archivio Tipress
LUGANO
15.07.2016 - 07:450
Aggiornamento : 08:09

Perché i nudisti creano imbarazzo?

«I tabù di carattere religioso, sociale e culturale rappresentano gli organi sessuali come qualcosa di sbagliato, ma in fondo nasciamo nudi» ricorda la sessuologa Kathya Bonatti

LUGANO - Sono ancora tante le persone che si trovano in imbarazzo davanti ad un nudista. Secondo il nostro sondaggio lanciato ieri, almeno il 13% dei lettori prova fastidio davanti ad un copro nudo che prende il sole. Ma perché ci troviamo in imbarazzo davanti ad un nudista? Abbiamo rivolto la domanda alla sessuologa Kathya Bonatti: «In genere il fastidio nel vedere persone nude prendere il sole deriva dai condizionamenti e dai tabù di carattere religioso, sociale e culturale, concezioni dogmatiche per le quali gli organi genitali esposti rappresentano qualche cosa di sbagliato, di sporco o di peccaminoso in quanto se distolti dalla loro funzione riproduttiva o fisiologica sono parti del corpo che procurano piacere sessuale fine a se stesso e dunque sbagliato».

Da dove deriva il fastidio?

«Sono molte le cause. Il fastidio può derivare anche dal fatto che gli uomini si eccitano attraverso la vista e dunque le persone nude possono rappresentare una minaccia e una tentazione.

Quanto conta l’educazione ricevuta?

«Molto, perché spesso tanta spudoratezza e libertà nei confronti del corpo e della sessualità non combaciano con l'educazione familiare ricevuta o con il proprio senso del pudore. Ma a volte è anche una questione estetica perché dei corpi non perfetti possono essere sgradevoli alla vista sia in costume e ancor di più nudi perché non corrispondono ai canoni di gradevolezza».

Come si può superare questo fastidio?

«Bisogna comprendere che nasciamo nudi e che i vestiti sono un'esigenza per proteggersi dalle intemperie e un linguaggio con il quale noi esprimiamo una parte del nostro carattere, ma è una sovrastruttura. Non bisogna dimenticare che il copro e gli organi genitali sono uno strumento prezioso di piacere e di benessere».

Spesso si confonde il naturista con l’esibizionista pervertito. Qual è la differenza?

«Il primo gode del proprio corpo libero a contatto con la natura mentre il secondo ama farsi vedere nudo per suscitare eccitazione».

Una domanda che spesso i genitori si pongono è se sia giusto mostrarsi nudi davanti ai bambini.

«Per quello che riguarda i bambini dipende dalla fascia di età, è giusto farsi vedere nudi almeno qualche volta dai propri figli quando sono piccoli. Bisogna avere invece maggiori accorgimenti quando i figli sono adolescenti perché il corpo dei genitori non è più neutro e bisogna rispettare il loro senso del pudore e di intimità per non creare disagio, imbarazzo e vergogna.

E quando sono i bambini piccoli ad essere nudi nei luoghi pubblici?

«Bisogna fare molta attenzione ad esporre i propri figli nudi sulle spiagge o in qualsiasi altro posto. Li si deve proteggere dai pedofili che si eccitano alla vista dei bambini senza vestiti».

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-29 10:04:47 | 91.208.130.86