Keystone
Le vendite del colosso del lusso Richemont hanno subito un tracollo nel primo trimestre dell'esercizio 2020/21: -47% tra aprile e giugno.
SVIZZERA
16.07.2020 - 08:380

Gli effetti della pandemia pesano su Richemont: in picchiata le vendite tra aprile e giugno

L'azienda numero due al mondo nei beni di lusso non ha avanzato previsioni per il resto dell'esercizio 2020/21

GINEVRA - Le vendite del colosso del lusso Richemont hanno subito un tracollo nel primo trimestre dell'esercizio 2020/21: -47% tra aprile e giugno a 1,99 miliardi di euro.

Una nota odierna del gruppo spiega questo risultato con gli effetti della pandemia di coronavirus sulla sue attività. I ricavi sono in calo in tutte le regioni, in tutte le filiali e in tutte le catene di distribuzione.

La regione dell'Asia-Pacifico è stata quella che ha resistito meglio con una diminuzione dei ricavi di "solo" il 29% su un anno a 1,01 miliardi, dovuto principalmente alla ripresa in Cina, che ha registrato un aumento del 47% nell'ultimo trimestre.

Il Giappone e la regione delle Americhe sono state le due regioni più colpite, con una flessione delle vendite rispettivamente del 62% e del 60% a tassi di cambio costanti.

L'azienda numero due al mondo nel settore dei beni di lusso non ha avanzato previsioni per il resto dell'esercizio.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-06 16:34:26 | 91.208.130.85