TiPress - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Ticino
CAMPIONE D'ITALIA
25 min
A Campione arrivano i pirati
Altra azione di protesta nell'enclave. Dal pennone è stata rimossa la bandiera italiana, sostituita con il Jolly Roger
LOCARNO
1 ora
Un’ora di coccole con Magnum
Sabato 23 novembre il San Bernardo "terapeuta" incontra a Locarno grandi e piccini
BELLINZONA
1 ora
Una manifestazione per l'America Latina a Bellinzona
Le comunità cilena e latinoamericana in Ticino sfileranno sabato 23 novembre: «Siamo solidali con il popolo. I Diritti Umani vanno rispettati»
FOTO
TENERO-CONTRA
1 ora
Un caveau per i vini ticinesi: un po’ negozio, un po’ museo
Il nuovo progetto permette di viaggiare fra le eccellenze del territorio. Da Pedrinate salendo su, fino a Giornico
BELLINZONA
1 ora
Se la plastica serve per incenerire i rifiuti... ma anche no
Per il Municipio di Lugano il composto sintetico contribuisce a far funzionare il termovalorizzatore. Ma dall’impianto spiegano che non è così. La replica della Città che difende le scelte fatte.
LUGANO
8 ore
Tramonta il posto fisso, decolla l'interinale
I dati sono incoraggianti e il mondo del lavoro interinale è in continua espansione, tanto che fino al 20% delle persone che (ri)trovano un posto fisso vengono proposte dalle agenzie specializzate
CUGNASCO-GERRA
9 ore
È nata la nuova Associazione Anziani Cugnasco-Gerra
Eletta la presidenza e il comitato. Lo scopo? Prevenire e combattere l’emarginazione delle persone anziane
CONFINE
9 ore
Lieve terremoto avvertito in Valposchiavo
La terra ha vibrato, ma non si attendono danni
CANTONE / SVIZZERA
08.11.2019 - 12:280

Tra 10 mesi la galleria di base del Ceneri

Il 1. settembre 2020 AlpTransit Gotthard AG consegnerà alle FFS tutti gli impianti. L'inaugurazione sarà tre giorni dopo. La Delegazione di vigilanza della NFTA delle Camere federali potrà sciogliersi

BERNA - La costruzione della nuova ferrovia transalpina (NFTA) sta giungendo al termine. La galleria di base del San Gottardo è stata inaugurata con successo nel 2016 e quella del Ceneri è a buon punto. Lo ha indicato oggi a Berna la Delegazione di vigilanza della NFTA delle Camere federali (DVN), presentando quello che è destinato ad essere il suo ultimo rapporto in materia.

Il presidente della Delegazione, il consigliere agli Stati Olivier Français (PLR/VD), ha sottolineato ai media come l'alta vigilanza parlamentare non spetterà infatti più alla DVN bensì alle Commissioni della gestione (CdG), delle finanze (CdF) e in particolare alla Delegazione delle finanze (DelFin). La DVN, dopo aver vegliato per 21 anni sui lavori relativi all'adempimento delle condizioni poste per l'autorizzazione d'esercizio nonché su quelli di ultimazione dell'opera, ha tenuto la sua ultima seduta mercoledì nel canton Uri.

Lo scioglimento della DVN alla fine della corrente legislatura (30 novembre 2019) era previsto da tempo e approvato dal Parlamento. Tale scioglimento aveva richiesto una modifica della legge sul transito alpino e del relativo decreto sul finanziamento.

Monte Ceneri - Per quanto riguarda la galleria di base del Monte Ceneri, la DVN ricorda che i lavori esecutivi (posa degli impianti di tecnica ferroviaria, verifiche parziali e preparazione della fase test) nonché i preparativi per l'esercizio delle FFS procedono secondo programma. La sfida maggiore è rappresentata dal breve periodo di soli nove mesi a disposizione per la messa in esercizio del traforo.

A livello di agenda, il primo settembre 2020 AlpTransit Gotthard AG consegnerà alle FFS tutti gli impianti della galleria di base. Quest'ultima sarà inaugurata il 4 settembre successivo nel quadro di festeggiamenti ufficiali. Sino alla messa in funzione commerciale, il 13 dicembre 2020, le FFS eseguiranno una fase di prova per simulare l'esercizio in condizioni normali, la manutenzione, l'esercizio in caso di guasto e possibili interventi in caso di incidente.

Capitolo spese - Passando al capitolo spese, il vicepresidente della DVN, il consigliere nazionale Thomas Müller (UDC/SG), ha precisato che i costi del progetto NFTA ammonteranno a 17,70 miliardi di franchi fino alla conclusione dell'opera. Dall'avvio nel 1998 i costi previsti dall'Ufficio federale dei trasporti (UFt) sono aumentati del 45%, per un importo pari a 5,5 miliardi di franchi.

Di questi, circa 2,2 miliardi sono da ricondurre a modifiche di ordinazioni da parte della Confederazione, altri 2,2 miliardi a cambiamenti del progetto dovuti a condizioni quadro mutate o non corrispondenti alle attese e 1,1 miliardi di franchi a maggiori costi nelle aggiudicazioni o nell'esecuzione, poiché i prezzi preventivati non hanno trovato corrispondenza sul mercato. L'UFT valuta in circa 22,75 miliardi di franchi il fabbisogno finanziario effettivo per la NTFA fino alla conclusione del progetto.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-21 07:53:48 | 91.208.130.89