Ti Press/lettore tio.ch/20minuti
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
48 min
Passa da Berset il caso dei neo-psicologi non riconosciuti
Il Consiglio di Stato ha scritto al ministro dell'Interno proponendo una soluzione
CANTONE
48 min
La Nuova Valascia scivola sui pagamenti agli artigiani
La nuova Valascia ha qualche problema di liquidità. Malumori tra chi ha eseguito i lavori
ASCONA
9 ore
«Così ho perso lentamente la mia amica»
Nelly Morini racconta il dramma dell'Alzheimer nel romanzo Clarianne, ispirato a una storia vera.
MESOCCO (GR)
15 ore
Ventenni escono di strada e finiscono nella scarpata
L'incidente è avvenuto la scorsa notte in zona Alp Frach. I due occupanti del veicolo sono rimasti leggermente feriti.
CANTONE
17 ore
Giornalisti sportivi riuniti in assemblea
Nel corso dell'appuntamento sono stati attribuiti i premi Giuseppe Albertini e al Merito Sportivo.
FOTO
LOCARNO
19 ore
Un Nicolao tutto blu è tornato in città
Dopo lo stop dello scorso anno, il Nicolao color blu ha potuto tornare in azione, portando regali ai più piccoli.
CANTONE / CONFINE
19 ore
Navigazione sul Lago Maggiore, una mozione per smuovere le acque
I consiglieri nazionali ticinesi chiedono al Consiglio federale di avviare i negoziati per una nuova convenzione.
CANTONE
20 ore
Quattro giorni consecutivi di nebbia: «Non capita tutti gli anni»
Facendo un bilancio del mese di novembre, MeteoSvizzera ha rilevato un'anomalia per quanto riguarda il sud delle Alpi.
FOTO
MELIDE
1 gior
Fiamme da una canna fumaria, pompieri in azione
Il fuoco è stato domato prima che si propagasse al tetto
CANTONE
1 gior
Un paio di cose da sapere quando si prenota la terza dose
Da «Ci si può prenotare anche se vaccinati da meno di 6 mesi?» a «Siamo sicuri che mi danno il farmaco giusto?».
FOTO E VIDEO
LUGANO
1 gior
Il centro di Lugano si è rimesso la mascherina
Da questa mattina, come durante l'ultimo periodo natalizio, è di nuovo obbligatorio indossarla
LUGANO
02.07.2021 - 08:180
Aggiornamento : 10:04

PubliBike, fra batterie scariche e lucchetti forzati

Il servizio di biciclette condivise è oggetto di lamentele per vandalismi e scarsa manutenzione.

«Qualche inconveniente può capitare, occorre segnalarli al servizio clienti e si viene rimborsati», spiega il coordinatore per il Luganese Fabio Schnellmann.

LUGANO - Biciclette elettriche che non funzionano perché la batteria è scarica. Lucchetti che rendono complicato (e più costoso) posteggiare i mezzi. Vandalismi e scarsa manutenzione che comportano rischi per l’utenza. Sarebbero numerosi i disservizi constatati negli ultimi tempi usufruendo della rete PubliBike a Lugano. «Trovo questo servizio molto interessante per spostarsi in città, ma pagare per qualcosa che non funziona non mi sembra giusto», racconta una donna che usa spesso queste biciclette condivise. 

La sua esperienza, ultimamente, è infatti stata parecchio negativa: «A causa di un lucchetto difettoso, la conclusione del tragitto non è stata registrata e mi è arrivata una stangata di 25 franchi per una corsa breve», racconta. Il culmine: la perdita di un pedale mentre si trovava nel bel mezzo del traffico luganese. Un altro fruitore racconta invece di aver preso un'e-bike con la carica all'89% a Melide e di essere rimasto a piedi già a Maroggia.

Inconvenienti che capitano - Ma la situazione è davvero così “catastrofica”? «Naturalmente qualche disservizio più capitare. E se succede occorre contattare il servizio clienti, in modo che l’addebito venga stornato. Cosa che sicuramente, in caso di errore, viene fatta», spiega Fabio Schnellmann, coordinatore del sistema di Bike sharing del Luganese. Un servizio che conta circa 1'000 utilizzi giornalieri e che da qualche settimana è sbarcato anche nel Mendrisiotto

Lucchetti ora più resistenti - I problemi riscontrati ai lucchetti avrebbero però un’altra origine, secondo Schnellmann: «Più volte sono stati forzati in modo da usare le bici senza essere registrati. Agendo così, i lucchetti potrebbero rimanere difettosi e non chiudersi più come si deve. Per questo, di recente, abbiamo deciso di sostituirli con un tipo più performante e resistente. Una sorta di antifurto, insomma».

Il problema delle batterie - Il coordinatore punta quindi il dito sugli atti di vandalismo - «comunque casi isolati e in linea con quanto avviene nel resto della Svizzera» - piuttosto che su una scarsa manutenzione: «Abbiamo tre unità e mezzo che si occupano della manutenzione delle biciclette e di girare fra le 97 stazioni sparse sul territorio per sostituire le batterie delle 360 biciclette elettriche disponibili (la metà del totale)». Quando la carica della batteria è inferiore al 30%, infatti, non è teoricamente più possibile noleggiare la bicicletta. Ma un controllo prima di partire è comunque doveroso.

Manutenzione perenne - «Quando invece è necessaria una riparazione - prosegue Schnellmann -, principalmente a causa di un foratura, portiamo le bici presso l’ex sede della Posta di Viganello, dove abbiamo l’officina». Ma naturalmente dappertutto, in un batter di ciglio, non si può arrivare. L’invito è quindi quello di trattare queste biciclette in modo adeguato, affinché chi la utilizza dopo non si ritrovi con una bici danneggiata o, peggio ancora, resti a piedi.

Primi minuti gratuiti? - Considerato però che non è possibile escludere al 100% un disservizio, non si potrebbe prevedere un breve lasso di tempo iniziale gratuito? In modo che se una bicicletta avesse dei problemi, il suo utilizzo non verrebbe fatturato. «Premesso che ci sono già abbonamenti che comprendono una prima mezz'ora gratuita, effettivamente potrebbe essere un’idea per l’utilizzatore occasionale. Ma essendo allineati con il tariffario al resto della Svizzera, è una riflessione che andrebbe fatta a livello nazionale», conclude Schnellmann.

lettore tio.ch/20minuti
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
cle72 5 mesi fa su tio
In altre città vedi Zurigo di usano i monopattini, con meno manutenzione e possibilità di fare danni (vandalismi) pensare la stessa cosa a Lugano?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-06 06:48:02 | 91.208.130.89