TiPress - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Ticino
ARBEDO-CASTIONE
6 ore
Officine: «I terreni per il compenso agricolo ci sono?»
CAMORINO
7 ore
Asilanti in sciopero, l’appello a De Rosa: «Chiudete il bunker»
CEVIO
7 ore
Troppo caldo per la funivia San Carlo-Robiei
MURALTO
8 ore
Un telo nero per oscurare la scena del presunto delitto
CANTONE
8 ore
«Biometria 2020», quasi un milione per il progetto
BELLINZONA
8 ore
Con lo striscione in Parlamento per il diritto allo studio
CANTONE
10 ore
Sette milioni per sentieri e percorsi per mountain bike
CANTONE
10 ore
Il Fogazzaro fa scuola: stop alle autorizzazioni "infinite"
LUGANO
11 ore
«Altro che allarmismo, la canicola può uccidere»
CANTONE
12 ore
Mini-blocco dei ristorni: «Benino ma non benissimo»
TENERO
12 ore
Campofelice Camping Village entra nei migliori campeggi d'Europa
CANTONE
13 ore
Ristorni, il Governo trattiene i soldi dovuti da Campione
LUGANO
13 ore
Nuovi defibrillatori a Carabbia e Viganello
LOCARNO
13 ore
Droni, arrivano le nuove regole
LUGANO
13 ore
Lo IUFFP sarà alta scuola pedagogica
MELIDE
26.05.2019 - 14:030
Aggiornamento : 21:15

Violento battibecco tra allenatori, non si gioca il secondo tempo

Nuovo episodio discutibile nel calcio regionale. Stavolta colpita la categoria dei Seniori élite over 30

MELIDE - Episodio increscioso nel campionato di calcio Seniori élite over 30 (Seniori 30+ elite). I fatti risalgono a venerdì 17 maggio quando la partita tra Melide e Carassesi è stata sospesa.

A sancire l'interruzione, un violento battibecco tra allenatori durante la pausa. Tanto che gli ospiti si sono letteralmente rifiutati di disputare la ripresa.

La partita in quel momento si trovava sul risultato di 3 a 0 per i padroni di casa. La vicenda è finita sotto la lente della federazione.

L'episodio chiave, essendosi verificato nella pausa, è sfuggito agli occhi dell'arbitro. Di conseguenza, anche se secondo alcuni testimoni l'allenatore di casa avrebbe avuto un ruolo importante nel diverbio, si è deciso comunque di dare la vittoria a tavolino al Melide. A fare stato, per la federazione, sarebbe stato dunque il rifiuto dei Carassesi di disputare il secondo tempo, unitamente al rapporto arbitrale, privo di dettagli sul discutibile accaduto.

www.football.ch
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-27 00:56:28 | 91.208.130.85