Tipress
Orio Galli
+2
ULTIME NOTIZIE Ticino
LOCARNO
43 sec
Telethon torna a volare a Magadino
La manifestazione a sostegno della ricerca sulla distrofia muscolare riprende dopo la pandemia
CANTONE / SVIZZERA
16 min
Fra 30 anni il Ticino rischia di essere ancora più periferico
Sulla base di tre scenari demografici, il nostro Cantone perderà uno o due seggi in Consiglio nazionale entro il 2051.
FOTO
BELLINZONA
45 min
«Lo sfitto affossa il Progetto del nuovo quartiere delle Officine?»
Le difficoltà del mercato immobiliare parrebbero aver convinto le FFS a rinunciare alla costruzione degli appartamenti.
CANTONE
1 ora
«L’ha strangolata, non erano tipi da asfissia erotica»
Nel processo per il delitto di Muralto, la procuratrice ha ribadito che la versione dell’imputato è «una menzogna».
CANTONE
3 ore
Il delitto in hotel, poi tutta una serie di menzogne
Si è riaperto con la requisitoria il processo nei confronti del 32enne accusato di assassinio
CANTONE
3 ore
Controlli di polizia nella fascia di confine
Si tratta di una campagna congiunta che mira a rendere le strade più sicure. Avrà luogo domani.
BREGGIA
4 ore
A Morbio Superiore la Posta va in biblioteca
La futura filiale in partenariato troverà casa presso la biblioteca comunale
CANTONE
4 ore
In Ticino altri 27 contagi
Un paziente è stato dimesso dall'ospedale. Resta stabile l'occupazione delle cure intense
CANTONE
5 ore
Pettorine catarifrangenti in dogana
Obiettivo: raccogliere dati sul traffico veicolare in entrata e sulle abitudini di mobilità dei conducenti.
CANTONE
5 ore
La costituzione ha l'ok di Berna
Il principio di sussidiarietà è conforme al diritto federale, secondo il Consiglio nazionale
AGNO
8 ore
Alla ricerca della falla da cui il nonno di Eitan è volato via
Non si spegne la polemica sui controlli doganali all'aeroporto di Lugano
CANTONE
8 ore
Ticinesi in cerca di casa: a pochi metri da dove sono nati e mai in città
Quando si tratta di cambiare casa, tendiamo a restare vicino ai nostri luoghi. Ecco i risultati di uno studio Swiss Life
CANTONE
17 ore
Cambio alla testa dell'ASIF
Prende il posto dell'uscente Walter Schick, che ha deciso di passare il testimone
CANTONE
15.04.2021 - 06:020
Aggiornamento : 10:14

Galli in rivolta: «L’intelligenza artificiale ha distrutto il lavoro»

La polemica del grafico e artista contro le "nuove" tecnologie: «Nel mio campo, ma non solo, è la fine di una civiltà»

Il professionista stronca l'avvento dei programmi di "grafica" gestiti dalle macchine: «La creatività ha una componente irrazionale insostituibile. Oggi tutto è design, ma per assurdo non si disegna più»

CASLANO - A quasi 80 anni Orio Galli è una persona di carattere e caratteri. Non tanto perché come grafico conosce storia e segreti della calligrafia, che giocosamente trasfigura in “galligrafia”, ma perché, nonostante o forse grazie all’età, resta uno dei pochi ticinesi che ancora coltivano l’arte della provocazione e della critica. Avverte, insomma, quel novecentesco bisogno di indignarsi. Virus che il presente sembra aver debellato. «Non lo faccio perché ho interessi di bottega da difendere» premette, seduto al tavolo del suo studio-galleria a Caslano.  

Tutto design, nulla è design - Primo a ottenere il diploma federale di grafico in Ticino, autore di opere che lungo cinquant’anni di carriera hanno lasciato traccia, come il manifesto “Ticino: terra d’artisti”, Galli ne ha viste di tutti i colori. Ma il “grafico artificiale”, quello no. La notizia, rimbalzata qui di recente, di un programma d’intelligenza artificiale russo in grado di dare forma ai contenuti, lo indigna nel profondo. Ma, soprattutto, lo rafforza nella convinzione che la sua, come molte altre professioni, sia, se non morta, in inesorabile declino: «Nel mio campo, ma sono convinto che il discorso possa allargarsi, è la fine di una civiltà e di un mondo». Per età e mestiere, continua Galli, «ho vissuto il passaggio epocale tra l’analogico e il digitale. Tra la mano, cioè il peso della materia, e l’attuale nulla numerico». Lontani i suoi esordi, quando la sfida era far capire che un grafico non è una tabella: «Oggi invece tutto è design, dal cibo agli elettrodomestici, ma per assurdo non si disegna più».

La creatività è anche irrazionale - Ma torniamo a quella che per Galli è stata la svolta: «Il passaggio radicale, quando il lavoro è crollato da un giorno all’altro, risale al 1990. Sono gli anni in cui il computer da macchina per specialisti è rapidamente diventato strumento d’uso comune. Il problema è che la gente non aveva cultura e competenze. Nel contempo è uscito sconvolto il rapporto tempo-lavoro. Uno degli effetti è stato che, anche per moda, in moltissimi hanno scoperto la professione del grafico e di altri lavori creativi». Non boccia la tecnologia e il progresso in sé Galli, non fosse altro che oggi è convintamente vaccinato contro il Covid: «Ci sono vantaggi enormi, se penso alla medicina, ma rifiuto la mitizzazione che si è fatta della tecnologia. Che doveva restare solo uno strumento nelle mani dell’uomo. Uno strumento, aggiungo, stupido. Con una velocità, però, che la mente umana non riesce a inseguire. Ma proprio perché l’artificiale è “cretino” e razionale non va bene per la creatività che ha una componente irrazionale insostituibile». 

Cornuti e mazziati - Gli stravolgimenti che la tecnologia ha portato nel suo lavoro lo fanno essere doppiamente critico: «Purtroppo oggi i nativi digitali non hanno più coscienza di quello che è stato e vivono un eterno presente». Il Cantone, prosegue, predica e razzola male: «Che senso ha creare oggi delle scuole di creatività? Nessuno. Oltretutto se a farlo è quello stesso Cantone che per anni ha tolto il pane ai professionisti, cornuti e mazziati, dando i lavori agli studenti di grafica. Con la scusa che gli studenti devono poter fare pratica su lavori concreti sono stati assunti durante i passati decenni numerosi mandati dalle scuole d'arte applicata. Il paradosso è che lo Stato, che dovrebbe alimentarsi del reddito dei privati, così facendo si autodistrugge».

Carta vs digitale - L’ultimo colpo di stilo è per il nuovo campus del Dipartimento ambiente costruzioni e design della Supsi a Mendrisio: «Pensavo fosse quello il luogo ideale per lasciare il mio archivio di lavori grafici. Mi hanno risposto che nella nuova sede non c’è spazio. Ma cosa insegna una scuola che non ha previsto un archivio? Così facendo sono i primi a negare il passato». Un archivio nella nuova sede, abbiamo appurato, ci sarà, ma con spazi ridotti per i materiali cartacei vista la volontà di archiviare i documenti in formato... digitale.

Foto Tio/20Minuti
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Sandokan85 5 mesi fa su tio
Mi ricorda un po' il contadino s che col so mulo Guarda con odio il trattore del vicino. Scelta libera, ma ho idea che ogni idea creativa, se campionata (in byte o su pergamena) diventa monetizzabile. Poi che sia moolto piú facile personalizzare un campione con un software che con il calamaio,...scelta personale.. Come quella di andare al lavoro in calesse imprecando alle automobili nel 2021!
Ro 5 mesi fa su tio
Ops ! Finalmente ci si accorge che la tecnologia ruba il lavoro all’uomo. Qualcuno comunque lo aveva già scritto nelle lettere al corriere e su un sito. E aggiungeva pure che la cosa assurda era ed è ancora di questi giorni di incitare la gente a fare figli. Questa è follia pura. In poche parole è come il detto: “ la mano destra non sa cosa fa la sinistra “. Ci casca a pennello. Buona giornata
marco17 5 mesi fa su tio
In generale ha ragione da vendere: ma se avessero accolto il suo archivio alla Supsi avrebbe ancora protestato in questo modo?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 14:27:41 | 91.208.130.85