Tipress
Gli irreperibili si distinguono per multe stradali e non solo
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
2 ore
Il paradosso: la mascherina che mette in crisi il riconoscimento facciale
Come faranno cellulari e altri impianti incentrati sul riconoscimento del viso se dobbiamo indossare una mascherina?
CANTONE
2 ore
A tu per tu con un serpente esotico che prendeva il sole
Il singolare avvistamento su un balcone luganese. Ma c'è chi desidera coccodrilli o scimpanzé
BELLINZONA
9 ore
Sì ai 20 milioni di franchi per le aziende
Il Gran Consiglio, dopo quattro ore, ha votato il credito per l’innovazione
BELLINZONA
10 ore
La Città finanzierà (forse) la nuova Valascia
Il Consiglio comunale ha accolto la mozione di Sabina Calastri. Saranno i promotori a valutare se è necessario
LUGANO
12 ore
«Abusi edilizi a Caprino insabbiati?»
Lo chiede un’interrogazione presentata al Consiglio di Stato. «Tutto tace»
CANTONE
13 ore
Lavoro da casa negato "per principio"
Fiscalità nel mondo professionale. La denuncia del sindacalista Giorgio Fonio e dello specialista Andrea Martone.
MENDRISIO
14 ore
L'orso è tornato sul Generoso
Nell'ambito del progetto per la promozione della Grotta dell'Orso sono state posate due sculture lignee
CANTONE
15 ore
Un sì che vale 461 milioni
Via libera dal Gran Consiglio alla nuova offerta 2021 che seguirà l'apertura ella galleria di base del Monte Ceneri
FOTO
AIROLO
15 ore
Incidente sulla Tremola, serie ferite per due confederati
Il 49enne circolava in direzione di Airolo a bordo di un trike, con una passeggera di 52 anni
CANTONE / SVIZZERA
16 ore
Swisscom: il guasto è stato risolto
I servizi di telefonia fissa e mobile sono rimasti indisponibili per oltre 3 ore
CANTONE
17 ore
Bellinzona, primo passo per il rilancio dei castelli
Il Gran Consiglio ha approvato oggi la nuova convenzione transitoria per la gestione dei manieri
BELLINZONA
17 ore
Notti di lavori al Portone
Tra il 2 e il 9 giugno gli operai si occuperanno della pavimentazione della rotonda, tra le 20 e le 5.30
CANTONE
18 ore
Nessuna sorpresa, Caverzasio è il nuovo primo cittadino
I vicepresidenti sono Nicola Pini e Gina La Mantia. L'ex presidente Franscella: «Mesi intensi ed emozionanti»
CANTONE / OBVALDO
18 ore
99 ticinesi andranno in vacanza (quasi) gratis
Sono stati estratti a sorte i vincitori delle settimane di vacanza a Engelberg. Parecchi i ticinesi.
VERNATE
19 ore
Consuntivo 2019, i conti tornano
I conti sono stati chiusi con un avanzo di 145mila franchi
CANTONE / SVIZZERA
20 ore
Problemi alla rete Swisscom anche in Ticino
Internet, telefonia e tv interrotti per alcuni clienti. Guasti segnalati in tutta la Svizzera
MENDRISIO
21 ore
In due anni raddoppiati i furti con scasso
È quanto emerge dal rapporto d'attività della Polizia Città di Mendrisio.
Attualità
21 ore
Chi vuole diventare specialista della formazione professionale?
Sono aperte le iscrizioni al relativo corso con frequenza serale che inizierà il prossimo 22 settembre
LUGANO
21 ore
In Svizzera aumentano gli impieghi, ma in Ticino calano
Il nostro, è l'unico cantone dove l'occupazione è calata. La contrazione è dell'1,1% a 224'000 posti di lavoro.
CONFINE
22 ore
Lombardia e Piemonte potrebbero non riaprire il 3 giugno
Muro delle regioni del Sud contro una libertà di movimento senza controlli. L'anticipo aveva stupito anche Berna.
LUGANO
22 ore
Effetto Covid: servono «risposte rapide» per cultura e sport
Un'interrogazione, sottoscritta da oltre 20 consiglieri comunali, chiede al Municipio di intervenire in prima persona
CANTONE
22 ore
Due nuovi casi e nessun decesso
Dall'inizio dell'emergenza i casi positivi registrati nel nostro Cantone si attestano a 3'308. I morti restano 348
CANTONE
30.07.2019 - 06:000
Aggiornamento : 09:39

Devono soldi allo Stato, ma non si fanno trovare: è record

Già 409 le pubblicazioni relative a debitori esteri sul Foglio Ufficiale nei primi 6 mesi dell’anno. E spesso, come spiega Silvia Marconcini, capo dell’Ufficio incassi, i conti non vengono saldati

BELLINZONA – Alcuni hanno commesso infrazioni stradali. Altri, furti. O magari reati legati agli stupefacenti. Contro di loro sono state emesse multe e pene pecuniarie da parte della Magistratura. I loro nomi finiscono sul Foglio Ufficiale. Con la dicitura “di ignota dimora”, accanto. È l’esercito dei debitori esteri, che nel primo semestre del 2019 ha subito un boom inaspettato. «Ben 409 le pubblicazioni da gennaio a giugno – conferma Silvia Marconcini, capo dell’Ufficio cantonale dell’Incasso e delle Pene Alternative –. Calcolate che solitamente questa è la cifra media che registriamo in un anno».

Cifre mai viste – Una crescita che ancora non trova spiegazioni razionali. «Alcuni casi li abbiamo ereditati dallo scorso anno – precisa Marconcini –. Ma effettivamente il numero è alto. È dal 2012 che il nostro ufficio si occupa di rendere pubblici questi nominativi. Finora non avevamo mai registrato cifre così alte. Lo scorso anno i debitori esteri erano stati 437. Ora stiamo effettuando le opportune verifiche».     

Spesso non si riesce a incassare – Si parla di persone che devono allo Stato complessivamente decine di migliaia di franchi. Il problema è che nella maggior parte dei casi il Cantone non riesce a incassare queste somme. E le multe, o le pene pecuniarie, cadono in prescrizione, rispettivamente dopo tre o dopo cinque anni. «Quando c’è una multa – riprende Marconcini – è nostro compito notificare il conteggio sul Foglio Ufficiale. Questo avviene dopo avere fatto tutti i tentativi possibili per rintracciare la persona».   

C’è chi rischia il carcere – Di frequente questa notifica serve a poco o a nulla. «Ci torna indietro. Ma non molliamo la presa: proseguiamo l’iter con una richiesta di commutazione della sanzione in una pena detentiva che viene inviata all’Ufficio del giudice dei provvedimenti coercitivi». Si procede, così, con la richiesta di un mandato d’arresto a livello svizzero. «Se la persona dovesse rientrare su territorio elvetico, a quel punto le viene chiesto il pagamento della pena pecuniaria o, in alternativa, il carcere».

Casi di recidiva – A colpire è anche il fatto che molti nomi si ripetono col passare dei mesi. «Effettivamente siamo confrontati anche con alcuni casi di recidiva. Gente che commette, dunque, più di un reato. E poi non si fa trovare. Abbiamo comunque una buona collaborazione sia con la polizia di tutti i Cantoni, sia con l’Amministrazione federale delle dogane. E va specificato che ogni tanto qualcuno di questi debitori esteri, dopo avere rimesso piede in Svizzera, viene intercettato e costretto a saldare i propri conti con la giustizia». 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
dan007 10 mesi fa su tio
Che sia in svizzera ho in Italia le somme delle multe per eccesso di velocità sono esose per 10 km/h ho pagato 600 euros in Italia ma la multa era solo di 120 il resto spese di ricerca poi ho pagato ma mi hanno inviato in altra multa per non aver presentato la mia patente che è svizzera. Oggi giorno 10 km/h e una beffa in città certamente può essere insicuri ma si una autostrada e inadmissible
Tania Bomio 10 mesi fa su fb
E nu a pagum anca chisti debit laser perd
Vanco Stamenov 10 mesi fa su fb
Chi ha targhe straniere fa bene a non pagare
Lava84 10 mesi fa su tio
Ma perché a chi non sta bene come funzionano le leggi in Svizzera non se ne sta fuori dalle palle e per chi ci abita non se ne vanno in un’altra Nazione ad abitare.... non abbiamo bisogno di certe persone!!!
F.Netri 10 mesi fa su tio
Per quanto riguarda le infrazioni stradali, fanno bene a non pagare! Cercare di sottrarsi alle estorsioni, specie quelle perpetrate dallo stato, non dovrebbe essere considerato un reato, bensì un atto di legittima difesa.
pontsort 10 mesi fa su tio
@F.Netri Quindi sei d'accordo anche con chi invoca la disobbedienza civile anche in campo migratorio? O solo quando fa comodo a te?
F.Netri 10 mesi fa su tio
@pontsort Cerca di raddrizzare il ponte e restare in tema. Io ho parlato solo delle infrazioni stradali.
pontsort 10 mesi fa su tio
@F.Netri Come immaginavo, è la seconda opzione.
nordico 10 mesi fa su tio
Un giorno ho visto sul FU il nome di un tale, noto scroccone, "di ignota dimora". Io sapevo benissimo dove abitava, non mi pare nemmeno che si nascondesse, girava a testa alta. Come mai le autorità non l'hanno trovato? Si fa veramente tutto il possibile?
Esse 10 mesi fa su tio
@nordico Saresti stato più utile sul momento che a lamentarti qui a farti domande no ?
anndo76 10 mesi fa su tio
@Esse e' il classico pallonaro ticenese che sa' tutto lui ma non muove un dito....lascialo perdere ahahah
traluk 10 mesi fa su tio
Una volta ho sparato un petardo magnum.. Quelli rossi italiani made in Cina.. E arrivata la polizia me ne ha sequestrati 2 di numero.. Dopo il verbale son passati 3 mesi e mi è arrivato un decreto di accusa con scritto per aver prodotto artigianalmente uno spaventapasseri di dimensioni 2cm per 10cm mi han segnalato all'ufficio federale degli esplosivi e to 500.- di multa.. Altro che non pagare le multe se questa è la giustizia.
anndo76 10 mesi fa su tio
per quello che riguarda comportamenti e mancati pagamenti certamente gli svizzeri non sono da meno all'estero. basti vedere i recenti articoli di TIO in merito alle migliaia di multe, infrazioni, eccessi di velocita', pedaggi non pagati etc fatti nella vicina Italia....questi articoli sterili e le dichiarazioni fatte non li comprendo. Vuoi, giustamente, punire chi sbaglia ? fai accordi ( come gia' ci sono in Eropa ) con la UE in merito al recupero credito.
curzio 10 mesi fa su tio
@anndo76 Infatti, gli articoli da te citati descrivono l'incapacità da parte italiana di farsi avanti per incassare le multe commesse da conducenti di veicoli con targhe estere (molto spesso, italianelli residenti all'estero che fanno i furbi). Colpa unicamente di un'amministrazione che affoga nella burocrazia tipicamente italiana. Già che ci sei potresti anche menzionare i numerosi articoli riguardanti richieste di pagamento di pedaggi autostradali verso persone che neppure hanno messo piede in Italia e di come risulta difficile se non impossibile difendersi da richieste di pedaggi ingiustificate. Stranamente questo genere di articoli non li si leggono riferiti all'Austria o alla Germania. Stranamente, quando ci sono pasticci, è sempre coinvolta l'Italia. Normale... quando si confina con uno stato che ha lo stile di amministrazione simile ad uno staterello del centro America...
anndo76 10 mesi fa su tio
@curzio be' se c'e' uno staterello parassita e' proprio la svizzera...ladri per natura ( basti vedere cosa hanno sempre riciclato con il bene placido dello stato , avvocatucoli, fiduciari etc, meno male ora messi giustamente alla gogna ) e mai capaci di lavorare....sul ticinello poi neanche voglio umiliarti perche' sarebbe troppo.....gli articoli che menzioni saranno anche veri, ma proprio l'altro giorno su tio puoi vederlo ) un tedesco ha ricevuto multe dalla "svizzera" in cui non e' mai stato....per cui il tuo paesello da rose e fiori si scopre che non e' piu' ne meno che gli altri. Per non parlare dello stile di vita ultrapiatto, chiuso e retrogrado... ma se tu sei contento beate te :-)
curzio 10 mesi fa su tio
@anndo76 Hahaha... basta punzecchiarti un po' e partono i tuoi travasi di bile. Stammi bene...
anndo76 10 mesi fa su tio
@curzio per cosa dovrei farmi venire la bile ? ahahah mi sa' che viene a te che leggi e rispondi .-) vai di luganiga e risuttin ahahah
catone82 10 mesi fa su tio
Ma tempo fa non si parlava di incentivati accordi tra le autorità svizzere e italiane per favorire l'incasso delle multe reciproche? Io ho preso una multa in Italia e puntualmente mi è arrivata a casa (in Ticino).
navy 10 mesi fa su tio
Il FU andava bene quando tutto andava bene e la gente si sentiva considerata bene quando non si comportava male. Non vuole essere un gioco di parole e chi vuol capire capirà. Oggigiorno risultano stare meglio i furbi, i disonesti e, per una percentuale sempre più alta di persone, questo è il filo da seguire. Il legislatore dovrebbe prenderne atto ed adeguarsi. Inserire nomi e cognomi nel FU è diventato anacronistico, patetico e ridicolo. La grande inutilità la rileva già il funzionario......
bimbogimbo 10 mesi fa su tio
@navy ottima analisi. questo modo di operare funzionava bene anni fa, prima della libera circolazione... ormai stiamo assorbendo il malcostume dei paesi che ci circondano.
anndo76 10 mesi fa su tio
@bimbogimbo be' che dire....non mi sembra che gli svizzeri brillino nel pagare ! basti vedere i conti di mancati incassi tra autostrade , multe etc dei paesi confinanti.......colpa dei mancati accordi tra la cara svizzera e i suoi vicini. specie per gli eccessi di velocita' ( ben rispettati in svizzera ovviamente )
Donato Cerullo 10 mesi fa su fb
Francesco Pavinato non tutti sono onesti come te, le multe se si ha torto vanno sempre pagate ovvero in caso di reali infrazioni, ma vale anche per i numerosi svizzeri che le compiono all'estero, tra Como e Milano sono decine di migliaia di euro non riscossi in questo caso non rischiano le manette come avverrebbe in territorio elvetico e quindi ci ritornano in Italia tranquillamente.
Alessandro Milani 10 mesi fa su fb
Donato Cerullo basta bloccare l'entrata o pignorare lo stipendio.no?
Patrizio Beccarini 10 mesi fa su fb
Donato Cerullo certo.. ma quindi se non rischiano le manette la colpa di chi è?? 😉😜
Francesco Pavinato 10 mesi fa su fb
Lasciamo stare..
Sylvan Rusca 10 mesi fa su fb
Ah ecco. Poi però ai nostri anziani pignorano anche le mutande!! Che vergogna. Datevi una svegliata!
Paolo Longoni 10 mesi fa su fb
In Svizzera agli anziani indigenti non pignorato nulla. https://m4.ti.ch/di/dg/uef/procedura-interattiva/attestato-carenza-beni/
Sylvan Rusca 10 mesi fa su fb
Paolo Longoni non è proprio così, in realtà l'UEF si accanisce in modo incomprensibile quando poi esistono moltissimi casi come quelli riportati nell'articolo. Ci sono anziani che hanno lavorato e pagato una vita e ora in casa anziani si vedono privati di tutto. Conosco casi che hanno piccoli terreni in montagna difficilmente vendibili (a causa della legge sul 20% di case secondarie) che vengono riconosciuti a livello di stima cantonale esattamente come contante in banca. Poi a causa di esecuzioni (piccole, sotto i 5mila chf) legate a ritardi di cassa malati o spese eccezionali, l'UEF si mobilita velocemente a proporre pignoramenti quando si potrebbero trovare altre soluzioni.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-27 09:07:58 | 91.208.130.85