Città di Lugano
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
31 min
Pareggio dei conti entro il 2025, vince (di poco) la destra
Un Gran Consiglio spaccato in due ha approvato di misura l'iniziativa di Sergio Morisoli.
CANTONE
2 ore
Quella fattura piena che delude alcuni esercenti
Tasse sulla vendita di alcolici e per il promovimento turistico: niente sconti pandemici nel 2021. E c'è chi si sfoga.
FOTO
LUGANO
2 ore
Il sentiero del Cassarate è stato tirato a lucido
È stata un successo la terza Giornata ecologica organizzata dalla Commissione di quartiere di Pregassona.
Lugano
3 ore
Dalla Corea con clamore, ma non è pericolosa quanto la zanzara tigre
Per la senior researcher all'Istituto di microbiologia Supsi, Eleonora Flacio, «non comporta alcun problema»
LUGANO
5 ore
Wicht più prosciolto che condannato
Si è chiusa (per ora) con un decreto di abbandono e una piccola multa l'inchiesta sull'ex Udc
FOTO
BELLINZONA
6 ore
La ristrutturazione del Liceo non piace agli studenti
La petizione lanciata dal Comitato studentesco ha raccolto ben 548 firme.
CANTONE
6 ore
Aperto il bando per disegnare la locandina del Pardo 2022
Designer, grafici, artisti (e aspiranti tali) avranno fino al 6 gennaio per inviare le opere. In palio 5'000 franchi
CANTONE
6 ore
Milioni di aiuti per gli impianti di risalita
Approvato quasi all'unanimità il credito di 5,6 milioni per Airolo, Bosco Gurin, Campo Blenio, Carì e Nara.
FOTO
MESOCCO (GR)
7 ore
Le gallerie sull'A13 ora sono più sicure
Ultimati oggi i lavori per le uscite di sicurezza delle gallerie Brusei e il cunicolo di sicurezza per il tunnel Land
CANTONE
7 ore
Certificato a chi si testa in azienda, non c'è urgenza
Il Gran Consiglio ha bocciato la richiesta avanzata la scorsa settimana dal Gruppo UDC.
STABIO
9 ore
Andiamo a pulire i boschi di Stabio
Il Comune propone un pomeriggio dedicato alla lotta contro il littering
MENDRISIO
9 ore
Ligornetto: «Una vignetta per i momò»
Per il gruppo Lega-Udc-Udf i residenti di Mendrisio devono essere esentati dal blocco del traffico
BELLINZONA
9 ore
«Non toccate le settimane bianche»
A Bellinzona l'Unità della sinistra chiede al Municipio di fare dietrofront sull'abolizione della proposta fuori sede
LUGANO
23.09.2021 - 16:200

Polo turistico congressuale, le proposte non sono conformi

Gli esperti hanno ritenuto che non vi sono le basi per aggiudicare il concorso.

La Città si riserva quindi di selezionare e scegliere il partner privato adottando una procedura di incarico diretto.

LUGANO - Le proposte dei due concorrenti per la realizzazione del polo turistico e congressuale del Campo Marzio Nord non rispettano le condizioni del bando, che non è quindi possibile aggiudicare. A comunicarlo è il Municipio, dopo aver ratificato il rapporto finale della Giuria che ha valutato quanto offerto dai due investitori.

La Città di Lugano si riserva quindi di selezionare e scegliere il partner privato adottando una procedura di incarico diretto. La strategia sarà comunicata trascorsi i termini di ricorso.

Il concorso - La procedura di concorso a due fasi per investitori e architetti progettisti ha visto l’inizio della seconda fase nel 2018.

Dei 7 candidati qualificati nella prima fase hanno consegnato le loro offerte due gruppi: Implenia Svizzera SA e Gruppo Halter AG & Swisscanto. A causa dell'emergenza pandemica i tempi di consegna sono stati prorogati di 6 mesi, con scadenza nel novembre 2020; il plenum finale della Giuria e del Collegio di esperti ha avuto luogo nel gennaio e nell’agosto di quest’anno.

Documentazione non conforme - Dalle verifiche e dagli approfondimenti effettuati è emerso che i partecipanti non hanno fornito una documentazione conforme alle condizioni contenute nel programma di concorso. Considerate le manchevolezze delle proposte urbanistico-architettoniche e delle relative offerte economiche, Giuria e Collegio di esperti hanno ritenuto che non vi fossero le basi per aggiudicare il concorso, risultato fatto proprio dal Municipio.

Tuttavia, avvalendosi della facoltà concessa dalle condizioni di concorso di valutare le proposte anche se non idonee (poiché, in ogni caso, frutto di un importante impegno delle parti), Giuria e Collegio di esperti hanno evidenziato gli aspetti positivi e quelli negativi di entrambe, ma anche i limiti delle condizioni di concorso e le nuove condizioni quadro emerse a seguito della pandemia da Covid-19.

Ciò offre al Municipio l’opportunità di ricalibrare e attualizzare i punti forti e le criticità in vista dei prossimi passi.

Il Municipio, poiché nessuna delle proposte inoltrate dai concorrenti rispetta le condizioni del bando, ha quindi deciso di non aggiudicare e di chiudere la fase di concorso.

Le lacune dei due progetti - Il progetto del gruppo Halter ha tentato di dare una risposta integrata, piuttosto convenzionale, al contesto mentre il progetto del gruppo Implenia ha proposto di conferire a tutto il comparto un carattere più originale. Secondo la Giuria, entrambe le proposte evidenziano lacune a livello urbanistico, anche perché non creano relazioni spaziali tali da rendere il nuovo comparto un luogo aggregativo, capace di generare il valore aggiunto auspicato per il quartiere di Cassarate e per tutta la città.

Aspetti economici - Il Collegio di esperti ha evidenziato gli aspetti positivi e negativi delle offerte relativi ai contenuti pubblici (centro congressi, autosilo e spazi pubblici esterni) e ai contenuti privati (albergo, commerci e residenza). Il gruppo Halter raggiunge gli obiettivi finanziari posti dal bando di concorso in merito alla realizzazione "a costo zero" dei contenuti pubblici, lo fa però con un'eccessiva quota di superfici residenziali, in contrasto con le condizioni di concorso, e con modalità di acquisizione del terreno non conformi con quanto prospettato. Sul progetto del gruppo Implenia il Collegio di esperti esprime invece importanti riserve relative alla fattibilità economica; considerato che l'offerta non rispetta gli obiettivi finanziari della Città, né evidenzia alternative di finanziamento.

Se dalle offerte preliminari e dalle proposte sviluppate nelle fasi intermedie sembrava plausibile un accordo per cui, in cambio della messa a disposizione del terreno, il partner privato consegnasse alla Città i contenuti pubblici, la consegna finale ha invece mostrato che tale traguardo è attuabile solo snaturando la finalità del comparto con eccessivi contenuti residenziali, riducendo la qualità degli spazi pubblici e mettendo a disposizione il terreno nella forma della proprietà e non del diritto di superficie.

Negli approfondimenti che seguiranno la Città rivaluterà tutti gli elementi emersi, cogliendo l’opportunità per approfondire e aggiornare i contenuti del polo turistico e congressuale, e identificando i requisiti necessari per la realizzazione di una struttura attrattiva a livello internazionale alla luce delle mutate prospettive del mercato.

Si procederà per incarico diretto - La Città si riserva quindi, nella prosecuzione del progetto, di selezionare e scegliere il partner privato investitore adottando una procedura di incarico diretto. La strategia di dettaglio sarà comunicata trascorsi i termini di ricorso.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 22:23:09 | 91.208.130.85