Immobili
Veicoli
LUGANO
21.05.2010 - 15:030
Aggiornamento : 25.11.2014 - 02:11

Chiude l'ufficio postale di Gandria. PPD Lugano: "Seguire l'esempio di Cevio"

LUGANO - I consiglieri comunali PPD Lorenzo Jelmini e Rolf Endriss hanno inoltrato un'interpellanza al Municipio in merito alla chiusura dell'ufficio postale di Gandria.

Questa decisione rientra nel progetto di Posta Svizzera, denominato “Ymago” che prevedeva inizialmente lo smantellamento di quasi 1/3 degli uffici postali presenti sul territorio nazionale, e che è stato riveduto alla luce della forte opposizione della popolazione.

"Purtroppo tale ripensamento" osservano i consiglieri PPD "è risultato solo di facciata poiché la Posta, adottando un metodo più scaltro, ha abbandonato la via della ristrutturazione generale, certamente più rumorosa ed a rischio di contestazione, per adottare il metodo del salame: tagliamo gli uffici postali uno alla volta così da impedire le reazioni della popolazione".

Tale sistema sarebbe stato attuato anche nella pianificazione degli uffici nel Comune di Lugano, e prova ne è la prevista chiusura dell’ufficio postale di Gandria. "E così anche la bella Gandria, da poco diventato un quartiere di Lugano, verrà privato di questo importante servizio, impoverendo inoltre sempre di più la vita e l’identità del quartiere stesso".

Stando all'opinione di Jelmini ed Endriss, anche gli uffici di Loreto ed altri periferici rischierebbero di fare la medesima fine. Il fine del management di Poste, osservano i firmatari, è chiaro: far lievitare l’utile aziendale senza curarsi delle conseguenze sui servizi e sulle condizioni del personale.

Viene portato pero' l'esempio di Cevio, dove il Municipio, confrontato con la decisione della Posta di chiudere l’ufficio sito sul territorio comunale, ha deciso di opporsi a questo progetto con il sostegno della popolazione. E così la Posta di Cevio non chiuderà con piena soddisfazione dell’autorità e della popolazione del comune valmaggese. La stessa strada è percorsa nel Malcantone, e cosi' si dovrebbe fare, concludono Jelmini ed Endriss, a Lugano, affinchè gli uffici di Gandria, oggi, e di Loreto domani, restino aperti.

Foto Ti-Press Tatiana Scolari


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-28 10:07:07 | 91.208.130.86