa su tio
In Svizzera già paghiamo un lusso per viaggiare su un'autostrada che il più delle volte è una gimkana, con continui lavori in corso e assurdi limiti di velocità che cambiano ogni 500 metri (direi sempre in peggio), spesso non sai nemmeno se puoi andare a 100 o a 80 e tra poco vogliono inserire perfino i 60 per migliorare il minestrone e aumentare i consumi. Gli autopostali in servizio nel bellinzonese viaggiano spesso con solo due o tre passegeri eper favorire la loro scorrevolezza negli orari di punta ad ogni fermata i veicoli in coda non possono sorpassare, raddopianado i consumi di tutti! Meno male che la CO2 non è velenosa.
F/A-19 2 mesi fa su tio
Ma quanto ti do ragione, concordo su tutta la linea. Nel Luganese trovo la mattina presto autopostali sempre vuoti, dalle 18 di sera in avanti uguale, vuoti! Nelle strade del malcantone te li trovi dietro le curve invadere completamente tutta la carreggiata, non suonano più come una volta, forse per non disturbare. Per passare bisogna salire sui marciapiedi quando ci sono, se poi c’è l’incrocio con un camion tutto si ferma e da notare che questi scatoloni di cui hanno implementato orari e corse sono quasi sempre vuoti. Fosse un’azienda privata sarebbe in fallimento dopo un mese.
Patty 2 mesi fa su tio
Vignetta per i veicoli con targa Svizzera e pedaggio per gli stranieri che intasano le nostre strade.
don lurio 2 mesi fa su tio
Subito vignetta a 365.chf per tutto l'anno .Introdurre vignette come austria ma di 15 giorni minimo per turismo CHF 20.- .Introdurre vignetta per ciclisti e vicoli da e oltre 20km/h annuale chf 20. Concerne velocita sulle strade . LCStr. adattare la velocità .pertando rispettando la velocità che il popolo ha scelto ,ed al limite consentito N.B. la velocità libera non esiste se si adatta la velocità a come permette le circostanze della strada e del veicolo.
resiga 2 mesi fa su tio
Altro parto intriso di scemenze !
Gus 2 mesi fa su tio
Il pedaggio eventualmente deve essere applicato sulla tratta Lugano-Chiasso, altro che terza corsia
Gus 2 mesi fa su tio
Ecco i balivi del 21 secolo!
Gupini 2 mesi fa su tio
Tutti i problemi sarebbero risolti con un sistema tipo Pedemontana, che dopo qualche inghippo iniziale adesso funziona egregiamente, poi a mio parere sarebbe giusto che ai residenti sia fatto un prezzo più vantaggioso visto che le tasse varie vengono pagate comunque.
Tiago 2 mesi fa su tio
Si, nel senso che nessuno la utilizza 😂
Gupini 2 mesi fa su tio
Non è la realtà
CJ 2 mesi fa su tio
Se i ticinesi e urani sono esentati allora se ne potrebbe parlare ... ma non sarà mai cosi ... 20 fr al andata e 20 fr al ritorno come minimo e il passo costantemente collassato per chi non vuole pagare .... il risultato sarà un Ticino più isolato dalla svizzera ... con lo stesso traffico ... Visto quelli che commentano e gioiscono per l'ipotesi di pagare per circolare in svizzera ,se mettessero la mappo morettina a pagamento o la vedeggio cassarate sareste favorevoli lo stesso ?
Mattiatr 2 mesi fa su tio
Il titolo di questo articolo è basato su una domanda retorica di 3 parola alla fine dell'articolo fonte (situazione sinceramente ridicola). In ogni caso sciori pensate un attimo pragmaticamente, volete veramente il pedaggio? Al Brennero hanno adottato una scelta del genere, difatti c'è un taglio netto sul percorso dove guardando google maps 5 minuti si può trovare colonna (sarà un caso che le macchine quando si fermano creano rallentamenti al traffico?). In pratica questa soluzione è DANNOSA, sopra tutto per le regioni limitrofe. Il secondo problema è la locazione, dove lo si fa? Dentro al tunnel? Se lo si facesse ad Ambri si dovrebbe fare una corsia speciale per chi va ad Airolo, oppure loro per tornare a casa dovranno pagare una tassa extra? In sintesi questa soluzione è coma allagare la stanza in cui ci si trova per il gusto di vedere gli altri affogare, dimenticandoci di esser coinvolti. Discorso differente sarebbe per i camion, visto che comunque si fermano al sistema conta gocce, non cambia però il fatto che sarebbe una misura inutile e inefficace.
Ganèmia 2 mesi fa su tio
ERA ORA CHE L'USTRA NE PENSASSE UNA GIUSTA! Idem per tutti quelli che circolano sulle autostrade, altro che vignetta!
Meiroslnaschebiancarlengua 2 mesi fa su tio
Carino questo componimento. Fa un po' pensare ai pensierini che scrivono i bambini di terza elementare quando la maestra dà come compito il tema "Da grande avrai la macchina: dove ti piacerebbe andare?" Cosa salta fuori. "Anche se la benzina costa tanto, voglio una bella macchina". "Adesso ci sono le auto elettriche. Mi piaciono ma non fanno abbastanza rumore, come quelle in miniatura di mio fratello, che non vuole mai fare il bagno (non voglio più dormire nella stessa camera e i miei genitori dovrebbero comperare una casa grande, con un gran garage per la mia Ferrari elettrica". "Al Gottardo vogliono fare pagare un biglietto. È una buona idea. Noi passiamo dal San Bernardo quando andiamo in vacanza e allo sportello c'è una signora che mi dà sempre una caramella. Penso che me la daranno anche al Gottardo, se si paga un biglietto". "Sarebbe bello se sull'autostrada le macchine vanno a 60. Così posso andaci con la mia bici senza pericolo". "Mio papà mi ha detto che 60 all'ora è la velocità giusta. Poi la si moltiplica per il numero di persone nella macchina e si ha la velocità che accetta la polizia (noi siamo in quattro). L'hanno prossimo, in quarta, impareremo le moltiplicazioni fino al 60 e potrò dirvi a che velocità va il mio papà (ma penso che sarà almeno fino a 1000 all'ora come le Red Bull".
Patty 2 mesi fa su tio
Ma finalmente una proposta sensata! In tutti gli altri paesi le autostrade e i tunnel sono a pagamento, e a prezzo salato. Possibile che sia sempre e solo la Svizzera a dover pagare per gli altri??? Che l'Ustra faccia in fretta!
Don Quijote 2 mesi fa su tio
Negli altri paesi le autostrade a pagamento sono finanziate da privati, in Svizzera sono finanziate con i soldi dei contribuenti e non mi sembra il caso di pagare due volte per lo stesso servizio. Dunque, se mi dici di far pagare un pedaggio agli stranieri potrebbe starmi bene, anche se per il mio carattere lo ritengo una scortesia tipica di uno con le mani corte. Se vai in Spagna che ritengo il paese migliore in Europa per viaggiare in autostrada o con il treno, solo una parte delle autostrade (quelle più vecchie) hanno il pedaggio, tutte le altre sono gratuite perchè finanziate dallo stato con i soldi del cittadino. Se un paese come la Spagna può permetterselo, l'opulenta Svizzera non vorrà fare la figura del tirchio!
Thinks 2 mesi fa su tio
ESATTAMENTE!!!... Spesso ho cercato di spiegarlo agli ottusi che vorrebbero far pagare i servizi più volte, come già succede, ma niente! la politica accoglie a braccia aperte il consenso della maggioranza pro tasse! Già la vignetta doveva essere provvisoria, visto che già paghiamo salato per le strade, ma come si è visto volevano triplicare la tassa, tutto per sperperare ancora di più in asfalto e il restante 70% per tappare buchi in spese non concernenti le strade....
Andy 82 2 mesi fa su tio
x i camion 30 fr e 20 x le auto chissà che forse l'alptransit servirà allo scopo iniziale...
Genchi 67 2 mesi fa su tio
Sono arrivati i fenomeni,finalmente vi siete svegliati,non c’entra nulla il traffico ma almeno qualcosina incassiamo o dobbiamo sempre calare le braghe
Franco56 2 mesi fa su tio
in altri paesi fanno pagare transito su autostrad solo noi non danno pagare andata è ritorno galleria gottardo allora siano indietro anni luce ?
Mattiatr 2 mesi fa su tio
In Germania è gratis ed hanno pure tratte senza limiti di velocità, in Austria, come noi hanno la Vignetta. Il fatto che in Italia, Francia, o Spagna adottino il sistema dei caselli non significa che sia meglio, per la mia esperienza sono solo costi maggiori, maggiori ingorghi, minore fluidità di percorrenza, ... Ci sono solo difetti in quel sistema, sopra tutto per il cliente (noi)
Frankeat 2 mesi fa su tio
Far pagare un "biglietto d'entrata" per la gallera del Gottardo non ridurrebbe di sicuro il traffico.
Mattiatr 2 mesi fa su tio
Ma come, fermare camion e macchine a un casello in mezzo a una strada crea traffico? (ironico, per esempi sul tema vedi Italia)
gmogi 2 mesi fa su tio
Un pedaggio ci sta tutto! Poi dove lo faranno pagare sarà sicuramente in Ticino così non “intasano” i cantoni tedeschi
Boss 2 mesi fa su tio
era ora !! tutti passano da qui a gratis !! e no. lasciano mezzo franco sul territorio !
seo56 2 mesi fa su tio
Sarebbe ora! CHF 25 per la sola andata!!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO