Cerca e trova immobili

ZURIGOCerchi il grande amore? In città sarà più dura

15.01.24 - 23:30
Le relazioni a lungo termine nascono con più facilità in campagna, lo rivela uno studio. Gli esperti confermano la tendenza
deposit
Fonte 20Minuten
Cerchi il grande amore? In città sarà più dura
Le relazioni a lungo termine nascono con più facilità in campagna, lo rivela uno studio. Gli esperti confermano la tendenza

ZURIGO - Vivi in città? Allora farai più fatica a trovare un partner per la vita (o quantomeno a lungo termine). Almeno stando a un sondaggio della piattaforma di incontri Elite-Partner secondo cui, l'anno scorso, il 40% degli abitanti delle città tedesche si dichiarava single. Tra le persone che vivono in campagna, la percentuale era del 29%.

Lo studio demografico "FReDA" dell'Istituto federale di ricerca sulla popolazione ha mostrato risultati simili già nel 2021. Mentre in campagna il 23% era single, in città la percentuale era del 29%.

Rainer Grunert, coach svizzero per single, conferma il trend secondo il quale gli abitanti dei grandi centri si trovano in difficoltà maggiore quando si tratta di impegnarsi o mantenere una relazione a lungo termine. Le ragioni sono molteplici: «Nelle città si è più facilmente sostituibili», spiega. Secondo Grunert, nonostante si abbiano più possibilità di trovare un partner e la scelta sia molto più ampia, «ciò comporta anche il potere incontrare continuamente nuovi partner che, almeno apparentemente, possono sembrare più adatti».

Secondo l'esperto, al contrario, in campagna le persone si impegnano più facilmente a causa della minor scelta e della paura di non trovare... di meglio. «Inoltre ci si sente spesso sotto osservazione, si è più cauti nella scelta del partner e si avverte una maggiore pressione sociale a stabilire un legame fisso». L'aspetto positivo di questa pressione è che avvicina automaticamente le coppie.

La love coach Sandy Kaufmann ha osservato dinamiche analoghe: «È frequente che gli abitanti delle città si accorgano solo a 35-40 anni di voler costruire una relazione». L'abbondanza di single in città, che dà l'impressione che altrove l'erba sia sempre più verde, porta secondo Kaufmann a decisioni sbagliate: «Credo che il partner giusto si debba costruire nel tempo, coltivando il rapporto».

Per Grunert, non è possibile rispondere in modo categorico a dove sia più facile trovare l'amore: «Ci sono vantaggi e svantaggi sia in città che in campagna». Anche per Kaufmann la questione non è solo relativa al dove: «La paura inconscia delle relazioni e comportamenti sbagliati sono ciò che più impedisce alle persone di essere felici».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Giorgio 5 mesi fa su tio
Mai letto commenti più "strani" Il mondo del lavoro sfibra le persone, siamo sempre più stanchi fisicamente e mentalmente e questo è uno dei problemi. Un altro è che le donne (dal mio punto di vista) camminano, guidano, vivono perennemente con la testa bassa sul telefono evitando di conoscere nuova gente. La maggior parte degli uomini è molto superficiale e senza voglia di mettersi veramente in gioco. Non esiste più il "gentleman".

Gufo1 5 mesi fa su tio
Questo è anche lo scopo dei sedicenti movimenti progressisti: pompare quanta più gente possibile nelle città affinché le persone perdano le loro radici e diventino alienate. Chi non ha più legame con la propria terra (in modo figurato o meno) perde interesse per la storia ed i valori tradizionali. In questo modo si diventa passivi, meglio malleabili ed influenzabili. Poi però ci si accorge che con la perdita dell’identità nazionale ci sono anche ulteriori effetti negativi, tra i quali l’asocialità. Per questo in città ci sono più problemi d’interazione. Con questo però l’industria dei servizi sociali fa affari d’oro. Indovinate chi ci lavora?

fugu 5 mesi fa su tio
Risposta a Gufo1
Verissimo, è tutto orchestrato dai sedicenti movimenti progressisti, che sono manipolati dalla CIA, che a sua volta deve rendere conti a Murglx, Capo Supremo della Galassia di Andromeda e Grande Architetto di questo complotto che consiste a drenare le persone nelle città affinché perdano le loro radici e diventino alienate. Un plauso alla tua lucidità e lungimiranza 👏👏👏

Gufo1 5 mesi fa su tio
Risposta a fugu
con il tuo consenso allora è confermato

fugu 5 mesi fa su tio
Risposta a Gufo1
😉

Gigetto 1970 5 mesi fa su tio
Se ho letto bene in città sono più zoccole e i maschietti più st..r...o...n...zj. :-)

Keope1963 5 mesi fa su tio
Risposta a Gigetto 1970
Un commento meno sciocco no?

fugu 5 mesi fa su tio
Non so com'è per le storie d'amore, città o campagna, ma per le storie di odio o cordiale disprezzo il blog di Tio è il must 👌

Dapat 5 mesi fa su tio
Risposta a fugu
👍🏼

Gufo1 5 mesi fa su tio
Risposta a Dapat
Noto che ci tieni parecchio anche tu, visto che proponi il commento con una certa regolarità

fugu 5 mesi fa su tio
Risposta a Gufo1
Eccone uno col suo commento acido, poteva mancare? È forse sbagliato ciò che ho scritto? Non ho detto che mi lamento, anzi un po' di "sport" ci sta su un blog, fa parte del gioco. Ma per la Redazione siamo un branco di selvaggi ingestibili, al punto che devono chiudere i commenti di un articolo su due.
NOTIZIE PIÙ LETTE