TiPress
MENDRISIO
02.01.2019 - 19:390
Aggiornamento : 20:58

Saltano 9 posti alla Ferrovia Monte Generoso: «Non possiamo guardare al passato»

Sette licenziamenti e due contratti a tempo determinato non rinnovati. Per l’azienda «non è importante dove risiedono» ma «servono persone con altre competenze»

MENDRISIO - Nove persone sono rimaste senza lavoro. Di queste, tre risiedono in Ticino. Ma per il (ormai ex) datore di lavoro, la Ferrovia Monte Generoso, «non è importante dove risiedono, bensì contano le loro qualifiche, conoscenze linguistiche, competenze e soprattutto il desiderio di mettersi in gioco e di voler imparare a fare meglio».

Dopo le polemiche degli scorsi giorni, l’azienda precisa su richiesta i retroscena del provvedimento. E lo fa collegandosi alle novità in ambito turistico che hanno interessato l’ultimo periodo: «Non possiamo guardare al passato ma dobbiamo pensare al futuro dell’azienda e renderla competitiva e adeguata alle esigenze del mercato attuale, che non è certo lo stesso di 10 anni fa».

Lo scorso 2 agosto Lorenz Brügger ha preso il posto di Francesco Isgrò quale direttore. La riorganizzazione del personale e la decisione di eliminare dall’organico nove persone, lasciandole a casa, è stata comunicata a fine ottobre. «Sin dal primo giorno e molto chiaramente Brügger ha comunicato che nei primi tre mesi avrebbe analizzato la situazione dell’azienda nel suo complesso e che solo alla fine di questo periodo avrebbe attuato le misure necessarie al benessere futuro dell'azienda».

L’organico - di circa 80 persone - non sarebbe quindi stato tagliato per motivi economici: «Tutte le persone saranno sostituite e sono in programma ulteriori assunzioni - sottolinea Viviana Carfì, Media & Marketing Manager dell'azienda -. Abbiamo bisogno di gente con altre competenze, tra cui anche sicuramente le lingue. Cerchiamo persone che hanno la volontà e la cultura di cambiare».

L’azienda fa sapere che «ogni giorno riceve richieste di lavoro da parte di ticinesi che hanno letto gli articoli relativi al cambiamento in atto all’interno dell’azienda». Per coloro che sono stati licenziati, la Ferrovia Monte Generoso assicura: «Le nostre porte sono sempre aperte e siamo pronti ad aiutarli se è necessario».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-21 11:52:56 | 91.208.130.87