Immobili
Veicoli
Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
LOCARNO
4 ore
Un 31 gennaio insolitamente silenzioso in Città Vecchia
Anche quest'anno gli organizzatori di Bandir Gennaio hanno gettato la spugna.
CANTONE
11 ore
1348 nuovi positivi e un decesso in Ticino
Sono 158 i pazienti ricoverati, 16 dei quali si trovano in cure intense
AIROLO
1 gior
Sorpasso nel tunnel del San Gottardo, automobilista condannato
Un cittadino degli Emirati Arabi è stato sanzionato per la manovra compiuta lo scorso 24 novembre
LUGANO
1 gior
Davide Enderlin a processo
L'ex consigliere comunale luganese è stato rinviato a giudizio e dovrà rispondere di illeciti per oltre 3 milioni
ARBEDO-CASTIONE
1 gior
Il Motel Castione affonda schiacciato dall'Iva
Negli scorsi giorni la società ha depositato i bilanci, oggi lo stop intimato dal Cantone
CANTONE
1 gior
Cardiocentro nell'EOC: «È stato un primo anno positivo»
L'integrazione è pienamente riuscita e da quest'anno la cardiologia dell'Ente sarà gestita totalmente dal Cardiocentro.
CANTONE
1 gior
Ecco i prossimi radar, molti nel Luganese
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 24 al 30 gennaio
CANTONE
1 gior
Mancata riscossione dell'IVA: «Non devono essere i conducenti a risarcirla»
L'invio di un complemento di fattura dopo circa cinque anni ha fatto storcere il naso a molti.
FOTO
LUGANO
1 gior
«Ringrazio tutto il personale sanitario»
Il presidente della Confederazione ha parlato con i medici e gli infermieri in prima linea nella lotta al Covid-19.
CANTONE
1 gior
«Bene gli applausi agli infermieri, ma diamogli anche 6'000 franchi»
L'MPS ha presentato una serie di emendamenti al Preventivo 2022 focalizzati su sanità, dumping e disoccupazione
LOCARNO
1 gior
Kursaal firma con un nuovo gestore. «Ma noi siamo ancora interessati»
Il Gruppo ACE, che attualmente gestisce la casa da gioco, non nasconde il proprio stupore: «Non sapevamo nulla»
CANTONE
02.03.2020 - 18:270
Aggiornamento : 03.03.2020 - 08:41

Secondo caso ticinese e una trentina di test pendenti

Il nuovo caso nel nostro cantone è stato comunicato stamani: si tratta di un uomo di circa ottant'anni

Nel frattempo si registrano le prime trasmissioni all'interno della Svizzera

BELLINZONA - Ha circa ottant'anni il secondo paziente ticinese che ha contratto il nuovo coronavirus e che da ieri sera si trova in isolamento alla Clinica Moncucco di Lugano, in terapia intensiva. Si tratta di una persona poco mobile, che di recente non ha fatto viaggi all'estero. È quanto ci fa sapere il medico cantonale Giorgio Merlani.

«L'indagine ambientale ci ha però permesso di individuare un contatto stretto sintomatico, una persona che è anche solita recarsi all'estero» ci spiega. Attualmente le autorità sanitarie cantonali stanno pertanto attentamente approfondendo la questione, per capire se l'infezione sia avvenuta al di fuori dei confini nazionali o in Svizzera. «Per ora non è quindi possibile dire che la filiera del contagio è nota».

Una decina di persone in quarantena - In relazione al secondo caso emerso in Ticino, sono state messe in quarantena sette persone.  Una misura, questa, che si è di recente resa necessaria anche per altre due persone residenti nel nostro cantone, che però hanno avuto contatti con pazienti accertati d'oltre San Gottardo. A seguito del primo caso ticinese - che era stato annunciato la scorsa settimana - erano state invece poste in quarantena cinque persone (per quattro di loro finirà domani sera): «Due avevano sviluppato i sintomi, ma il coronavirus è stato escluso».

Una trentina di test pendenti - Nel frattempo anche in Ticino proseguono i test su persone che presentano sintomi compatibili con quelli della malattia proveniente dalla Cina. Attualmente, lo dice ancora il medico cantonale, quelli pendenti sono una trentina.

Le prime trasmissioni all'interno della Svizzera - In Svizzera i casi sono ora più di trenta. E si sono verificate le prime trasmissioni entro i confini nazionali, più precisamente in Vallese e nei Grigioni, come fa sapere l'Ufficio federale di sanità pubblica. Si tratta di casi in cui è ancora possibile seguire la filiera del contagio. Ma - lo dice ancora Berna - sono probabili ulteriori episodi, non noti.

Nessun nuovo provvedimento, per ora -  I provvedimenti adottati sinora per frenare l'epidemia sono già «abbastanza pesanti» afferma Merlani. Per ora si monitora la situazione. «Si valuterà di volta in volta se e quali misure sarà necessario e adeguato introdurre».

I contagi nel mondo - I contagi sono in aumento in tutto il mondo, e sono quasi a quota 90'000. La maggior parte si registra in Cina. Tra i paesi con più pazienti, al terzo posto c'è l'Italia, con quasi 1'700 persone risultate positive. E anche in altre nazioni europee (soprattutto in Germania, Francia e Spagna) i numeri stanno crescendo e hanno ormai superato il centinaio. Sempre a livello mondiale, i morti sono 3'000 e le persone guarite almeno 45'000. In Cina l'epidemia- lo hanno detto negli scorsi giorni anche le autorità federali elvetiche - starebbe però rallentando.

Tutte le informazioni sulla situazione relativa al coronavirus in Svizzera sono disponibili su www.ufsp-coronavirus.ch e su www.ti.ch/coronavirus. Per qualsiasi dubbio è attiva la seguente infoline: 0800.144.144 (tutti i giorni dalle 7 alle 22).

La mappa dei contagi nel mondo

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-22 21:34:56 | 91.208.130.85