Immobili
Veicoli

MURALTOUn lungolago più a misura d'uomo grazie all'emergenza

19.02.21 - 08:24
Le misure pianificatorie introdotte la scorsa estate a sostegno del settore turistico hanno dato ottimi risultati.
Ti Press
MURALTO
19.02.21 - 08:24
Un lungolago più a misura d'uomo grazie all'emergenza
Le misure pianificatorie introdotte la scorsa estate a sostegno del settore turistico hanno dato ottimi risultati.
Per questo il Municipio intende ora sviluppare in modo permanente plateatici e terrazze, integrandoli con il verde e il lago, in modo da sfruttare maggiormente il potenziale turistico della zona.

MURALTO - Dalle situazioni d'emergenza spesso si traggono importanti insegnamenti. Una frase di cui spesso si abusa ma che a Muralto è più che mai d'attualità. Le misure pianificatorie introdotte d’urgenza la scorsa estate per aiutare il settore turistico hanno infatti dato risultati eccellenti per il Municipio, che ha quindi deciso di avviare un piano per sviluppare in senso permanente plateatici e terrazze, integrandoli con il verde e il lago. Insomma, quello che era un provvedimento temporaneo dovrebbe passare a una pianificazione definitiva.

Si vuole infatti fare tesoro del successo registrato nell’estate del 2020, quando, per aiutare la ripresa turistica dopo il primo lockdown causato dall’emergenza Covid-19, il Municipio varò norme che permisero ai locali di disporre di maggiore spazio sfruttando il lungolago, superando dunque la cesura rappresentata dalla strada fino a quel momento. Modifiche che, riuscendo a mantenere una soddisfacente convivenza con il traffico veicolare, pedonale e ciclabile, raccolsero reazioni particolarmente positive da parte degli esercenti, dei turisti (certificate dal boom di presenze registrate tra luglio e settembre) e dalla stessa popolazione.

Il Municipio ha quindi deciso di avviare un’azione politico-amministrativa che punti a consolidare queste potenzialità di abbellimento e sfruttamento degli spazi lungo l’ampia fascia a lago che caratterizza il lungolago muraltese, un vero e proprio parco verde che si snoda tra l’area urbana e il Verbano. «I concetti architettonici sono in fase di studio e a tal proposito saranno coinvolti i diretti interessati, ristoratori e proprietari dei locali, per raccogliere esperienze e suggerimenti», spiega il sindaco Stefano Gilardi, che cura questo dossier insieme alla vice sindaco Anna Maria Sury e al municipale Renato Canziani.

L’obiettivo è quello di essere pronti in vista della fine delle limitazioni imposte dall’epidemia di Covid-19. Nelle prossime settimane sarà convocata una riunione con gli operatori privati del settore turistico. Seguiranno i piani d’intervento e i relativi messaggi municipali.

 

COMMENTI
 
Ro 1 anno fa su tio
Finalmente un idea eccellente.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO