Archivio Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
7 ore
È morto Oviedo Marzorini
Classe 1945, è stato primo cittadino ticinese fra il 2004 e il 2005.
SVIZZERA
9 ore
È in corso il processo ai due presunti reclutatori dell'ISIS
Si presume che i due imputati siano responsabili di diversi viaggi in Siria effettuati da musulmani svizzeri
BELLINZONA
10 ore
Robbiani, il burqa e i sacchi dell’immondizia. Il ministero pubblico: “Non è reato”
Ci sono voluti sei anni per stabilire il decreto di abbandono nei confronti di Massimiliano Robbiani
CANTONE
11 ore
Il Ticino torna a scuola, «ma le lacune non mancano»
Il SISA prende posizione: per una scuola davvero normale occorre annullare le disparità e introdurre misure di sostegno.
FOTO
CANTONE
12 ore
Il livello dell'acqua scende, il Lago Maggiore "ha sete"
Con 192.53 metri sul livello del mare, il Verbano si sta avvicinando ai minimi storici.
GIUBIASCO
15 ore
Il direttore si dimette
La Cantina sociale di Giubiasco è di nuovo senza guida, se ne va Conceprio
CANTONE
15 ore
La scuola ricomincia in aula, per tutti
Lo ha comunicato oggi il Governo ticinese: «È lo scenario che fa funzionare le scuole in maniera corretta»
BELLINZONA
16 ore
Due presunti islamisti a processo
Il dibattimento inizia oggi al Tribunale penale federale di Bellinzona. Gli imputati sono un 34enne e un 37enne
CANTONE
16 ore
Coronavirus in Ticino: nel weekend quattro casi e zero decessi
Nel nostro cantone il numero complessivo di persone risultate positive al virus sale a 3'453
CANTONE
17 ore
Disoccupati in (lieve) calo
A luglio trend positivo. Ma rispetto all'anno scorso c'è un peggioramento
ASCONA
17 ore
Quante sassate sul lungolago
Si è svolta con grande successo la nona edizione del campionato ticinese del lancio del sasso. Ecco come è andata.
CANTONE
03.03.2020 - 13:180
Aggiornamento : 13:38

Mancano mascherine di protezione? Ci pensa il Cantone

Da oggi parte la fornitura che fa parzialmente capo a uno stock acquistato per la pandemia del 2009

Alcune confezioni riportano una data di scadenza superata. Ma il DSS assicura: «Lo stato di conservazione è stato verificato dal farmacista cantonale»

BELLINZONA - Strutture sanitarie, medici di famiglia e pediatri ticinesi stanno per ricevere un rifornimento di mascherine di protezione. La distribuzione inizierà oggi da parte delle autorità cantonali e ha l'obiettivo di supplire alla carenza di materiale preventivo.

In parte si farà capo a materiale ordinato durante la pandemia del 2009 (si trattava dell'influenza H1N1, meglio nota come “suina”), che in alcuni casi riporta una data di scadenza superata. Ma lo stato di conservazione è stato verificato dal farmacista cantonale, come assicura il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS): «Le mascherine ancora in stock sono perfettamente utilizzabili e adatte agli scopi di protezione per cui sono previste».

Il materiale sarà distribuito esclusivamente a operatori sanitari che sono già stati informati debitamente dal Farmacista cantonale.

Se il disinfettante è scaduto - A titolo informativo, le autorità cantonali segnalano inoltre che i disinfettanti a base alcolica che dovessero aver superato la data di scadenza sono perfettamente validi. Non perdono infatti la loro efficacia con gli anni e possono dunque essere utilizzati anche dopo la data di scadenza, a condizione che il flacone sia ben chiuso. Gli altri tipi di disinfettanti, come acqua ossigenata, ipoclorito tipo amuchina o clorexidina non devono più essere utilizzati dopo la data di scadenza, siccome inefficaci.

Furto di mascherine - Succede in Ticino, ma anche nel resto della Svizzera: non manca chi ruba mascherine nelle strutture sanitarie. Lo conferma a 20 Minuten l'Ospedale Triemli di Zurigo: «In effetti negli ultimi giorni il numero di mascherine impiegate è molto più alto del previsto, ma non si tratta di quelle a disposizione del personale sanitario ma di quelle disponibili nelle aree pubbliche». Ed è per questo motivo che ora nella struttura in questione non vengono più messe a disposizione. All'Inselspital di Berna si parla addirittura di confezioni che spariscono in cinque minuti.

I casi ticinesi - Per quanto riguarda la diffusione del coronavirus in Ticino, oggi il DSS ha reso noto che altre due persone sono risultate positive. Si tratta di due donne, entrambe residenti nel Luganese. La prima era in stretto contatto con l'ottantenne ricoverato in terapia intensiva alla Clinica Moncucco di Lugano.

Le nuove indicazioni - Gettare il fazzoletto usato in un secchio della spazzatura chiuso, evitare le strette di mano e annunciarsi al telefono prima di recarsi dal medico o al pronto soccorso. Queste sono le nuove indicazioni igieniche introdotte ieri dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), che ha così intensificato la campagna preventiva contro il coronavirus.

Tutte le informazioni sulla situazione relativa al coronavirus in Svizzera sono disponibili su www.ufsp-coronavirus.ch e su www.ti.ch/coronavirus. Per qualsiasi dubbio è attiva la seguente infoline: 0800.144.144 (tutti i giorni dalle 7 alle 22).

La mappa dei contagi nel mondo

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 02:55:22 | 91.208.130.86