tipress
CANTONE
04.05.2016 - 17:150

Il Governo si impegna nel sostenere le Officine FFS

Incontro oggi con una delegazione del Consiglio di Stato e éa Direzione dell'azienda per discutere sulle trattative in corso con i dipendenti

BELLINZONA - Una delegazione del Consiglio di Stato ha incontrato oggi i rappresentanti del personale delle Officine FFS di Bellinzona e della Direzione generale dell’azienda. Scopo della riunione era di analizzare la situazione dello stabilimento industriale ticinese e lo stato delle trattative avviate per assicurarne il futuro, con l’obiettivo di giungere a una soluzione condivisa entro la fine di maggio.

Il Governo – rappresentato dal Vicepresidente Manuele Bertoli e dai Consiglieri di Stato Claudio Zali e Christian Vitta – ha anzitutto ricevuto, dai rappresentanti dei 383 dipendenti, un aggiornamento sulla situazione nello stabilimento di manutenzione del materiale rotabile e sulle trattative in corso con la Direzione aziendale.

Sono state in particolare illustrate le ragioni che hanno indotto il Comitato promotore a riattivare l’iniziativa popolare «Giù le mani dalle Officine: per la creazione di un polo tecnologico-industriale nel settore del trasporto pubblico», lanciata nel 2008 e successivamente sospesa.

Le principali preoccupazioni espresse riguardano il mantenimento alle Officine di Bellinzona degli impieghi e dei volumi di lavoro, e le prospettive legate al Centro di competenza in materia ferroviaria.

I rappresentanti della Direzione generale FFS hanno da parte loro affermato la volontà di discutere in modo trasparente le divergenze sull’interpretazione degli impegni previsti dalla convenzione sul Centro di competenze stipulata nel 2013. È stata inoltre ribadita – nonostante il contesto economico difficile, che tocca tutto il settore della manutenzione ferroviaria – l’intenzione di promuovere l’arrivo a Bellinzona di nuove forme di attività; l’obiettivo è di facilitare l’accesso dello stabilimento a nuovi segmenti di clientela e confermare così gli aumenti di fatturato e i risultati positivi registrati negli ultimi anni.

Il Consiglio di Stato ha invitato le parti a fissare precisi obiettivi negoziali e a tenere informato il Governo sull’esito delle discussioni, che riprenderanno l’11 maggio con l’obiettivo di concludersi entro il 28 maggio.

È stato riaffermato l’impegno del Cantone nel sostenere le Officine, e posto l’accento sull’importanza di definire una strategia industriale chiara, che porti lo stabilimento ad accogliere attività a elevato contenuto tecnologico, che garantiscano l’occupazione e ne assicurino lo sviluppo e l’operatività a lungo termine. È stata infine espressa l’intenzione di appurare quali siano i contenuti delle strategie a lungo termine, di FFS e delle autorità federali, per il futuro delle Officine.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Francesco Sergio 4 anni fa su fb
Grazie Shkumbin
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 04:17:07 | 91.208.130.87